Novembre
(MoonFish - Febbraio 2002)


Non chiedetemi chi sono i Novembre, ché m'incazzo. Ogni metallaro italiano che si rispetti dovrebbe saperlo bene! Perché sebbene siano già piuttosto noti, dopo quattro album di quel livello non lo sono abbastanza!! Comunque ecco a voi il resoconto di quattro chiacchiere virtuali che ho fatto con Carmelo.



Ci presentereste la vostra formazione attuale? Trovate che vi siate finalmente stabilizzati?
Ok, siamo io (Carmelo, chitarra/voce), Massimiliano (chitarra), Demian (basso) e Giuseppe (batteria). Apparte il fattaccio di Alessandro Niola che ha dovuto lasciarci x trasferirsi a Milano, posso dire che io Giuseppe e Massimiliano suoniamo insieme da 7 anni, il che è un record assoluto (escluso me mio fratello). Massimiliano ha iniziato a suonare la chitarra con noi nel '95, anche se ufficialmente ci è entrato nel '97. Sfortunatamente quest'estate, durante le registrazioni di Novembrine Waltz abbiamo dei momenti di vero stress mentale che ha portato ad un quasi scioglimento del gruppo. Massimiliano decide di lasciare il gruppo, ecco perchè non compare nella line-up e nelle foto. Aveva ufficialmente lasciato i Novembre. Fortunatamente abbiamo avuto modo di parlare, chiarirci e passare delle serate tutti insieme ad analizzare cosa non andava. Poi il periodo del tour con Katatonia e Opeth ci è servito da test, per vedere se era possibile andare ancora avanti insieme. E' andato tutto bene e adesso Massimiliano è rientrato ufficialmente.

Avete già iniziato a pensare al futuro?
Al futuro, cioè alle prossime mosse del gruppo ci pensiamo ogni giorno. Vediamo cosa verrà fuori!

Le vostre vocals sono un continuo altalenare tra voci pulite, growling e screaming, oltre che tra la lingua inglese e quella italiana. C'è un perché? Oppure fate solo come vi viene?
La seconda! E volendo, anche la prima! Nel senso che per qualche motivo siamo molto apprezzati in patria, percui se mi balza in testa di scrivere due frasi in italiano, sono sicuramente incentivato nel farlo dal fatto che la cosa farà molto piacere a coloro di lingua italiana. L'alternare del tipo di voce dipende invece da due fattori predominanti. Uno, dal tipo di intensità che il passaggio musicale richiede. Due, le nostre radici musicali, basate sul Death/Thrash/Black degli ultimi 20 anni, ma anche dal pop/rock di questi ultimi 20 anni.

Come siete giunti alla collaborazione con Ann-Mari Edvardsen [geniale vocalist dei 3rd And The Mortal del secondo periodo. Nd MoonFish]? E come mai avete utilizzato la sua voce proprio per una cover?
Ho contattato Ann-Mari Edvardsen telefonicamente proponendogli l'idea di cantare una cover di Kate Bush, che lei adora. Fortunatamente ha accettato. Se avessimo avuto più tempo e se lei fosse stata più libera da impegni lavorativi avremmo trovato chissà quante parti in tutto il disco. Ma cosi non è stato. La cover di Kate Bush richiedeva la voce di una donna. Non sarei mai potuto arrivare a quelle tonalità. Non avrei neanche potuto cantarle un ottava sotto, un baritono su Cloubusting sarebbe stato ridicolo. Ann-Mari Edvardsen è una delle mie cantanti preferite e Painting on glass e In this room che ha fatto con i mitici 3rd and the Mortal sono dei capolavori assoluti. Non smetterò mai ringraziare un mio amico per avermeli fatti conoscere. Con i 3rd, mi ero fermato ai primi due!!!

Nel vostro ultimo album trovano spazio numerose citazioni: Verdi, Tchaikovskij, gli stessi Novembre e addirittura 'Funiculì Funiculà'... Come mai? Non è che vi siete esauriti gli argomenti?!
Beh, in effetti non hai torto. Ecco perchè le citazioni sono cosi ben nascoste. Praticamente irriconoscibili!!! Non ci andava di farci sgamare! Dio, non voglio neanche pensare cosa avrebbe potuto dire la gente se avesse riconosciuto il Nabucco di Verdi!!! [che fa, il sarcastico?! Nd MoonFish]

Nel booklet dell'album c'è una lista di artisti che trovi fondamentali. I Dead Can Dance sono i primi ad essere citati. Come mai? E poi... vada per tutti, ma... Marco Masini?!?!
Va bene x tutti? Pfuuu... menomale che ci hai dato la benedizione!!! Per Masini vedremo di farci perdonare la prossima volta. Cmq, Masini è citato per gli stessi identici motivi per cui sono citati tutti gli altri. Non è bello mentire a se stessi per non sentirsi fare questo tipo domande nelle interviste. Starei male con me stesso. Riguardo I Dead can Dance, posso dirti che gli artisti menzionati non sono disposti con un ordine preciso. Apparte forse il fatto che sono un po' suddivisi per affinità sonore. Forse i Dead can Dance stanno li perchè sono la scoperta che mi ha sconvolto di più recentemente. Sempre grazie a quel mio amico. Come si dice; chi trova un amico...

