Psilocybe Larvae
(MoonFish - Dicembre 2003)


Come due schioppettate sono giunti alle mie orecchie i due album "Stigmata" ed "Agony" dei russi Psilocybe Larvae. Per il mio cervello sono stati due album gemelli, ma solo perché li ho ascoltati entrambi nello stesso momento. Andate a rileggervi le recensioni e vi renderete conto di chi stiamo parlando! Per chi non ne ha voglia, dico solo che siamo al cospetto di una band sorprendentemente matura, che nella loro musica sintetizza il meglio di black metal, death metal e doom metal. Come dicono loro, dividono la musica dalla merda, e prendono solo la musica. La parola al frontman Vitaly.



Questa è una domanda di routine che chiedo sempre a tutte le band che devo intervistare per la prima volta: come nasce il vostro nome? Perché avete scelto di chiamare il vostro gruppo Psilocybe Larvae?
Il nome della band è stato preso dalla canzone dei Tiamat "Whatever That Hurts", e veramente non posso spiegare perché. Ho letto i testi di Edlund e quell'espressione ha semplicemente conquistato la mia mente.

Raccontereste ai vostri nuovi potenziali fans la storia degli Psilocybe Larvae?
Gli Psilocybe Larvae sono stati formati nel 1996 a Vyborg, da me. Abbiamo subito registrato un demo chiamato "Liar", e con quel materiale abbiamo iniziato a suonare in diversi locali. Nel 1997 abbiamo partecipato alla compilation "Russian Alternative Extreme Music" con il brano "Death Is Not The End". Nel 2000 è stato registrato il primo album "Stigmata", che nel 2001 è stato pubblicato dalla Black Side Productions. La stessa etichetta ha pubblicato nel 2003 il nostro secondo album, che si intitola "Agony". Durante l'esistenza della band ci sono stati alcuni cambi di formazione, ma ora siamo: Vitaly, il sottoscritto, chitarra e voce; Oleg, basso; Andrey, chitarra; Alan, batteria; Den, tastiere.

E cosa c'era prima della vostra esistenza?
Prima di formare gli Psilocybe Larvae suonavo semplicemente la chitarra, ascoltavo musica, bevevo birra e studiavo. Il primo gruppo metal col quale ho iniziato a suonare si chiamava Corpsgrinder, e faceva death metal. Ma ho sempre voluto fare della musica mia, e così ho fondato gli Psilocybe Larvae.

Da "Stigmata" ad "Agony", qual è stato il vostro percorso? Che cosa è cambiato, in particolare?
"Stigmata" è il resoconto dei primi quattro anni della nostra esistenza. "Agony" è un album più professionale, noi siamo cresciuti e così ha fatto la nostra musica. Tra i due album abbiamo preso un nuovo chitarrista ed un tastierista. Infatti in "Agony" potrai sentire più parti di tastiera, ma nonostante questo l'album suona più pesante. Anche se i due album sono diversi penso che abbiamo mantenuto la stessa atmosfera, mi piacciono entrambi.

E tutti e due gli album sono pubblicati dalla stessa etichetta. Come siete entrati in contatto con la Black Side? Siete soddisfatti del loro lavoro?
Siamo semplicemente amici di Viktor, il boss della Black Side Prod. E' il titolare di un negozio di rock'n'roll a San Pietroburgo. E' da parecchio che voleva fondare un'etichetta ed il nostro primo album è diventato il suo primo esperimento. Viktor è molto occupato, per cui la distribuzione non è buona. Ovviamente, non ne siamo soddisfatti. E stiamo cercando un contratto con un'etichetta più grande.

Ho notato molto misticismo nel concetto degli Psilocybe Larvae. Quali sono le vostre opinioni a proposito di misticismo e religione?
La nostra musica e il nostro essere sono al confine tra la vita e la morte, e questo è il nostro misticismo. La religione è un potente strumento per schiavizzare la mente umana. Molti ecclesiasti ne fanno uso. Li odio. Non voglio essere uno schiavo.

Black metal, death metal, doom metal. Cosa vi piace e cosa non vi piace di questi generi?
Black metal, doom metal o death metal, non è importante come si chiami. Io penso solo che o è musica o è merda.

Com'è la scena metal in Russia, dai fan alle band?
Ci sono parecchie band in Russia. Ma sono costrette nelle loro regioni. Sai, la nostra nazione è molto grande, ed è molto costoso spostarsi dalla nostra città alla Siberia, per esempio. Senza dubbio il più della vita metal si svolge a San Pietroburgo e a Mosca. Di concerti ce ne sono regolarmente. Ed ai fan piace fare headbanging davanti al palco!

Suonate spesso dal vivo? Come risponde il pubblico alla vostra musica?
Suoniamo principalmente a San Pietroburgo, a volte a Vyborg ed a Mosca. Ai fan piace la nostra musica, davvero. Come ho detto il territorio è molto vasto e spesso le città sono molto distanti l'una dall'altra. Non tutti i promoter sono in grado di pagare le spese di viaggio.

Cosa c'è nel futuro degli Psilocybe Larvae? Qualche progetto particolare?
Al momento stiamo scrivendo nuove canzoni, e spero che avremo abbastanza forza da realizzare un buon disco. Poi, il nostro tastierista suona nella dark metal band Empire Of Crimes, mentre il nostro secondo chitarrista ha un progetto death metal.

Ordinate ai nostri lettori di comprare i vostri album, con le vostre ultime parole (in quest'intervista, naturalmente!).
Non guardate la TV, e comprate i nostri CD! In Italia potete ordinarli tramite la Black Tears Of Death.
Stay Metal!

Mail: vital_pslr@mail.ru
Sito internet: http://www.pslr.h10.ru/