Shadeworks
(carma1977 - Giugno 2002)


Abbiamo intervistato via e-mail Arnaud, padre padrone degli Shadeworks, ragazzo di origine belga, ambizioso ma umile, due qualità molto spesso difficili da riscontrare contemporaneamente ma che traspaiono dalle sue risposte. Le risposte di Arnaud sono scritte in una forma di italiano non totalmente perfetta ma proprio per questo personale, il tutto perché Arnaud ha vissuto per 6 anni in Italia per poi rientrare in Belgio, quindi non preoccupatevi.
(ci tengo a ringraziare personalmente Arnaud per l'estrema gentilezza e disponibilità nei nostri confronti, solo per questo merita supporto - nd teonzo)



Ciao Arnaud, presentaci gli Shadeworks, dalla loro nascita sino ad oggi.
Ciao Carlo, allora per quanto riguarda il line-up degli Shadeworks, c'è davvero poco da dire visto che suono tutto io. La storia del progetto invece è un po' più complicata. Ho cominciato a registrare roba mia nel 1998. Avevo poco materiale diciamo "adatto" alla registrazione della mia musica ma mi sono comunque ritrovato con una demotape 100 per cento autoprodotta e "auto-suonata". Ancora non c'era canto a quell'epoca perchè lo stile era un po' più grezzo di quello che è diventato oggi. Il demo si chiamava "Endless Snowfields" e conteneva 4 songs strumentali. Adesso ovviamente è sold-out... e forse è meglio cosi. Non che sia uno schifo, ma sai come sono generalmente i primi lavori... Il secondo demo l'ho registrato due anni dopo con l'intenzione di farmi notare dalle zines e la gente underground in generale... Le recensioni che sono state pubblicate e la stupefazione di tutti quelli che hanno avuto l'occasione di ascoltare "Light Hiding In 8-D Architectures" mi hanno fatto capire che ero sulla strada giusta. Poi nel mese di aprile dell'anno scorso, ho registrato "Sooty Limbs" che è quello che hai recensito te sulla Shapeless zine... Adesso penso che il demo ha provato che sono capace di fare musica come si deve e spero che presto potro' registrare un full-length, magari con l'aiuto finanziario di qualche label... chissà?!...

Se hai letto la recensione, avrai notato che ho avuto molta difficoltà a descrivere la proposta degli Shadeworks, che gruppi sentiresti di accostare alla tua musica?
A dir vero, io penso che la recensione l'hai fatta piuttosto bene perchè hai notato quel che doveva essere notato. C'è sempre poi gente che puo' parlare di più o più precisamente del mio demo, ma l'importante è l'impressione generale che un demo produce, no? E mi sembra che la tua sia stata positiva, quindi ne sono contento... e tu sei stato bravo per la rece... Se proprio vuoi sapere quali gruppi accosterei alla mia musica, non so... A parte quelli citati da te, direi che si possono raggiungere i Katatonia, ma poi se ti dico cosa ascolto generalmente, forse non capirai. Nel genere Metal mi piacciono un casino i Beyond Twilight, Stonehenge, Pain Of Salvation... molto roba progressiva... e poi, ti devo dire che apprezzo anche roba che non c'entra assolutamente un cavolo con quel che suono io, del tipo Bjork, Terje Rypdal, Allan Holdsworth, eccetera... Ascolto molta musica differente a parte roba del tipo rap, soul, techno e tutto quello schifo che trasmettono sulle reti commerciali come MTV...

Parlami dei testi? Possibilmente descrivendo canzone per canzone.
Parlare dei testi non è un problema per me ma non so mai se mi spiego bene... Comunque me l'hai chiesto e io ti rispondo... Allora... i testi, globalmente, riguardano il dualismo e i suoi numerosi aspetti. So bene che ci sono già un po' di scrittori o psicologhi che hanno scritto roba sul dualismo, ma io sviluppo questo soggetto da un punto di vista esclusivamente personale. Ci sono anche molteplici parti nelle quali faccio un bel miscuglio con i miei sogni, l'aldilà, la luce e l'oscurità eccetera... Descrivere tutte le canzoni sarebbe davvero un lavoro troppo lungo perchè sono tutte storie che possono essere interpretate in varie maniere e non c'è niente che puo' essere capito "male". Voglio dire: non c'è nessun messaggio come nella Bibbia per esempio. Se dico una cosa, me ne frego di come la gente lo capisce. Ognuno ha il suo cervellino e se leggi i miei testi vedrai che potrai sempre divertirti e immaginare roba strana senza dover fare sforzi. No, spiegare i testi è orribile. Mi ricordo della scuola e le infinite spiegazioni su Dante, l'epica, e tutte queste cose che vanno lette, non spiegate! Scusateci professori, ma che palle mi avete fatto!

Quale parte della tua personalità trova spazio negli Shadeworks che non trova negli Icy Winds?
La parte oscura. Ma non quella di Skywalker. Quella mia. Si potrebbe dire che con gli Shadeworks sono totalmente libero. Al 100 per cento. Con gli Icy Winds, devo far in modo che tutti siano contenti con quello che suonano. E' un lavoro differente. Ma non vorrei che tu credessi che mi piace di più un gruppo o l'altro. Sono due cose distinte ed hanno entrambi la loro importanza per la mia "salute musicale"...

