Shrunken & Mummified 'zine
(BRN - Marzo 2008)


L'underground non è fatto solo di gruppi musicali, ci sono tante altre persone che con il loro lavoro contribuiscono a dare un sostegno alla scena. I fanzinari sono tra questi.
E' da tempo che Shapeless aveva intenzione di presentarne qualcuno, ma per un motivo o per l'altro non era ancora stato fatto. Finalmente siamo riusciti ad organizzare un'intervista con Erik Zöldi di "Shrunken & Mummified 'zine". La sua fanzine è una delle migliori in Europa, e visto che il prossimo numero sarà il decimo, ci è sembrato giusto intervistarlo prima di questo importante anniversario.



Ciao Erik, come stai? Lo sai che sei il primo fanzinaro ad essere intervistato su Shapeless 'zine?
Ciao, amico! Sto bene, grazie. Adesso sto ascoltando un demo vecchio dall'Italia di una band chiamata Auramoth. Ottimo Black Metal, li consci? L'ho ricevuto oggi grazie ad uno scambio.
Non sapevo che questa fosse la prima intervista con una fanza. Sono felice che posso essere proprio io il primo, considero questa opportunitá come un grande onore, ti ringrazio!

Innanzitutto vuoi raccontarci come e quando hai iniziato ad ascoltare metal? Quali sono stati i gruppi che ti hanno cambiato la vita?
Tutto é cominciato quasi venti anni fa quando i miei amici piú vecchi di me mi hanno prestato cassette di Helloween, Kreator, Tankard, Wehrmacht e molti altri. Non ho passato un periodo lungo ad ascoltare Heavy Metal, ho cominciato ad ascoltare Thrash, che é stato considerato il genere piú veloce, crudele ed estremo negli anni 1987-88. Definitivamente, questi gruppi, e anche altri come Assassin, Virus (UK), Destruction, Darkness, Exodus, Death, DRI, SOD, mi hanno cambiato la vita e hanno comincato ad essere (e occupare) una grande parte della mia vita quotidiana.

Quando hai iniziato a pensare di pubblicare una tua fanzine? Come mai hai scelto di chiamarla "Shrunken & Mummified"?
La mia fanza é iniziata negli anni 1998-99. Il primo numero é uscito proprio nei primi mesi del 1999, non mi ricordo esattamente. Il nome 'Shrunken & Mummified' é stato preso da un traccia eccelente dei Pungent Stench, band austriaca, che mi é piaciuta molto.

Personalmente non ho letto i primi numeri della tua fanzine. Come era in principio? E' cambiato qualcosa dai primi numeri in poi a livello di grafica, layout, contenuti, oppure hai sempre scelto lo stesso formato e lo stesso modo di scrivere?
Non penso che sia cambiato molto. Naturalmente, ci sono dei particolari che testimoniano lo sviluppo sia a livello di grafica, sia di contenuto, ma sono pochi. Giá all'inizio avaevo lo stesso obiettivo con questa fanza: sostenere band sconoscuite nella scena Death/ Black/ Grind, e anche adesso faccio (o provo a fare) la stessa cosa. Non si trovano band famose, non hanno bisogno del supporto di una fanza piccola come la mia. Piuttosto, ci si può incontrare con band del profondo underground, che pure sono ottime, secondo me. Pure la grafica é rimasta underground, senza professionalismo, ma questo é lo stile della mia fanza, non sono io un esperto di designo e per questo motivo tutto é fatto in maniera semplice. Comenuque penso che sia migliorata un po' durante tutti questi anni, hehe.

Con l'avvento di internet il lavoro del fanzinaro è diventato sicuramente più difficile. Adesso in molti, specialmente tra i fan più giovani, si accontentano delle webzine, tralasciando le riviste cartacee. Secondo me, però, sembra che negli ultimi due-tre anni qualcosa stia cambiando. Ci sono ancora molte fanzine in circolazione, sia vecchie che nuove. Secondo te si sta verificando una leggera inversione di tendenza?
É una questione molto difficile da rispondere. Si, le webzine sono sempre di piú negli ultimi anni, e di sicuro ci sono meno problematiche ed è piú economico lavorarci. Quindi molti giovani fondano una webzine, ma purtroppo a molti manca una base per un lavoro come questo. La base di cui parlo non é fisica ma mentale, e si deve cercare nell'attitude e competenzia musicale delle persone. Così tutti possono creare una webzine, non costa niente, é possibile scrivere merda del genere nel tempo libero, ma quando qualcuno deve trascorrere un lungo processo prima di pubblicare una fanza stampata (a partire dalle lettere scritte a mano fino a stampare e distribuire il risultato finale), io penso che ci sia bisogno di un lavoro piú profondo, fanatico e comprensivo. Spero che sia chiaro, non lo posso spiegare piú precisamente in italiano. É vero che per un certo periodo non ci sono state molte fanze, ma adesso per fortuna si possono sempre leggere nuove pubblicazioni. E questo mi fa felice.

