Motus Tenebrae
(Hellvis - Maggio 2008)


Con "Soul Expression", i pisani Motus Tenebrae dimostrano di essere un gruppo di livello, nel panorama gothic nazionale. Cerchiamo di conoscere meglio la band ed il suo nuovo lavoro grazie a questa breve intervista via e-mail.



Ciao ragazzi, i miei complimenti per "Soul Expression". Come stanno reagendo pubblico e critica nei confronti di questo lavoro?
Ciao Hellvis e grazie per i complimenti! A qualche mese ormai dalla pubblicazione di "Soul Expression" possiamo ritenere piu' che soddisfacenti le varie reazioni sia per per il lato piu' strettamente dei media,ma soprattutto da quella parte di pubblico affezionato e non, che puntualmente dimostra grande sostenimento verso di noi senza mancare un certo tipo di interesse nei nostri confronti che da un lato ci gratifica assai, dall'altro ci spinge a migliorarci ed osare sempre piu' specialmente a riguardo del futuro materiale.

Siete totalmente soddisfatti di "Soul Expression", o vorreste poterne cambiare qualcosa, se fosse ancora possibile?
Questa è la classica domanda che un qualsiasi musicista spesso e volentieri si pone subito dopo aver concluso un proprio lavoro! Beh... che dire, se abbiamo tirato fuori un certo tipo di album possiamo assolutamente ritenerci piu' che soddisfatti del lavoro svolto!!! Abbiamo messo il cuore per crearlo e con la consapevolezza che ogni album risente del periodo in cui è stato concepito ci sentiamo di dire, che oggi come oggi assolutamente niente ci sentiremo di poter cambiare o modificare.

"Soul Expression" è probabilmente il vostro lavoro più maturo, grazie ad un perfetto equilibrio tra fruibilità delle canzoni e complessità di strutture ed arrangiamento. Quanto ci avete messo a realizzare questo disco? Avete avuto tutto il tempo di cui avevate bisogno per realizzarlo, o vi siete trovati in difficoltà coi tempi?
I tempi su cui lavorare a "Soul Expression" erano molto ampi e dato che non avevamo nessun limite di tempo, ma soprattutto nessuna pressione ci ha permesso di poter agire in assoluta liberta' e tranquillita'. Fattore che personalmente riteniamo molto importante quando si tratta di pre produrre un album, in modo che ogni scelta sia valutata con il giusto criterio e che ognuno sia totalmente soddisfatto di ogni singola nota nel momento della fase di registrazione.

Ricordo di aver apprezzato molto "Wayside", ma "Soul Expression" mi sembra superiore da tutti i punti di vista.
Cosa ne pensate ora del vostro disco precedente, e quali sono le principali differenze, secondo voi, tra "Wayside" e "Soul Expression"?

Come gia' anticipato prima ogni album risente del proprio periodo in cui è stato realizzato e quindi possono essere abbastanza nette le differenza tra i due album, sempre pero' tenendo molto in superficie lo stesso filo conduttore quali melodie e impatto in primis! Amiamo e portiamo grande rispetto a "Wayside", è il disco che ci ha trasformato in musicisti professionali, che ha dato modo di poter ragionare in una certa maniera, e con "Soul Expression" abbiamo avuto la possibilita' di amplificare questo aspetto, e con il prossimo album sentiamo dentro di noi che il tutto sara' maggiormente accentuato e marcato.

In "Soul Expression" sono presenti, ed in maniera molto evidente, le due anime stilistiche dei Motus Tenebrae: una più propriamente gothic, ed una più metal e doom. Come mai avete accostato generi così diverse fra di loro? E non temete che i fans delle vostre canzoni più gothic possano trovarsi a disagio nei frangenti più metal, e viceversa?

Noi non temiamo proprio niente!!! I Motus sono lo specchio delle nostre anime in musica,dei nostri caratteri, delle nostre esperienze, dei nostri gusti che piu' o meno ci legano. I nostri background musicali possono essere talmente identici quanto paradossalmente e lievemente differenti da avere l'oppurtunita' di creare e miscelare il nostro stile,dando forma e sostanza a quello che maggiormante ci piace proporre. I Motus sono anche tutto questo: Prendere o Lasciare!!!

