Nightside
(teonzo - Dicembre 2001)


Parliamo (via mail...) con Matteo "CALA" Calautti, batterista dei Nightside (oltre che collaboratore di questa zine), gruppo novarese dedito ad un death metal sperimentale ed aperto alle pi svariate influenze.



Ci puoi raccontare la storia del gruppo e descrivere la line-up attuale?
La band nasce nell'ottobre 95 dall'unione di 2 band della zona del novarese e del milanese. Fino ad oggi abbiamo prodotto 3 demo ufficiali, il demo cd "Shadows Weaver" piu' svariate promo-tape che non sono pero' state vendute ma solo distribuite. Abbiamo alle spalle un contratto fallito con la Behind The Mask Rc. (piccola etichetta della zona di Varese) e numerosi concerti nei locali piu' importanti e non del Nord-Italia. Siamo partiti con uno stile pesantemente influenzato dallo swedish Black-death, Dissection e At the gates su tutti, e durante gli anni siamo migliorati e abbiamo arricchito il nostro background musicale fino a raggiungere in "Shadows weaver" un suono penso piu' tecnico ma anche piu' originale.La line-up originale e' stata modificata nei 2 chitarristi Simone e Luca i quali sono stati rimpiazzati da Marcello e Alessio, il primo con ottime doti di solista, il secondo con grande gusto melodico e ottima doti tecniche, ma importante, entrambi hanno una mentalita' musicale molto ampia e aperta.Il sottocritto , Davide (singer) e Ivo (basso) siamo quelli che tirano la carretta dall'inizio e devo dire che e' come se avessimo iniziato ieri!!!

Dove e come avete registrato il vostro ultimo demo "Shadows Weaver"? Ci sono aneddoti particolari per quanto riguarda il periodo di registrazione?
Per mancanza di fondi cospiqui abbiamo registrato il cd in un piccolo studio vicino a Novara gestito dal nostro vecchio guitar-man Simone e da suo fratello Daniele, che devo ringraziare per l'aiuto e la disponibilita' che ci hanno dato. Abbiamo utilizzato un sistema di registrazione PRO-TOOLS con il quale si lavora al computer e ti permette di gestire al meglio le frequenze e la qualita' del suono e della tua performance dinamica in studio. Purtroppo non avevamo piu' soldi per fare il passo successivo quello della mastrerizzazzione/equalizzazione che permette di alzare i volumi e rendere tutto piu' brillante e pulito. Aneddoti particolari non ce ne sono, tranne forse il giorno in cui mentre Ivo registrava la song "Rain Dance", un fulmine a colpito l'edificio e a fatto saltare tutto e bruciato completamente l'amplificatore del basso!!!

Come componete di solito le canzoni? Sono frutto di varie jam sessions in sala prove, oppure c' un compositore principale che porta al resto del gruppo le canzoni gi sviluppate?
Il compositore principale prima era Luca che portava sempre delle ottime idee che tutti noi arricchivamo poi insieme.Attualmente abbiamo deciso di fare delle vere e proprie session partendo da zero e improvvisando in sala prove, registrando tutto il materiale su cassetta e in un secondo tempo sintetizzando le parti che riteniamo migliori, "organizzandole" in vere canzoni.E' un processo stimolante e permette di seguire il tuo istinto e il tuo subconscio, facendoti trasportare dalla musica senza sapere dove puoi arrivare.

Ci puoi descrivere la vostra proposta musicale su "Shadows Weaver"?
Che dire....... sicuramente "Shadows Weaver" rappresenta una prima tappa di uno stile che stiamo cercando di creare nel modo piu' originale possibile inserendo in un contesto di death-metal tecnico diverse soluzioni che spaziano dal melodico, al progressivo, fino a qualche spunto jazz/swing e a parti extra-metal.Nel cd abbiamo 6 pezzi ognuno dei quali rappresenta una sfaccettatura diversa del nostro suono, "Abyss", "Illusion", "The Line" sono le canzoni piu' veloci e piu' marcatamente death , sempre con un tocco di originalita', mentre "Only One", "Darkness" e "Rain Dance" sono piu' sperimentali e varie nelle soluzioni proposte. Sicuramente non e' un albun diretto che colpisce al primo ascolto e non e' di facile asimilazione, ma sono convinto che sia un buon cd da cui svilupperemo in futuro uno stile piu' originale e contaminato.......

Quali sono le principali influenze musicali dei componenti del gruppo? Ed i vostri generi preferiti?
Negli ultimi anni i nostri ascolti si sono ampliati tantissimo e ti posso assicurare che se sommiamo tutti gli ascolti di tutti e 5 copriamo tutto l'arco completo della musica!!! Se pensi che tutti i nostri ascolti ricadono nella band ti lascio immaginare cosa verra' fuori prossimamente!!!

