Mater Monstifera
(Pasa - Marzo 2006)


Grazie a questa intervista, abbiamo l'occasione di conoscere meglio i Mater Monstifera, gruppo promettente dalla Repubblica Ceca.



Fino ad oggi non avevo mai avuto occasione di ascoltare gruppi boemi, e devo dire di essere rimasto piacevolmente sorpreso dal vostro primo lavoro "Zrozen Z Hrichu"; Esiste una scena black consolidata dalle vostre parti? Come sono i rapporti tra i gruppi?
Ciao. Siamo onorati di avere la possibilità di essere presentati da te, in Italia. Quindi saluto tutte le anime metal italiane. La scena metal della Repubblica Ceca è relativamente forte e, devo dire, di alta qualità. Quelli che vanno per la maggiore sono il grind ed il black metal, più tutte le loro varie derivazioni. Riguardo alle relazioni, penso che siano le stesse come in qualunque altra parte del mondo. So io quali sono le band con le quali ci troviamo bene o con le quali siamo in contrasto.

Siete autori, a mio parere, di un notevole black metal melodico, dove sono ben riconoscibili influenze di gruppi e sonorità power, metal degli inizi degli anni '90. Quali sono, quindi, i gruppi che più vi hanno ispirato ed ancora vi ispirano?
Le fonti di ispirazioni sono veramente tante. E' difficile nominare una band perché ogni membro del gruppo ascolta musica diversa. Inoltre c'è il fatto che la differenza tra i membri più giovani dei Mater Monstifera e quelli più vecchi è praticamente di una generazione. Così, come ho detto, ognuno ascolta una musica diversa, e di conseguenza anche i modelli sono differenti. Parlando di me stesso, posso affermare che i gruppi che più mi hanno influenzato sono gli In Flames, Dismember, Hypocrisy, Amon Amarth, ecc.

Particolare non secondario nella vostra musica è il cantato in lingua madre. Perché tale scelta?
Siamo un gruppo ceco, così cantiamo nella nostra lingua madre. Ciò che penso è che, nonostante nel mondo della musica l'inglese sia egemone, bisognerebbe diversificare per i fan. Non ce l'ho con l'inglese, ma per ora non trova spazio da noi.

Condivido l'uso di liriche in ceco, ma perché non inserire nel booklet una loro traduzione in lingua inglese? Essendo anche io un cantante, infatti, sono molto interessato alla lettura ed alla comprensione dei testi altrui; quali sono le idee, i fatti ed i sentimenti che più vi ispirano in fase di scrittura testi?
Certo. Non abbiamo mai pensato di tradurre i testi nel libretto, ma ci proveremo sul nostro sito. Grazie per l'idea.

In tutto il CD, rimane in risalto per il suo gusto e la sua perizia tecnica, Jitka, la tastierista. Quali sono i suoi mentori per quel che riguarda lo strumento, e come vive il ruolo di unica donna in un gruppo black?
Jitka è entrata nei Mater Monstifera da sei anni, quando aveva solo 14 anni. E' diventata parte integrante del gruppo, e non importa che sia una ragazza. Questo è il suo background: Coldplay, System Of A Down, Graveworm.

Una cosa che non ho mai apprezzato particolarmente nei gruppi black è il face-painting. Ne fate largo uso? Quale è il vostro giudizio in merito?
Lo usavamo tanto all'inizio, ma ora non utilizziamo altro che qualche oscura decorazione di scena. Non ho problemi con il face-painting, ma al primo posto ci deve sempre essere la musica. Secondo me, è propria di ogni gruppo la maniera di presentarsi.

La registrazione del CD è praticamente perfetta, non ha niente da invidiare a produzioni più importanti ed onerose; dove, ed in quanto tempo avete registrato il tutto?
Grazie. L'abbiamo registrato a Budwais, allo studio Prodigy Sound. Ci abbiamo messo circa quattordici giorni.

In fase di composizione, tra voi esiste un trascinatore, un leader, od ognuno all'interno del gruppo contribuisce in ugual misura?
Sì, io sono l'autore di tutte le canzoni, ma l'arrangiamento l'abbiamo fatto tutti assieme.

Dalla vostra biografia leggo che siete un gruppo molto attivo in sede live. Sarà possibile un giorno assistere ad un vostro concerto dalle nostre parti? Non so, in qualche festival estivo?
Sì. A noi piace diffondere la nostra musica stando sul palco, a ci piacerebbe venire in Italia quando un vostro organizzatore ci inviterà. Nessun problema.

Conoscete qualche gruppo dell' underground italiano, ed in generale vi interessate ai gruppi stranieri che come voi ancora vivono nell'underground?
L'unica band underground italiana che conosco si chiama Adimiron. Abbiamo suonato assieme ad un festival ceco. E poi i Graveworm, o i Lacuna Coil, o Drupi ahahahah! Penso che molto band straniere propongano musica di qualità.

Per finire, quali sono i vostri progetti futuri? State già componendo pezzi nuovi, cosa dobbiamo aspettarci dai Mater Monstifera nell'immediato futuro?
Ci siamo presi una piccola pausa in inverno, ma in primavero ricominceremo coi concerti e comporremo nuove canzoni. Il prossimo CD verrà pubblicato nel 2008.
Vorrei ringraziarvi ancora per lo spazio che ci avete dato nel vostro giornale. Se qualcuno avesse qualche interesse nella nostra musica, è invitato a visitare il nostro sito internet http://www.matermonstifera.pc.cz/, dove potrà scaricare qualche mp3.
Tanti saluti da Yvor e dai Mater Monstifera.


Sito internet: http://www.matermonstifera.pc.cz/