Come mai avete voluto inserire una cover famosa come quella di "Rain"?
L'idea di inserire la cover risale quasi ai primordi delle prime sessions in sala prove per gli arrangiamenti di "Soul Expression" è stata una sorta di tributo a questa splendida band come i The Cult, di cui nutriamo grande fonte di ispirazione specialmente per quanto concerne il loro lato piu' dark ottantiano. Naturalmente abbiamo cercato di proporla alla nostra maniera,altrimenti sarebbe stata una fotocopia da classica cover band, inserendo anche una voce femminile che duetta con Luis e tirando fuori la parte piu' ritmica enfatizzando maggiormante la parte chitarristica.

Le registrazioni di "Soul Expression" sono state effettuate ancora con Alex Reverend alle pelli, se non sbaglio. Nel libretto però troviamo già Anton Inserillo. Come mai Alex Reverend se n'è andato dal gruppo? Anton Inserillo è solo un sostituto, o è ufficialmente il nuovo batterista dei Motus Tenebrae?
No!!! Alex lascio' la band prima di entrare in studio per motivi personali e di salute, quindi è quanto meno naturale trovare Anton all'interno delle pagine del CD. Al tempo, mi chiese personalmente di potersi inserire... ne fui talmente onorato ed entusiasta che accettai immediatamente. Anton è ufficialmente il batterista dei Motus!

Ho letto che anche Franz Dima ha abbandonato i Motus Tenebrae. Qual'è il motivo della sua partenza?
I motivi della sua partenza stanno principalmente per propri motivi personali...

Ti va di presentarci Daniel Cyranna, il suo sostituto? Pensi che il suo arrivo comporterà dei cambiamenti stilistici, per i Motus Tenebrae?
Bene... iIl nuovo arrivato Daniel è il chitarrista con cui iniziai a suonare nell'epoca Killing Thrash, e quando fu il momento di trovare il sostituto provammo a fargli questo tipo di proposta che accetto' con grande entusiasmo, quel tipo di entusiamo abbinato al suo talento che sempre lo ha contraddistinto, e che siamo sicuri portera' nuovissima linfa ai Motus Tenebrae!

Come state supportando il vostro nuovo CD? Dal punto di vista dei concerti, come stanno andando le cose? Qualche data di particolare interesse?
Stiamo supportando il nuovo album con molta promozione ancora, sia per quanto riguarda le recensioni e interviste, sia dal lato piu' intimo dato che stiamo lavorando per il videoclip del singolo "World Of Senses", di cui a breve inizieremo le riprese dato che abbiamo quasi terminato lo storyboard e ad altri aspetti tecnici. Dal punto di vista live saremo presenti ad agosto al "80hz Wave Dark Festival" a Marina di Massa. E dato che stiamo valutando alcune booking agency vedremo di poter aggiungere nuove date in seguito.

Album dopo album, vi ho trovati in crescita costante. La vostra tecnica migliora sempre di più, così come il vostro gusto negli arrangiamenti. In più, la bontà delle vostre canzoni mette in mostra un talento senza fine. Cosa dobbiamo aspettarci dai Motus Tenebrae per il futuro? Avete già scritto nuove canzoni?
Esattamente abbiamo fatto tesoro di quello che abbiamo vissuto in precedenza, abbiamo ancora molto da sperimentare e migliorare provando come dici tu, a rivestire maggiormante con il massimo gusto i nostri pezzi.
Quello che senza mezzi termini sentiamo di poter dire è che senza ombra di dubbio ci saranno tante sorprese e novita' per quel che concerne i Motus Tenebrae in futuro. Cogliamo l'occasione per informare che stiamo lavorando gia' alla stesura del nuovo album che vedra' la luce nel 2009; a brevissimo includeremo una new track advanced-version dal titolo "Circles" attraverso il nostro myspace che fungera' da brano celebrativo dei primi sette anni di carriera della band e della nuova line-up. Restate sintonizzati quindi!!!

Come vi trovate con la New LM Records? Siete soddisfatti del suo lavoro?
La nostra attuale etichetta sta' facendo un buon lavoro considerando che non è una major ma una indie, e detto cio' non possiamo certo pretendere la luna! Ma apprezziamo molto il fatto di poter far parte e collaborare con una realta' dal valore storico in ambito metal italiano quale la New LM Records che è sulla piazza da oltre venti anni, e del suo direttore artistico Luigi Mazzesi autentico pioniere della scena heavy metal tricolore.

Bene, questa breve intervista è finita. A voi le ultime parole.
Ringraziamo tutti i lettori e specialmente Hellvis per questa intervista!
Vi aspettiamo numerosi presso il nostro MySpace: http://www.myspace.com/motustenebrae.
E sul sito ufficiale: http://www.motustenebrae.com
A presto.



Sito internet: http://www.motustenebrae.com/