Ci puoi descrivere di cosa parlano i testi delle canzoni?
Davide e' lo scrittore del gruppo ed e' abbastanza ermetico in quello che scrive. Intendo dire che i testi non hanno un messaggio filosofico,politico o religioso ma sono delle poesie che nascono dai suoi sogni e dal suo subconscio in particolari momenti negativi o tristi............ chi legge i nostri testi puo' carpirne quello che vuole o puo' anche non ricevere alcunche'!!!

Da quanto posso intuire ti piace molto lo stile di Giuseppe Orlando dei Novembre... ci ho preso?
Diciamo che i Novembre come gruppo intero sono per noi un esempio non tanto per lo stile musicale che e' abbastanza diverso, ma per le loro doti tecniche, il loro gusto musicale e il loro essere una band professionale di livello ormai internazionale.... se tutto andra' bene il prossimo cd vorremmo registrarlo nel loro studio per avere anche dei suggerimenti in quel senso.

So che anni fa avete suonato di spalla ai Grip Inc. Com' Dave Lombardo dal vivo?
Suonare di spalla a Dave Lombardo per me che sono un batterista ti lascio supporre le emozioni e le sensazioni che ho provato..... inoltre e' stata un'altra occasione d'oro per capire e vedere come si muove una band professionista del calibro dei Grip.inc!!!

Ci puoi descrivere come si svolge un vostro concerto? Avete qualche scenografia particolare? Che canzoni e che cover proponete di solito?
Non abbiamo scenografie particolari, anzi non ne abbiamo proprio..... questo perche' suonare dal vivo per noi vuol dire trasmettere al pubblico le emozioni che in quel momento stiamo provando durante l'esecuzione del pezzo. Non ci interessa lo spettacolo, ma ci interessa che la musica sia perfetta e che il pubblico possa ricevere qualcosa di profondo, di interiore e non di superficiale. Attualmente proponiamo 1000 Eyes dei Death (SYMBOLIC) come cover, mentre in passato abbiamo suonato cover di gruppi come Dark tranquillity, In flames, Enslaved, Slayer, At the gates ecc.......

Cosa pensi della scena metal italiana, ed in particolare di quella della tua zona? Ci sono gruppi a tuo avviso meritevoli che ci vuoi consigliare di seguire?
In generale posso dire che l'underground italiano e' pieno di band meritevoli. Abbiamo un livello tecnico molto buono ma penso che il gusto musicale italiano sia superiore a qualsiasi nazione!!! Ho avuto il piacere di suonare insieme a band come Coram Lethe, Arkenemy, Edenshade, Dammercide al Chuck Schuldiner Tribute (Thunder Road) e ti assicuro che chi ha assistito all'evento e' tornato a casa soddisfatto.Devo dire che Novara e' povera di gruppi, fatta eccezione per noi , i True Endless, grandi esponenti del true-blackmetal, e i Fuzzfuzzmachine che suonano una miscela molto moderna e originale,la situazione e' molto triste!!!

Ci sono album usciti recentemente che ti hanno colpito in maniera positiva? E ci sono invece schifezze da evitare?
Devo essere sincero ma l'ultimo album che ho aprezzato e' "Blackwater Park" degli Opeth uscito ormai 7 mesi fa!!! Sono rimasto molto deluso dalle altre uscite, ormai siamo al piattume totale..... meglio ascoltare i demo dei gruppi nostrani.

Se una etichetta grossa vi proponesse un contratto economicamente vantaggioso, ma a patto di semplificare il vostro stile per renderlo appetibile ad una maggior fetta di pubblico, cosa fareste?
Difficile da dirsi, bisogna essere dentro la situazione.... il problema non sussiste peche' siamo troppo complicati perche' un'etichetta ci metta sotto contratto e quindi.......

Per un gruppo estremo come voi, essere italiani ancora un handicap (questi benedetti pregiudizi...) quando si prendono contatti con le labels? Mi spiego, ormai sembra che basti essere scandinavi e saper tenere in mano uno strumento per avere la sicurezza di trovare un contratto, e gli altri a guardare...
Ti racconto un episodio che puo' risponderti: ho contattato la Scarlet di milano del buon Stefano Longhi per la distribuzione del nostro demo-cd ai giornali e alle etichette........ lui stesso ha aprezzato il nostro lavoro e ci ha dato una grossa mano e si e' sbattuto parecchio, ma mi ha colpito una frase che mi ha detto parlando della situazione generale... mi ha detto infatti che SE FOSSIMO STATI SVEDESI AVREMMO FIRMATO PER LORO IL GIORNO STESSO ma che i gruppi ITALIANI all'estero NON HANNO CONSIDERAZIONE e NON VENDONO............ mi sembra di aver detto tutto!!!

Ultima, classica e bastarda domanda: concludi l'intervista come vuoi...
Bene, ringrazio teonzo e Shapeless per lo spazio e la disponibilita'. Ricordo che potete ascoltare le song di Shadows weaver gratis su http://stage.vitaminic.it/nightside/ e che uscira' il nostro live-ufficiale nei primi mesi del 2002 e chi volesse puo' prenotare una copia direttamente da me a v.calautti@inwind.it!!!