So che sei in contatto con alcuni fanzinari, con i quali vi scambiate i numeri delle vostre fanzine. Quali sono quelle che apprezzi maggiormente?
Ne apprezzo molte, forse ad un certo livello apprezzo tutte quelle che ricevo. Naturalmente, ci sono fanze che mi piacciono piú, ma leggo sempre buona parte di tutte. Scambio molto, per questo ho una grande collezione di fanze. Non posso menzionare quali mi sono piacuite di piú, ma faccio una lista di quelle che ho ricevuto recentemente: Demons Jail (dal Chile, il primo numero, è ottimo!), Scriptorium (da Cuba, scritto in spagnolo, non capisco molto, hehe), Per'antara'an (dalla Malesia, una vera old school, cut-and-paste fanza), Riddle of Steel #4 (dalla Repubblica Ceca, total pro-mag, ma con gruppi underground), Poppy Plants (da UK, piú orientato al Grind/ Hardcore/ Punk), Zapisnik #2 (un'altra pietra preziosa della vecchia scuola, dal Montenegro, maggiormente nel Black Metal), Abysmal Sculptures (Singapore) e Virus (Malesia), e molti altri che ti potrei raccommandare.

Di solito quante copie stampi di un numero di "Shrunken & Mummified"? Riesci a pareggiare le spese, oppure ti capita di rimetterci dei soldi? A quali distro ti appoggi per distribuire la 'zine?
Ogni numero di Shrunken dal #7 é uscito in 300 copie. No, assolutamente non riesco a pareggiare la spese, questo lavorare ad una fanza stampata é una grande perdita di soldi, ma allo stesso tempo anche una passione che non sarà ostacolata da una misera questione economica. La maggioranza delle copie le distribuisco per scambio con altre fanze o distro, quindi S&M ha una grande distribizuone nel mondo, dalla Malesia all'Argentina. Adesso non vado in dettaglio a enumerare queste piccole attività underground perché sono molte e sono sicuro che per la maggior parte siano sconoscuite ai lettori.

Quando è che un gruppo merita di essere intervistato nella tua fanzine? Dai importanza soltanto alla qualità della musica, oppure cerchi di privilegiare in primo luogo i gruppi sconosciuti, a patto che lo meritino?
Penso di non avere ancora fatto allusioni su questo. Innanzitutto, i gruppi dovrebbero essere sconoscuiti, ma sicuramente devono anche avere delle qualitá. Naturalmente, doverbbero avere un'attitude underground, e non da rockstars, questo fatto é molto importante.

A me piace molto come è impostata "Shrunken & Mummified": ci sono tante interviste con domande pertinenti e originali, un sacco di recensioni a fanzine, album, demo e vinili, scene report di paesi "esotici", una bella grafica e un'impaginazione chiara e senza spazi vuoti. Sapresti dire quali sono i maggiori pregi di "Shrunken & Mummified" e quali i difetti, ammesso che ce ne siano? C'è qualche aspetto che vorresti migliorare?
Grazie per i complimenti! A dirti la veritá, non sono soddisfatto con la mia fanza al 100 percento. Il contenuto é OK, ma spesso ricevo materiale che non mi piace e sono sicuro che anche i lettori non siano interessati, e quindi questo materiale (che di solito riceve una recensione negativa, perché trovo di dover essere il piú onesto possibbile) non merita di occupare il posto di altre uscite migliori. Ricevo molto materiele da recensire, per questo motivo il font-size é piccolo, il che mi non piace ma é impossibile usarne uno piú grande perché devo comprimere tutto in 36-40 pagine (a causa delle tariffe postali alte). Anche la grafica potrebbe essere piú bella, vorrei usare sempre piú la tecnica del cut'n'paste, ma alla fine non ci riesco mai, perché mi manca il tempo (fare taglia e incolla perfettamente prende molto tempo), e inoltre ho paura di come eseguire la stampa,se ci saranno problemi e così via...

