Noble Savage
(Motley Skull - Febbraio 2008)


Dopo aver avuto l'onore di recensire il grandioso "Killing For Glory" dei Noble Savage, sono felice di poter annunciare la mia prima intervista su Shapeless fatta proprio al gruppo di Catania, che ringrazio per la disponibilità e simpatia. Grazie ragazzi! Oltre che degli ottimi musicisti siete anche degli esaurienti e coinvolgenti interlocutori!
Bhè, c'è poco da aggiungere, non vi resta che leggere! Stay heavy!!!



Un rapido salto nel passato. Quali sono state le vicende principali che vi hanno portato a formare i Noble Savage?
Innanzi tutto un saluto a tutti i lettori di Shapeless Zine. Io, Riccardo e Luca avevamo intenzione di mettere su una band per suonare la musica che più ci piaceva:l'heavy metal. Avevamo bisogno di un singer e di un drummer. In quel periodo conoscemmo Alfonso che in quel periodo militava nei 4/4, cover band di hard rock. La sua voce ci colpì e gli chiedemmo se era interessato a far parte di questo progetto. L'indomani cominciammo subito ad arrangiare "Noble Of The Sea". La band fù completa un paio di giorni dopo con l'entrata di Alfio alla batteria.

Tre aggettivi per descrivere i Noble Savage.
Mmmm... semplici, umili e con tanta voglia di suonare! Hehehehe.

Qual è, a livello compositivo, il punto d'incontro tra i membri dei Noble Savage? Avete tutti gusti musicali simili?
Fortunatamente no. Abbiamo varie influenze che riusciamo a mescolare. Cerchiamo di miscelare il vecchio al nuovo, cercando di mantenere una nostra identità.

Quali sono le band italiane che apprezzate di più? Non vi è stato chiesto di partecipare all'Italian Gods of Metal?
Magari! Ci piacerebbe poter partecipare al Gods. Abbiamo avuto dei problemi con la line-up. Per fortuna finalmente abbiamo trovato una formazione stabile.
Per quanto riguarda band italiane, ce ne sono molte che ci piacciono: White Skull, Fire Trails, Wonderland, Vision Divine, Death SS, Ancestral, Steel Raiser e molte altre. Troppe per elencarle tutte.

Qual è stato il concerto che è rimasto più impresso nella vostra memoria?
Sicuramente il Dominus Festival ed il Temple Of Power.

Credete che l'heavy metal sia un genere in decadenza? Come ci si sente a essere dei "defenders" in un mercato musicale come quello odierno?
Non credo che sia in decadenza. Credo solo che sia un genere per pochi appassionati, che se ne fregano della moda e che credono in quella filosofia di vita. Noi ci sentiamo dei normalissimi ragazzi che suonano quello in cui credono.

State per partire per l'Isola dei Famosi. Quali sono i tre dischi che infilereste nel vostro zaino?
"Heaven And Hell", "The Number Of The Beast" e ovviamente "Killing For Glory"
(cercherei un modo per portarne molti altri... heheheh).

Parliamo di "Killing For Glory". Vi è mai capitato, ascoltandolo, di voler modificare qualcosa? E' un lavoro che vi convince appieno?
Crescendo trovi sempre qualcosa che vorresti cambiare, ma per il periodo in cui è stato registrato e per l'emozioni che avevamo in quel momento, siamo pienamente soddisfatti.

"Killing For Glory" è un album che si rifà tanto allo stile dei Virgin Steele. Da dove nasce l'amore per questa band?
Beh... nasce dall'emozione che ti danno quando metti su un dischetto e lo spari a palla nello stereo, o da i video mitici di quel periodo. Come puoi non farti influenzare?

Qual è la canzone di "Killing for Glory" alla quale vi sentite più attaccati?
Non c'è una canzone in particolare, in linea di massima ci piacciono tutte. Personalmente sono più legato a "Black Blade" e "Noble Of The Sea".

"Noble Of The Sea" è un pezzo che ha compiuto sette anni. Ancora amate suonarlo? Come muta il fascino delle canzoni nel corso del tempo?
Secondo me le canzoni sono come delle ragazze che non invecchiamo mai. Ogni volta e come la prima. E' sempre un piacere suonare "Noble Of The Sea" dal vivo, anche perché vedo che molti ragazzi la cantano con noi ed è un'amozione unica vedere che altri cantano le tue canzoni.

Com'è nata l'idea di coverizzare "Dreamin'" degli Heavy Load?
L'Underground Symphony, voleva rendere omaggio a questa grande epic band degli anni '80. A noi l'idea piacque parecchio e decidemmo di coverizzare "Dreaming".

A quando il prossimo album?
Posso dirti solo che siamo a lavoro sui nuovi brani e che appena sono pronti cominceremo le registrazioni.

Vi è mai passata per la testa l'idea di trasferirvi all'estero?
Tantissime volte... più per una questione di lavoro! Hehehehe.



Sito internet: http://www.noblesavage.it/