SOULLESS
(Hellvis - Giugno 2006)


Che la Polonia sia un paese baciato dal talento del death metal, non ci sono dubbi. Ci sono gruppi più bravi, altri un po' meno, ma la qualità complessiva è sempre elevata. Per quanto riguarda il death metal di vecchia scuola, gli esempi si potrebbero sprecare. In questa intervista, cercheremo di conoscere meglio questi Soulless, un gruppo con lo sguardo rivolto alla tradizione ma dotato di una spiccata personalità.



Ciao gente! Presentate il vostro gruppo ai lettori italiani!
Ciao! Siamo i Soulless, anche se ora stiamo modificando il nostro nome nel ben più blasfemo Soulless Profanation! Se foste appassionati di death metal diabolico dalle tematiche eretiche, allora la nostra musica vi piacerà! Dagli esordi (2001), abbiamo registrato "Total Desecration" - che contiene i primi due demo del 2001 e del 2002. Sfortunatamente, ambedue sono stati registrati con la drum-machine. Nel 2004 abbiamo registrato "Peri Psyches". Si è trattato di un vero punto di svolta nella storia della band. Questo perché è il primo lavoro con una line-up completa, con tanto di batterista in carne ed ossa. Ed ora siamo nel 2006, l'anno della nostra ultima produzione: "Summoning Heresy". Si tratta di un lavoro che picchia pesante come un figlio di puttana, e che vale veramente la pena di essere ascoltato.

Avete formato il vostro gruppo molti anni fa, pubblicando una manciata di buoni lavori e suonando un sacco di concerti. Cosa ne pensate della vostra carriera sino ad oggi? Siete soddisfatti? Pensate di avere ottenuto tutto ciò che avreste meritato?
Beh, io non mi sarei aspettato nulla di speciale dalla nostra musica. Tutto ciò che abbiamo ricevuto altro non è che un effetto del nostro duro lavoro. Perciò, non rimpiango nulla e non biasimo nessuno. Ma c'è sempre una cosa di merda nel mondo della musica: abbiamo sempre avuto un sacco di problemi con la formazione. Questa è stata la nostra piaga peggiore. E penso che ancora lo sia. Sfortunatamente abbiamo avuto una pessima fortuna con uomini/musicisti irresponsabili, entrati nei Soulless Profanation con l'ottica di rimanervi per un breve periodo, o per semplice avventura. Questa è un'attitudine totalmente sbagliata! Per me, suonare in questa band è una sorta di passione, e ci tengo veramente tanto a questo gruppo. E questo è ciò che chiedo e mi aspetto anche dai nuovi membri. Ma spero che tutto vada per il verso giusto... sai, siamo un gruppo ancora giovane, siamo ancora lontani dal nostro primo full-length. Perciò, siamo ancora in tempo per aggiustare tutte le cose. Intendo, una formazione nuova e più forte, ed un buon contratto per il nostro esordio. Abbiamo avuto un buon "inizio", abbiamo un buon numero di pubblicazioni, split, compilation, abbiamo tenuto alcuni spettacoli carichi di energia. Ora abbiamo una maggiore esperienza. Perciò, sono soddisfatto? Penso che la soddisfazione arriverà in futuro, ora abbiamo da lavorare!

Quali sono, secondo te, i vostri lavori migliori? A dire il vero, io ho amato veramente l'EP "Peri Psyches". Cosa ne pensi di questo lavoro? E perché avete deciso di pubblicarlo in diversi split?
Sì, anche a me piace "Peri Psyches". E' ipnotico e, alle volte, molto schizzato ma comunque fottutamente brutale, così come dovrebbe essere il death metal! Mi piace ancora, "Peri Psyches", ed ho tanti bei ricordi quando ripenso al periodo in cui scrissi i pezzi, alle sessioni di registrazione ed ai concerti. E' stato un periodo molto intenso per questa band. Ci ha fatto pensare molto. La risposta della stampa polacca (sia underground che ufficiale) è stata molto buona. E' stato pubblicato in molti modi per promuoverlo il meglio possibile. Ecco tutta la storia. Mi hai chiesto riguardo al lavoro migliore dei Soulless. Beh, non posso essere originale, perciò risponderò l'ultimo, "Summoning Heresy", ahahah! E' quello più fresco, più legato al mio punto di vista musicale attuale. Ma questo materiale è la conseguenza naturale di "Peri Psyches", perciò penso che tutti quelli che hanno apprezzato "Peri Psyches", apprezzeranno anche "Summoning Heresy". Ci sono alcuni nuovi elementi nella struttura delle canzoni, il suono è più forte... nessuna rivoluzione, solo un'evoluzione eheheh!