Il prossimo numero sarà il decimo. Avresti immaginato di raggiungere un traguardo così prestigioso quando iniziasti a lavorare alla tua fanzine? Hai in programma qualcosa di particolare per celebrare questo anniversario? Puoi anticiparci qualcosa sui gruppi che hai intenzione di includere? Quando uscirà il #10?
Si, il prossimo numero sará il giubileo. Ho paura, perché io dovrei fare qualcosa di straordinario per celebrare questi dieci anni di fanza, ma al momento penso che non sará niente altro che il prossimo numero di S&M. Comunque, ho qualche progetto in mente, per esempio mi piacerebbe mettere una pagina da ciascuno dei vecchi numeri nel decimo, e scrivere alcune righe su ciascun gruppo, su cosa hanno ottenuto negli anni da quando li ho intervistati, dove sono adesso etc. Ma giá non sono sicuro di questo. Ho cominciato a lavorare al numero nuovo solo in questi giorni, dunque sono sicuro che non sará pubblicato prima dell'estate. Non so niente neppure dei gruppi...

Passiamo ora a parlare dei tuo gusti musicali. Quali sono i generi che preferisci? C'è una scena in particolare che ti entusiasma al momento? Ti piace la scena ungherese, o ci sono troppi pochi gruppi di valore?
Preferisco la musica underground! A dirti la veritá, ascolto molti tipi di musica, dall'HC/ Punk al Black/ Death. Questi ultimi giorni/ mesi ascolto Grindcore piú di tutti. La migliore scena é in Repubblica Ceca, questo é sicuro. Molte band, etichette, festival e fan... Dall'Italia attualmente preferisco l'HC/ Punk. In passato la Slovacchia aveva una grande scene Death Metal che amevo molto, ma sfortunamente non ci sono molti gruppi lì. In Ucraina, per esempio, ci sono band Black Metal che mi piacciono moltissimo - hanno un sound particolare. Parlando del mio paese, non c'è molto da menzionare, esistono gruppi di tutti i generi, ma non molti, quindi non possiamo parlare di una 'scena'. Non ci sono fanze (solo 2-3), concerti solamente a Budapest, non ci sono fan che vogliono fare conoscenza con molte band piccole che non si presentano su Metal Hammer etc.

Quale è il tuo formato preferito: cassetta, vinile o CD? Preferisci avere le copie originali di un album o un demo, oppure non ti cambia niente se sono duplicati o masterizzati? Ci sono dei dischi ai quali sei davvero affezionato? Hai qualche rarità nella tua collezione?
Al primo posto c'é il vinile, dopo casetta e finalmente CD... Preferisco copie originali, ma ho molto materiale duplicato o masterrizzato nella mia collezione. Non ci sono problemi per me, quando ho una release sono interessato ai testi, alle copertine e cosi via. Penso che tutto questo contribuisca a realizzare una parte dell'arte, non esiste soltanto la musica. Davvero affezionato? A molti, hehe! Per esempio: Death - „Leprosy": un lavoro perfetto, dalla copertina all musica. Ma questo é vero per quasi tutto il materiale dell'era d'oro del Death Metal. Adesso sono affezionato da split LP di Jilted (Italia) con Murder Disco Xperience (Germania), Rubufaso Mufuko CD (Cechia), Dirt (UK punk, vecchio materiale del 1983!), demo dei Death Invoker (Chile), From Ashes Rise/ Victims split CD, Throneum (Polonia ) e moltssimi altri...Raritá? Non ho mai pensato a questo, non lo so. Ma ho qualche vecchia demotape di piccoli gruppi ungheresi che neanche gli stessi gruppi non hanno piú, hehe...

So che gestisci una piccola distro, l'anno scorso mi inviasti un catalogo via mail. Stai continuando a lavorare anche su questo fronte?
Questa distro list adesso si é transformata una trade-list. Alla gente non interessa più comprare democasette o fanze, quindi non bisogna creare una distro. Scambio molto, sono in contatto con molta gente di questo tipo e per questo motivo ho una lista di novitá, ma solo per scambiare... Questa soluzione non é la piú economica, onestamente...

Nel numero #9 di "Shrunken & Mummified" tiri una valanga di merda su Christian Felipe Paucar Toledo, uno dei più grandi rip-off in circolazione. Hai avuto a che fare con lui, oppure lo conosci indirettamente? Vuoi fare una lista dei vari personaggi che ti hanno fregato e che ancora continuano a rovinare l'underground?
Con questa merda ho scambiato solo qualche e-mail... Naturalmente, lui voleva tanti titoli, ma fortunamente le informazioni negative sono in circolazione nell'underground e lo sapevo che questo é un rip-off, il più grande della storia dell'underground. Qui ho deciso di presentarlo , hehe. Si, anche in futuro intendo informare la scena se vermi come questi appaiono...

