No Fear
(Frozen - Marzo 2002)


Ecco l'intervista fatta via mail con i siciliani No Fear.



Cominciamo introducendo la vostra band ai lettori.
[Andrea] - I No Fear si sono formati da circa cinque anni dopo qualche cambiamento, la line-up si è consolidata con i seguenti elementi: Peppe Cristaudo (Guitars) da cui nasce il progetto No Fear sostenuto da Andrea Ricciardini (Drums); Dario Tiralongo (Vocal and Keyboards); Massimiliano Ricciardo (Bass and Keyboards). Il genere che proponiamo è Heavy Metal con influenze che spaziano dall'Hard Rock al Power e al Prog. Dopo il primo "Demo'97" abbiamo autoprodotto il Full-Lenght "Our Saying" il quale sta ancora vendendo parecchio.

Ascoltando il disco la prima cosa che ho notato è la produzione piuttosto buona per essere un disco autoprodotto, dove avete registrato il disco?
[Andrea] - Il Disco è stato registrato alla Track Records di Tremestieri- Etneo (CT). Colgo l'occasione per salutare Riccardo Samperi, mentre il Mastering è stato effettuato al Nautilus di Milano.

Avete accordi in vista con qualche record label?
[Andrea] - Stiamo quasi per firmare con due case di distribuzione la Nightmare, e la francese Brennus. In questo modo ci potremo assicurare una vasta copertura di territorio per quanto riguarda appunto la distribuzione.

Parliamo delle bands che più vi hanno influenzato: a me è parso che siate dei fans degli Iron Maiden e che molte canzoni li ricordino, specialmente nelle linee vocali. Confermate la mia impressione?
[Andrea] - Tutti conoscono gli Iron Maiden ed è ovvio che sono un gruppo che ha influenzato e che continuerà ad influenzare in una qualche misura chi suona H.M. Nel nostro caso gli appassionati degli Iron sono Peppe e Dario, mentre Max ed io ci indirizziamo su materiale più progressivo (insomma ci complichiamo la vita!)

A quali temi vi ispirate per scrivere i testi?
[Andrea] - Ci ispiriamo a fatti di vita vissuta o a problematiche sociali, in ogni modo cerchiamo sempre di non introdurre argomenti a sfondo politico.

Parliamo della scena metal in Sicilia, non è che ci siano poi moltissime possibilità di emergere, che ne pensate? Quali altre band siciliane reputate valide?
[Andrea] - In Sicilia ci sono parecchie band alcune valide, altre meno valide, comunque a parte due o tre casi non ho mai sentito suonare vero H.M. come facciamo noi. Però quello che manca maggiormente sono le strutture dove esibirsi e far esibire gruppi che vengono da fuori, mancando questi posti, l'unico posto dove suonare resta il classico Pub. Questi ultimi non sempre fanno suonare musica dura (…magari per evitare che la signora di sopra scenda lamentandosi del rumore…) così accade che generi musicali più leggeri vengano preferiti dai gestori dei locali.

Ascoltando il vostro disco ho avuto l'impressione che i brani migliori fossero quelli che vanno più verso il prog, come Fake Madness, pensate di sviluppare ulteriormente il vostro lato progressivo in futuro?
[Max] - Come ha già detto Andrea, stiamo tentando di giocare le carte che protendano al prog. Chiaramente non vogliamo diventare una clone band dei Dream Theater, tanto per citare la più blasonata band prog., perché il nostro stile non vuole assimilarsi a tutti gli altri stili (o almeno ci proviamo!). A dare forza al nostro ragionamento tutte le (bellissime) recensioni che hanno fatto del nostro CD, nelle quali troviamo denominazioni diverse sul nostro stile. C'è chi dice speed, altri power, addirittura prog…! Noi cerchiamo di catturare un po' qua e un po' là il meglio che si possa trovare nella musica.

Cosa ne pensate della scena crossover e nu-metal in generale?
[Max] - I nuovi generi metal rientrano tra i vari parametri delle esigenze di mercato. Onestamente non li segue nessuno di noi, ma confidiamo che essi siano il veicolo per un, perché no, ritorno a tutte le sfaccettature del metal in generale, compreso quello classico da cui è poi sorto tutto il panorama metal attuale.

Per concludere, parlateci dei vostri progetti futuri sia in studio che dal vivo.
[Andrea] - Per il futuro i No Fear stanno cercando di organizzare un mini-tour o comunque una serie di concerti anche fuori dalla Sicilia, grazie anche alla promozione che ci aspettiamo dalla Nigthmare, dalla Brennus, dalla Kick Promotion la quale sta già lavorando per noi e dai vari contatti che il nostro manager Emanuele Gentile continua a curare. Inoltre stiamo continuando con la composizione dei nuovi brani e ci apprestiamo a registrare una sorta di promo con 4 o 5 brani al massimo, con il quale cercheremo di accaparrarci una produzione.

Le ultime righe per salutare e dire ai lettori quello che volete.
[Max] - Non possiamo far altro che ringraziarti per l'opportunità che ci hai dato di dire la nostra e approfittiamo per salutare tutti i nostri fan e tutti coloro che della musica (metal) hanno fatto una ragione della loro vita.