L'aspetto che non mi ha convinto del tutto è la tua voce, è un ruolo che copri provvisoriamente, oppure, dato che il gruppo è un tuo progetto personale, può essere rappresentato solo da te?
Il problema della voce è colpa mia ma anche della registrazione. Ti assicuro che ho già sentito un mucchio di cantanti che fanno estremamente schifo e che sono stupendi quando si sono pagati lo studio a 300 mila l'ora... E il problema per il mio demo è che l'ho registrato da solo e non avevo mai pensato che potrei cantare in un altro modo... Il risultato ha convinto un po' di gente, ma non tutta... C'è gente come te che preferirebbe un'altro cantante e ti capisco benissimo... Ma devo dirti che quest'ultimo anno ho imparato un po' di cose, un po' di tecnica... e sono sicuro che la prossima volta che cantero' il risultato sarà del tutto differente... Non ho mai pensato di prendere un cantante perchè senno' poi il progetto che è tutto mio diventa un gruppo, e il gruppo ce l'ho già... No, magari ci potrebbe essere qualche guest nel futuro, per un brano o due, ma io devo cantare quel che scrivo, senno' il cuore non c'è più. Senza feeling, Shadeworks non vuol più dire niente...

Dalla biografia mi sembra di capire che i contatti anche all'estero non ti mancano, a più di un anno di distanza dall'uscita, puoi tracciare un bilancio generale per "Sooty Limbs"?
Il bilancio è estremamente positivo. Le recensioni sono eccellenti, la gente che si è beccata il demo è contentissima, ma le labels che hanno ricevuto il demo non sanno cosa fare perchè lo stile è poco solito... e poi è un solo-project... Ma se nessuna label mi aiuta, mi sa che cerchero' di risparmiare un po' di soldi per fare la mia label! E' già da un paio di anni che pensavo di fare questo, ma adesso mi sa che non dovremo aspettare tanto per arrivarci...

Visto che negli Shadeworks ci sei solo tu, come risolvi il problema dei concerti?
Non lo devo risolvere perchè gli Shadeworks non devono fare concerti. E se poi i fans vogliono vedermi live, basta che vengano a vedere gli Icy Winds. Tra un annetto dovremmo essere pronto con 10 canzoni che saranno registrate per un concept-album e faremo anche apparizioni live... E poi magari suoneremo un brano mio, non si sa mai?!...

Il Belgio non è mai stato protagonista nella scena metal, ma credo che l'underground sia sempre in fermento, secondo te quali sono le proposte più valide?
Scusa ma il Belgio è un grandissimo scherzo. La gente qui è totalmente stupida e se non c'è niente di valido è per questa ragione unicamente. La mentalità della persone è davvero da far piangere e poi queste stesse persone pensano che hanno ragione e che il Belgio è solamente "maledetto". No, la verità è che loro sono maledettamente scemi! Con questo capirai che sono vergognoso d'essere Belga, davvero... Se avessi un mucchio di soldi andrei in un altro paese... Per concludere con questa magnifica risposta devo aggiungere che qualche persona simpatica c'è qui... eh si, non puo' essere TUTTO negativo... e lo sanno bene chi sono. Vi saluto tutti!

Quali album stai ascoltando ultimamente?
Poco fa, ho scoperto i genialissimi Stonehenge con il loro album "Angelo Salutante" e poi, tra le novità interessanti, ho ascoltato i nuovi album dei Root, dei Kaipa, l'ultimo dei Wizards anche lui è molto bello... i Mind'Eye, i Raunchy... tra i demos recenti che ho ascoltato, mi sono piaciuti quelli dei Greyswan, degli Eyekon, il nuovo degli Eostenem... Karelia, Biomechanical, Archetype... Sai, ricevo un casino di dischi perchè scrivo per la Beyond Webzine. L'indirizzo è http://www.beyondwebzine.com

Ho apprezzato moltissimo la veste grafica, cosa rappresenta la copertina?
Eh, questo me lo chiedono tutti... hehehe... Se guardi bene, riconoscerai il volto di una streghetta di paglia... la foto è stata un po' truccata, ma mi sembre assai "naturale". Devo dirti che per me è importante che la cover rappresenti qualcosa di che sia direttamente collegata con il mondo strano e le atmosfere stregate dei Shadeworks. Ci sono tanti gruppi che si fanno fare una cover che poi non c'entra un tubo con quel che suonano, ma io non penso cosi'...

Questo è tutto, ora puoi scrivere quello che vuoi per convincere i lettori di Shapeless della bontà di "Sooty Limbs".
Eh no, questo non lo posso fare. A che serve dire "comprate questo" se lo dicono tutti? I fans non comprano più niente se non c'è gente come te per dire che il CD è valido... Ma mi sembra che lo hai già fatto, quindi non mi rimane che dirti ciao, grazie moltissimo e... ci risentiamo quando ho registrato l'album! E voi lettori, comprate 'sto demo!!! Anche se non serve a niente dirlo...;-)