STARGAZER
(BRN - Maggio 2006)


Appena concluso un tour breve in Giappone, gli StarGazer sono pronti a tornare sulle scene con un nuovo album. Il leader The Serpent Inquisitor ha risposto alle nostre domande, parlando di questi ed altri argomenti e anticipando qualcosa sull'immediato futuro. Speriamo che la fortuna sia dalla loro parte.



Gli StarGazer si sono formati oltre dieci anni fa, ma qui in Italia sono ancora una band sconosciuta. Vuoi pertanto ripercorrere i momenti più importanti della vostra carriera?
1995 - Anno di formazione
1996 - 'Gloat' demo
1997 - 'Borne' 7" per la Dream Sovereign Productions
1997 - Abbandono del primo batterista
2000 - 'Harbringer' split CD con gli Invocation per la Dies Irae Productions
2000 - Abbandono del secondo batterista
2002 - 'Magikkian' split 7" con gli Arghoslent per la HellFlame Productions
2005 - 'The Scream That Tore The Sky' CD per la Agonia Records
2005 - Arrivo del nuovo batterista

Tutte le canzoni di "The Scream That Tore The Sky" sono state scritte tra il 1995 e il 2000. Come mai non l'avete pubblicato prima? Secondo te, se fosse uscito cinque anni fa o più, i giudizi sarebbero stati differenti?
Dovevamo curarci di altre release, al di là del fatto che ci ha portato via un bel po' di tempo provare con il secondo batterista, e quando avevamo verosimilmente terminato un album, lui se n'è andato. E' stato meglio così, in ogni caso. Sì, penso che i responsi siano meglio adesso rispetto a quelli che avremmo ricevuto cinque anni fa, visto che sembra esserci un impulso/desiderio reale verso un sound fresco, oggigiorno, che non si allontani troppo dagli elementi che rendono il metal "Metal".
Gli StarGazer fondono tutti gli stili metal dagli anni '70 in poi, oltre a tutte le nostre influenze non metal, senza suonare come un gruppo fusion. Per esempio, io ho studiato chitarra jazz e Great Righteous Destroyer (il bassista, n.d. BRN) è molto concentrato nel suonare musica latina. Ma questi stili non sono riscontrabili in nessuna canzone, tuttavia ne costituiscono comunque la base. L'approccio al tempo e ai modi è spesso utilizzato per intensificare la musica metal.

Pensi comunque che queste canzoni rappresentino ancora gli StarGazer nel modo migliore, o è cambiato qualcosa negli ultimi anni?
Sì, caro mio, tutte quante, dal momento che tutte sono tra loro diverse, a volte parecchio, e questo è ancora il nostro modo di fare musica. Non puoi giudicare come suonerà il nostro prossimo album pensando a quello prima come a un precedente... puoi solo aspettarti quegli stessi elementi.

Avete composto nuove canzoni? So che avevate programmato una nuova release per il 2005, ma alla fine non se ne è fatto nulla, giusto?
Oh sì, ci sono due album che stanno aspettando!! Nel nostro ultimo concerto abbiamo suonato due nuove canzoni, ovvero 'Passing Stone-Into The Greater Sun' e 'The Morbid Slither, The Sinner Slough'. La nuova release del 2005 a cui ti riferivi era probabilmente il debut album e adesso stiamo lavorano ad un altro split 7" con una band di valore, aspettando il momento migliore per preparare il nuovo album 'Great Work Of Ages'.

Il vostro stile combina black e death metal in maniera molto prsonale. Ci sono un sacco di elementi tecnici, come assoli di chitarra e basso e linee di basso fretless, che contraddistinguono ciascuna canzone. Dove trovate maggior ispirazione?
In primo luogo l'ispirazione deriva dal nostro atteggiamento mentale, che è un po' distorto rispetto al normale. Ciascun brano deve essere unico e unicamente contraddistinto. Ciò significa differenti accordi, ritmi, stili vocali, concept etc. Penso di utilizzare gli elementi tecnici per trasmettere qualcosa, ma sono d'accordo nel dire che ci siano momenti tecnici che sono difficili da assimilare, l'orecchio fatica a riprodurli nell'occhio della mente. Consideriamo tecnici gruppi come Atheist, Watchtower, Spastic Ink e Pavor. Poi ci sono una moltitudine di gruppi rock/fusion dei seventies. La nostra ispirazione nasce dal desiderio di un sound nuovo e unico. Ci rivolgiamo a diversi stili musicali che sono spesso criticati per la mancanza di interesse (da parte di altre band). Nonostante si focalizzino sull'immagine o su blastbeat sempre più veloci.

"The Scream That Tore The Sky" è un concept album? Cosa trattano i testi? Che importanza hanno per la vostra musica?
C'è un concept, un concept vasto che si sta sviluppando, ma non è la trama di una storia o roba del genere. I testi offrono una visione e un'esperienza alternativa e avversa di come percepiamo questo mondo. La nostra percezione, nell'attuale condizione umana, è stata condizionata da forze ancestrali che la influenzano. Cerchiamo di disgregare e spargere la crosta, il velo che ha limitato finora le potenzialità di tutti noi. Lo stesso velo ci guida alla paura e ci porta a tutte quelle condizioni e a quegli eventi che non vorremmo accadessero: guerra, menzogne, violenza, gelosia, assassini etc. In un modo o nell'altro, la paura è la responsabile di tutto. Questa coltre che inquina i nostri spiriti è quello che proverbialmente mi fa "gridare al cielo" e mi porta a rilevare la grandezza e la bellezza della verità.

Gli StarGazer sono un duo. State cercando musicisti per completare la line-up e suonare dal vivo?
Adesso abbiamo un batterista fisso, sono quasi otto mesi, e siamo appena tornati a un tour in Giappone con lui.

Stando alla grafica del libretto del vostro CD, immagino che voi siate interessati nei confronti della cultura tibetana e mongola. Puoi dirmi qualcosa di più a riguardo? Siete mai stati in quei posti di persona?
E' vero, ma non è un interesse esclusivo, è soltanto un altro punto importante per accertarsi e dedurre le verità che stiamo cercando.
No, mai stati là, di questi tempi non credo sia una cosa così saggia visitarli entrambi!

Quali sono i vostri piani per il futuro?
Abbiamo fissato un paio di concerti in Australia quest'anno e soprattutto lavorare al nuovo album "Great Work Of Ages". Gran parte della musica è stata scritta molto tempo fa, è solo un lavoro di riadattamento.

Un'ultima domanda: l'Australia è sempre stata un terreno fertile per gruppi metal di talento. Qual è la situazione allo stato attuale?
L'Australia è un paese grande, amico mio; ci sono grandi band e non-così-grandi band. La situazione è grosso modo la stessa di dieci anni fa, Io penso solo che la scena sia distrutta e scarseggi in quanto a originalità!

E' tutto, grazie della disponibilità. Nient'altro da aggiungere?
Grazie per il lavoro che hai svolto nel mettere assieme quest'intervista! A volte le cose che rendono le parole e la musica speciale sono quelle che rimangono non dette, lo spazio in mezzo.


Sito internet: http://www.stargazer.hm/