Come i lettori avranno ormai compreso, questo anno avete pubblicato "Summoning Heresy". Quali sono le differenze principali tra il nuovo album e "Total Desecration"?
Mmm, "Total Desecration" è costituito dal nostro primo materiale e contiene il primo ed il secondo demo (dieci canzoni). E' legato ai primi giorni di esistenza dei Soulless, e la cosa mostra come suonavamo in passato. E' totalmente diverso da "Summoning Heresy". Anche un sordo potrebbe udire le differenze, ahahah! Ambedue i materiali sono molto brutali, ma il tipo di estremismo si è evoluto, e le canzoni sono scritte in maniera completamente diversa. Ho letto molte opinioni riguardo a questi cambiamenti: alcuni dicono che siamo progrediti, altri invece che le vecchie cose erano migliori. Fortunatamente per noi, è il primo tipo di opinione a dominare. Generalmente, la qualità della musica è alta. Non solo per quanto riguarda la produzione ed il suono, che certamente sono importanti ma su un secondo piano. La cosa più importante è la musica e le strutture delle canzoni sono migliori, più furiose, pazze e tecniche. Ogni cosa suona veramente oscura e blasfema.

Cosa ci puoi dire dello split a tre con i Pandemic Genocide ed Arminius, "In The Shadows Of The Damned We Reign"?
Oh, è lo split lungamente rimandato ed atteso, pubblicato finalmente dall'etichetta polacca Old Temple. Old Temple è specializzata in pubblicazioni non standard, e producono la loro musica in strani box e layout originali. Le loro prime pubblicazioni erano solo su CDr ma ora stanno producendo solo CD. Ora come ora Old Temple è un'etichetta conosciuta e rispettata qui in Polonia. "In The Shadows Of The Damned We Reign" è uno split limitato a 1000 copie, ed ogni band ha il suo libretto separato. Questa pubblicazione è dedicata ai fanatici polacchi ma è reperibile anche da distributore stranieri. La seconda band si chiama Pandemic Genocide, e sono anch'essi polacchi. Anche la musica è death metal di vecchia scuola. Penso che questo sia il loro materiale migliore. Le cose migliori non erano così energiche, ma questo nuovo materiale è veramente impressionante! La terza band si chiama Arminius, ed è olandese. Suonano death metal ma con un suono veramente grezzo, alle volte suonano come i vecchi Deicide. Penso che ogni maniaco del death metal possa rimanere soddisfatto da questo split! 53 minuti di puro massacro!

Chi è il compositore principale della band? Quali sono le sue principali fonti di ispirazione?
Io sono il solo scrittore di musica e testi dei Soulless. Questo sistema di lavoro va avanti così dagli inizi della nostra esistenza. Ho così tante idee che non è necessario usare le idee di altri musicisti. In più, gli altri non si sono mai lamentati di questo. Sai, io porto sempre le canzoni completamente fatte. Poi insegno agli altri membri le loro parti strumentali. Solo qualche volta cambiamo qualcosa. Il vantaggio principale di questo tipo di lavoro è che tutte le canzoni nascano dalla stessa vena ispiratrice, e creano un concept integrale. La seconda parte della tua domanda è molto difficile, perché i temi ispirativi sono molteplici! Certo, potrei dire che prendo ispirazione dalle mie band modello e dalla mia musica preferita. Ma questa è solo metà della verità. Perché spesso sono ispirato anche da musica che non mi piace! O dai film che ho visto. In più, più a lungo tu suoni, più diventa facile creare qualcosa di caratteristico per te. Certo, non posso ancora dire che ho trovato il mio "stile", perché la parola "stile" è ancora troppo grossa ed ha un significato troppo forte. Ma cerco costantemente di trovarlo.

Cosa ci puoi dire dei testi dei Soulless?
I miei testi sono manifesti anti-religiosi ed anti-spirituali. Quando li leggi, alle volte potresti studiarli parola per parola, ma alle volte uso alcune metafore. E poi puoi usare il tuo senso dell'immaginazione. Faccio così perché alle volte è difficile esprimere i sentimenti in modo diretto e semplice. Poi l'interpretazione spetta a te. La maggior parte dei miei testi riguardano i leader delle religioni di massa, riguardo ai metodi di schiavizzazione dell'umanità. Amo scrivere anche nei riguardi degli archetipi sopravvalutati della nostra cultura, delle specie di "eroi" ciecamente venerati dalla società. Nel nostro lavoro precedente "Peri Psyches", ho trattato della situazione contemporanea, dei conflitti tra uomo e religione da un punto di vista moderno. Su "Summoning Heresy" scrivo anche da un punto di vista attuale, ma toccando soggetti di un passato distante. Così, ho riscoperto antiche bugie-favole e racconto di promesse non mantenute. Non faccio nulla di speciale. Semplicemente mostro tutta la scena, tutti gli atti malati della propaganda cristiana.