Vi andrebbe di dirci due parole sull'artwork di "Novembrine Waltz"? Ricordo un viso infantile anche sul 7" dei Catacomb [prima incarnazione dei Novembre, Nd MoonFish]...
L'artwork è stato realizzato da Travis Smith. Di recente ho scoperto che sta realizzando il 60% delle copertine metal di questo periodo. Per quanto lo apprezzo, se me ne fossi reso conto prima ci avrei pensato un po' prima di decidere di lavorare con lui. Comunque questo non toglie che ha realizzato, a detta di molti, una delle più belle copertine in circolazione. Il suo modo di lavorare è molto interattivo, nel senso che prima di proporti le sue, ti chiede se hai delle idee tue. Ti chiede i testi e le immagini che quei testi ti evocano e ci lavora su. Poi ti fa vedere delle bozze e via via corregge, rifinisce ecc... La bambina è stata un'idea sua. Si tratta di sua figlia. Credo si sia basato sul testo di Child of the twilight.

Sono passati più di dieci anni dai tempi dei Catacomb. Che ricordi avete di allora e del vostro rapporto con la S.O.A. [mitica etichetta romana dedicata a crust/grind/oi!/core]?
Il rapporto con la SOA è ancora vivo è vegeto, nel senso che vedo spesso Paolo Petralia ai centri sociali e ci facciamo belle chiacchiarate. A volte si fanno progetti Grind-core e sogni ad occhi aperti del genere, che puntualmente vengono rimandati. Paolo è un 'grosso' dell'ambiente Crust/Grind/Punk/Hardcore ed è grazie a lui che il nostro 7" EP The return of the ark, realizzato quando ancora ci chiamavamo Catacomb, è stato venduto letteralmente ovunque. Ha venduto la bellezza di 2000 copie e per un 7" EP sono tantissime.

Sentite ancora la necessità di confrontarvi con altri stili musicali? Cioè, avete in serbo qualche side-project? Nel passato ricordo In Devm Maledicvs [progetto black metal nel quale era coinvolto il batterista Giuseppe, Nd MoonFish]: m'è sfuggito dell'altro?
Più che altro è Giuseppe che trova sempre il tempo di partecipare a qualche progetto parallelo. E' stato membro degli Abstracta, gruppo progressive-metal che adesso si è sciolto. E poi col fatto che è fonico degli Outer Sound studios gli capita spesso di fare qualche backing vocals, o parti di chitarra per gruppi che lavorano con lui. Ultimamente però, ha tanti di quei gruppi da registrare che non ha quasi il tempo x suonare con noi!!! Io poi ho suonato il basso con degli amici in un gruppo di Crust/Punk per un breve periodo. Adesso si chiamano Branded.

Ho letto altrove che iniziate a trovare 'ingombrante' il paragone con Opeth e Katatonia, e sono d'accordo, visto che più o meno siete partiti nello stesso periodo. Ma esiste un qualche artista col quale il paragone non ingombrerebbe?
I paragoni diventano ingombranti quando sono continui, gratuiti e fatti da persone che, appunto, non sanno che i Novembre possono essere un ispirazione per gli Opeth come loro lo possono essere per noi. Il fatto che oggi vendano una marea di copie non vuol dire nulla. Per cui in realtà, il paragone, apparte i casi che ti ho menzionato prima, non ingombra affatto, ne' con Opeth e Katatonia ne' con altri gruppi di sorta.

So che a Roma avete un vostro studio di cui alcune giovani bands stanno usufruendo. Che tipo di approccio avete verso chi vi chiede di voler registrare da voi? Accettate tutti o solo i gruppi che vi piacciono?
Essendo che io non sono coinvolto nello studio di registrazione, dovrebbe essere Giuseppe a rispondere, il quale purtroppo non è presente adesso. Comunque l'approccio è uguale per chiunque. Certo che nei periodi stracolmi come questo tocca fare una selezione. Perciò si tende ad accettare lavori di gruppi che non hanno troppi problemi economici (dato che lo studio ne ha!) o che vengono supportati da etichette serie. Mi è capitato di sentire di gruppi in ritardo pazzesco con i pagamenti. Mmm... però ci voleva Giuseppe, pazienza!

Vorreste urlare qualcosa al mondo? Fatelo qui e ora!!
Grazie Osama

Un'ultima cosa: perché Novembre?
Al quel tempo ('93) eravamo alla ricerca di un nome che non ci rilegasse automaticamente agli Entombed e Dismember. Neanche volevamo scadere nella nuova tendenza tipo My Dying Garden of Roses with Thorns ecc... Mi è statato in testa questo nome che, pur restando in italiano, suonava bene in tutti i paesi. E fortunatamente ha funzionato. I motivi intrinsechi possono essere tanti, come il mese di nascita sia mio che di Giuseppe. O un pezzo di De Andrè che mio padre si sentiva spesso. Vallo a sapere!