Cambiamo ancora argomento. Mi incuriosisce sapere come mai hai deciso di imparare l'italiano. Hai frequentato dei corsi, oppure studi per conto tuo? Cosa ti affascina di questa lingua e, in generale, dell'Italia? Sei mai venuto nel nostro paese?
Tutto questo interesse é comincato quasi cinque anni fa, quando ho avuto la possibilitá di studiare a Trieste per tre mesi grazie ad un programma dell'università. Quella era la prima volta per me nel tua paese, ma tutto mi ha affascinato, della lingua ai monumenti di storia etc. Ho comincato di studiare la lingua lì, e tornato in Ungheria ho continuato a impararlo. Avevo almeno quattro insegnanti privati in cinque giorni, e naturalmente leggevo, studiavo anche per conto mio quasi tutti i giorni. Nei miei proggetti futuri voglio spendere molto tempo in Italia, quindi se qualcuno mi puó offrire un lavoro, mi scriva immediatamente, hehe!

Oltre alla musica, ai concerti, alla fanzine e allo studio dell'italiano, chi è Erik Zöldi nella vita quotidiana?
Chi lo sa... Questa é questione il piú difficile di tutto. Oltre a quello che hai menzionato, sono un insegnante d'inglese in un liceo dell'Ungheria, ma sono sicuro che non durerà a lungo questo... la relazione di 10 anni con la mia ragazza é finita non molto tempo fa, e quindi non ho piú motivo di restare a lungo in questa cittá (infatti mi sono trasferito mezzo anno fa a causa sua...). Nel mio tempo libero, altrimenti, non faccio niente di interessante, solo imparo lingue, porto avanti la corrispondenza, incontro gli amici e altre robe usuali.

Ti piace l'Ungheria? In che zona vivi adesso? Saresti disposto a trasferirti all'estero?
Forse il paese mi piace, ma la gente assolutamente no... Qui tutti pensano che al mondo ogni cosa sia loro. E per questo fanno tutto ciò che vogliono. Il problema piú severo è che questo succede anche in politica (anche in Italia! n.d. BRN), il che influenza la nostra vita quotidiana. Sono dell'Est, la zona più povera dell'Ungheria. Sì, ho in progetto di andare via in un futuro vicino, ma di questo non ho ancora parlato...

Bene, siamo ormai in conclusione. Da recensore a recensore, vuoi farmi tu una domanda?
Certo! Dimmi: se tu non fossi italiano, in quale altro luogo del mondo vorresti vivere e perché? Un'altra domanda se é possibile: c'é un lingua che volentieri vorresti imparare?

Mi sarei aspettato qualcosa di pertinente con la musica... comunque: posso dirti che tutti i paesi che ho visitato (non sono mai uscito dall'Europa) mi sono piaciuti, per un motivo o per l'altro. Mi piacciono i paesi dell'Est (dall'Ungheria all'Estonia) perché ci sono tante zone rurali e nascoste e nelle città di solito si respira un'aria frizzante e vivace quando si è in mezzo ai giovani; del Nord adoro gli immensi spazi aperti e incontaminati, e degli stati come Olanda e Germania mi attira la mentalità moderna delle persone. Tra tutti, probabilmente sceglierei la Finlandia, o comunque i paesi scandinavi, perché sono moderni, avanzati e allo stesso tempo rispettosi della natura. Non che in Italia si stia male: per me la cucina è insuperabile, abbiamo un patrimonio storico unico al mondo e una grande varietà di paesaggi naturali, ma il paese è gestito malissimo e stiamo sprecando un sacco di risorse. Quanto alle lingue, mi incuriosisce il finlandese perché è singolare, ma mi piacerebbe sapere anche il russo. Ovviamente, non avrò mai tempo per studiarle...
Grazie della disponibilità! Concludi come preferisci.

Non c'é molto da dire, perché le tue domande sono state perfette; hanno raggiunto tutti gli aspetti più importanti. Mille grazie per questo, amico, è stata una grande esperienza per me, e spero di non aver fatto molti errori da correggiere, hehe. Saluti a tutti i fan dell'underground dall'Italia!!!



Mail: korpsefire@gmail.com