Ho visto che avete pubblicato uno split con un'etichetta italiana chiamata Eyes Of The Dead. Come siete entrati in contatto con essa? Siete soddisfatti del suo lavoro?
Sì! Hanno fatto un grande lavoro per noi, e siamo soddisfatti della loro cooperazione. Ed apprezziamo tutto ciò che hanno fatto per noi! Questi ragazzi sanno come promuovere le loro band. Abbiamo iniziato la nostra cooperazione nella maniera più semplice possibile, ho solo spedito loro "Peri Psyches". Hanno apprezzato tantissimo la cosa, ed in seguito abbiamo ricevuto l'offerta di pubblicare il materiale in uno split. All'inizio ci sono stati dei rallentamenti a causa della seconda band. All'inizio avevamo pianificato di farlo con i Ghouls ma l'idea è poi abortita. Dopo un po' di mesi è nata l'idea di fare uno split con la death metal band italiana Exsecrator. E questa è tutta la storia. La Eyes Of The Dead si è premurata di tutte le cose, intendo dal contratto fino alla copertina finale del lavoro. Perciò siamo molto soddisfatti! Spero di lavorare nuovamente con loro in futuro.

I membri dei Soulless sono coinvolti in qualche progetto laterale?
Panzerkampf e Sturmgewehr666 sono i miei progetti laterali / band alternative. Ma alle volte aiuto altre band in concerto quando hanno carenza di un chitarrista. Ora parliamo di questi progetti. Panzerkampf è formato da Adestroyer (è molto conosciuto nella scena ambient/noise/industrial per alcuni progetti, uno dei quali è Paranoia Inducta). Alla fine del 2005 mi ha chiesto di scrivere e registrare parti di chitarra per il suo nuovo progetto Panzerkampf. Ho accettato al volo, perché la sua idea di combinare il noise/industrial con delle chitarre metalliche e pesanti mi è sembrata molto interessante. Ha invitato musicisti provenienti da band ed esperienze musicali stilisticamente molto diverse. Ci saranno due tipi di batteria: programmata e normale, suonata da un batterista. Spero che l'effetto sia udibile a breve. Sturmgewehr666 è la mia seconda band fissa. Spero di suonare qualche concerto con questo gruppo. Ho creato questa band perchè ho scritto molti riff death/black metal che non sarebbero andati bene col profilo dei Soulless. Sturmgewehr666 è una death/black metal band rozza e veloce, di vecchia scuola. Ho invitato alcuni amici per aiutarmi nelle registrazioni. Perciò ecco Buldozer dai Belfegor (Pol) che suona la batteria e Mumin dei Deception alla voce. Stiamo registrando il nostro primo materiale: "Declaring Deathreich Decalogue". Conterrà una carneficina totalmente di vecchia scuola! Vogliamo pubblicare questa roba come split con un'altra death metal band polacca, Mesmerized. Ora stiamo cercando un'etichetta idonea. Per quanto riguarda gli Sturmgewehr666, c'è anche la proposta di realizzare qualcosa per un CD tributo ai Venom. Ma se l'idea fallirà, probabilmente useremo la canzone per lo split.

Qual'è la tua opinione sulla scena del death metal di vecchia scuola in Polonia? Io penso sia fantastica! Quali sono le giovani band più promettenti, nel vostro underground?
E' divertente quanto spesso mi venga rivolta questa domanda. Spesso in ogni intervista con la stampa straniera. Ma è una cosa buona che siate interessati alla nostra scena, che è veramente grande. Puoi trovare facilmente tante band di qualunque stile metal. Ma il più grande difetto della realtà polacca è che non esista solidarietà tra le band. Certo, ci sono gruppi che si mantengono in contatto e si aiutano gli uni con gli altri. Ma la maggior parte se ne frega degli altri. E' triste. Fortunatamente c'è un sacco di buona musica. Ci sono alcune vecchie band che probabilmente conosci molto bene. Un sacco di gruppi coltivano metal vecchio stile, ma ce n'è anche una parte che suona in maniera molto moderna. Così, come puoi vedere, l'intera scena sta crescendo, e sta progredendo. Solo talvolta qualche moda salta fuori, ma penso sia normale. Negli ultimi mesi sto ascoltando costantemente Kriegsmachine (un fottuto, grandioso black metal!!), Strandhogg, Anima Damnata, Stillborn, Witchmaster, Dies Irae, Hell-born, Throneum, Hermh, Thunderbolt, Revelation Of Doom (il loro debut "Unholy Goatfuck" spacca tutto!), Hate, Supreme Lord, Non Opus Dei o Azarath. E' solo una piccola parte di band meritevoli di essere ascoltate. Ce ne sono molte, molte di più. Valle a cercare!

Bene, questa breve intervista è finita. A te le ultime parole!
Saluti infernali per il sostegno che ci dai, amico! Spero di risentirti quando pubblicheremo qualcosa degli Sturmgewehr666! Ora, posso solo incoraggiare ogni pazzo bastardo di ascoltare "Summoning Heresy" dei Soulless!. SOSTENETE GLI ERETICI SENZ'ANIMA!


Sito internet: http://www.soulless.pl/