The Stone
(Hellvis - Maggio 2007)


I serbi The Stone hanno sorpreso un po' tutti con un album di alto livello come "Magla". Black/death metal vigoroso, creativo ed originale: cosa si potrebbe mai desiderare di più dalla vita? Cerchiamo di saperne di più su questo bel disco, grazie alle risposte del disponibilissimo Kozeljnik.



I miei complimenti per "Magla": una ventata di aria fresca in una scena un po' stanca come quella del black metal attuale. Che reazioni ha suscitato l'album presso la critica, e presso i vostri ascoltatori?
Grazie per le tue belle parole ed i complimenti. Le reazioni sono state, per la maggior parte, molto positive e siamo abbastanza soddisfatti di come il nostro lavoro sia stato accolto. E' un lavoro che necessita di più di un ascolto per un critico, il quale deve poi comunicare l'impressione che potrebbe averne un ascoltatore. La maggior parte delle persone si sono rivolte all'album in questo modo, ascoltandolo con cura e dedizione. Questo è l'unico modo per comprendere il lato creativo di "Magla". D'altra parte abbiamo ricevuto anche commenti negativi, perchè è impossibile soddisfare le visioni ed i gusti di tutti, in relazione a come dovremmo suonare o creare la nostra musica. La scena attuale è saturata da miriadi di pubblicazioni, ed è difficile separare la qualità dalla mediocrità. Sfortunatamente, molti editori e recensori sono totalmente incompetenti come critici, e si basano su strani criteri che sono più o meno bambineschi o nebulosi.

Qual'è la tua opinione personale su "Magla"? Ne vai fiero? O vorresti poter cambiarne qualcosa, se fosse possibile?
In generale, sono abbastanza soddisfatto di come sia venuto fuori "Magla", e la cosa mi rende veramente fiero, anche se ho la sensazione che le cose avrebbero potuto essere migliori, o sviluppate in una direzione diversa. Comunque, non siamo mai soddisfatti al 100% alla fine, perchè siamo sempre alla ricerca della perfezione nella nostra espressione musicale, che è un obiettivo alla nostra portata, ma che ancora non siamo riusciti a raggiungere. In realtà, questo ci rende ansiosi di raggiungere i nuovi sviluppi della nostra creatività. Questo spinge i nostri sensi oscuri ad esplorare gli abissi più profondi del nostro essere, per trasformarli in quella forma unica di black metal che suoniamo. Con "Magla" abbiamo sperimentato un sviluppo in meglio sotto tutti gli aspetti della creazione e del comporre la musica, il che rende questo album il nostro lavoro più completo.

Ho apprezzato parecchio i vostri arrangiamenti, e le strutture delle canzoni, sempre particolari e mai vittime della banalità. Quanto ci avete messo a scrivere l'album? Pensi che rappresenti il vostro sound attuale, o la musica si è evoluta nel frattempo?
Avere soltanto idee e riff buoni o memorabili non significa nulla se non hai poi la capacit di costruire una solida struttura d'arrangiamento per la tua musica. E' un impegno fondamentale per noi, avere un ordine preciso e selezionato quando si tratta di lavorare sugli arrangiamenti delle canzoni. Non seguiamo mai i medesimi setieri per creare musica, e non ci ripetiamo mai. Anche se abbiamo una nostra identità precisa, non cerchiamo mai di fare le cose nel modo più sicuro e ripetitivo, come fanno tanti altri. Lo sviluppo è una sfida che ti porta sempre ad andare avanti, ed a superare i tuoi limiti. Certo, questo non significa che devi abbandonare le tue radici e perdere la consapevolezza delle tue origini. Devi portare avanti il fardello della tua eredità, se vuoi rompere la gabbia ed entrare nel mondo dell'elite. Stagnare è debolezza.

La vostra musica può essere descritta con la semplice definizione di "black/death metal". Penso che siate veramente abili nel vostro utilizzo degli elementi provenienti da questi due stili metal. Quali sono le vostre nuove fonti di ispirazione, e come sono cambiate dalle vostre origini?
Io chiamerei il nostro stile piuttosto black metal, anche se alcuni elementi della nostra musica sono influenzati dal death e dal thrash della vecchia scuola, ma principalmente nel senso di utilizzare la tecnica onde creare un suono differente e più aggressivo. L'ispirazione principale viene dalle profondità della nostra essenza spirituale, che si trova allo stesso livello del dar vita al lato oscuro delle nostre vite come individui, perciò i nuovi momenti di ispirazione e le fonti sono tutti dipendenti da questi sviluppi.

I vostri testi sono in serbo, e non ho potuto comprenderne il significato. Cosa ci puoi dire dei testi di "Magla"?
I testi hanno a che fare con il lato oscuro del paganesimo slavo, e con la sinistra filosofia della venerazione diabolica degli antichi. E' la prosa sinistra del trionfo della morte ed una glorificazione del tradizionale culto dei morti nelle antiche credenze del paganesimo. Il concept lirico rappresenta la riflessione spirituale di un individuo. Non abbiamo nulla a che fare con le tematiche pagane sociali e con storie di onore e coraggio, tipiche di tanti altri. Non siamo quel tipo di band. Noi cantiamo della devozione al lato oscuro e mistantropico di una persona. Specificamente, il testo della traccia d'apertura "Magla" riguarda la venuta dell'oscurità rabbiosa e del caos provenienti dalla maledizione infinita dei "prokletije" piazzati negli incroci, dove le forze oscure aprono i can celli e conducono lo spirito nel sentiero nebbioso di Nav, l'oltretomba della mitologia slava. Anche la copertina dell'album riflette questa storia, dove tu puoi vedere la terra desolata, l'incrocio e il palo di legno infuocato sulla pila di pietre, che rappresenta il "prokletije". Puoi vedere la nebbia che arriva e la sua pressione malvagia e demoniaca, che porta lo spirito nel sentiero di caos oscurato al quale appartiene.

Quali sono i vostri piani per il futuro? State scrivendo nuove canzoni? O preparando un tour?
Sì, stiamo scrivendo del nuovo materiale ed abbiamo pianificato un nuovo album per il prossimo album. Nel frattempo suoneremo un tour in ottobre con i Nocturnal Breed dalla Norvegia ed i Decayed del Portogallo, e probabilmente un altro gruppo. Abbiamo anche piani per più concerti nei Balcani, così da promuovere "Magla" al meglio.


Siete sicuramente una della band metal serbe più importanti. Qual'è la tua opinione sulla nuova scena black metal serba? Conosci qualche gruppo giovane e promettente del tuo paese?
Beh, siamo una delle più vecchie black metal band serbe e probabilmene una delle poche dei paesi ex-jugoslavi ad esistere da più di dieci anni. Ci sono un paio di nuovi gruppi ed individui che sono abbastanza buoni e promettenti, ma devono ancora provare il loro talento, perciò sarà il tempo a dirlo. Quasi tutta la line-up dei The Stone suona anche in un altro vecchio gruppo black metal serbo, i May Result, che esistono dal 1995 e con iquali abbiamo registrato tre album ed un mini.

Bene, questa breve intervista è terminata! A te le ultime parole!
Grazie per il sostegno e buona fortuna col vostro lavoro!



Sito internet: http://www.thestonehorde.com/