Manticora
(Linho - Giugno 2005)


I danesi Manticora ci hanno regalato alcuni mesi fa un bel CD di power metal, e questo già di per sé non è poco... Suonano metal a tratti pomposo, ma comunque cattivo e tirato, con decise influenze thrash. Le canzoni sono di valore e il gruppo dimostra di avere lo spirito giusto. "8 Deadly Sins" - questo il titolo dell'album - non sarà un disco epocale, ma risulta piacevole all'ascolto, mettendo in mostra un gruppo non originalissimo ma comunque capace e meritevole, che fonde con abilità l'epicità dei Blind Guardian di metà carriera con il riffing serrato di scuola tedesca e americana, condendo il tutto con un certo feeling darkeggiante. Onestamente non mi sembra che il genere abbia offerto molto di meglio, negli ultimi mesi.
Ne parliamo con il cantante Lars.



Ciao Lars! Prima di tutto complimenti per "8 Deadly Sins". Mi è sembrato un buon CD! E voi, siete soddisfatti?
Siamo molto soddisfatti! Il risultato finale è di gran lunga superiore alle nostre aspettative iniziali.

In poche parole, penso che le canzoni di "8 Deadly Sins" suonino come i vecchi Blind Guardian un po' più oscuri.
Il "mood" dark c'è, ma penso che il nostro suono sia più thrasheggiante di quello dei Blind Guardian. La loro influenza c'è, soprattutto per quanto riguarda gli arrangiamenti dei cori, ma sono dell'idea che come stile siamo abbastanza diversi da quello dei Blind Guardian.

Che ci puoi dire riguardo ai testi dell'album? Leggo che si tratta di un concept su un uomo che sta morendo, i suoi pensieri, le sue riflessioni...
Abbiamo inventato una storia: un uomo che segue fedelmente la parola di Dio, senza mai commettere nessuno dei sette peccati capitali, contro i quali la Chiesa ha predicato per anni.
Ad un certo punto sviene per strada ed è portato in ospedale; i dottori gli trovano addosso le "stigmate" in otto parti diverse del suo corpo. E mentre giace sul letto riflette pensando ai peccati commessi e arriva alla conclusione che tutti noi abbiamo i nostri peccati personali, che dobbiamo pentirci secondo la nostra coscienza, prima di divenire nulla una volta morti.
Siamo tutti atei nella band e vorremmo, nel nostro piccolo, far riflettere un po' le persone. Così i peccati nel nostro album sono: auto-indulgenza, odio, tradimento, aggressività, gelosia, arroganza, ignoranza e apatia.

Conosci la canzone degli Onslaught "Welcome To Dying" (da "In Search Of Sanity" del 1989)? E' una suite di oltre 10 minuti e parla, più o meno, degli stessi argomenti.
No, non ho mai ascoltato gli Onslaught.

E' un bell'album, fin troppo bistrattato a suo tempo perché diverso dai due album precedenti... ma torniamo a noi. Ho apprezzato molto la produzione dell'album. Sembra che stiate suonando di fronte a me. Penso sia questo il vero spirito, la vera essenza del metal. Ti piacciono le batteria triggerate o i suoni di chitarra ultra-compressi?
Mi piace soltanto... il suono che il nostro produttore Tommy Hansen è riuscito a creare ahahah!
A parte gli scherzi, abbiamo ovviamente usato alcuni trigger sulla batteria, ma non troppi altrimenti il suono tenderebbe ad appiattirsi (...è questo che intendevo dire - nd Linho). Abbiamo usato il trigger solo dov'era assolutamente necessario.
Il suono di chitarra è stato elaborato e sviluppato molto in studio. Avevamo una idea di come le chitarre dovessero suonare, ma abbiamo trovato alcuni vecchi amplificatori e altri "macchinari" degli anni settanta, che hanno "sfondato" le casse quando li abbiamo combinati con il "Marshall sound" che solitamente usiamo. Penso che Tommy, per quanto il nostro suono avesse potuto essere scadente, sarebbe riuscito comunque a tirarne fuori un capolavoro.

Dimmi un po' delle tastiere. Penso che siano "semplici", ma molto importanti per la resa finale.
Abbiamo voluto che le tastiere rimanessero totalmente in sottofondo in quest'album, onde utilizzarle solo per fare delle cose speciali, tipo creare atmosfere di tipo malvagio, anziché fare come solitamente nel passato (strati sonori atti a creare atmosfere distese).
Così, abbiamo potuto contare su Finn Zierler dei Beyond Twilight per comporre le parti di tastiera, visto che conoscevamo tutti la sua fantastica abilità di compositore grazie ai suoi album. Visto che siamo buoni amici, è stato strepitoso poter lavorare assieme a lui... e lui ha realizzato le parti di tastiera con la giusta ispirazione.

"8 Deadly Sins" è il vostro quinto lavoro in studio (cinque CD + un MCD). Eppure io sono venuto a conoscenza di voi soltanto quando eravate presso la Scarlet. Che ci puoi dire riguardo al vostro MCD ed al primo album su Black Lotus?
Il MCD era solo un promo-CD, destinato soprattutto alle etichette: eravamo in cerca di contratto. Però è esaurito, ne abbiamo vendute più di 900 copie, ed abbiamo ottenuto il contratto con la Black Lotus. E' stato un contratto capestro, però... fortunatamente ne siamo fuori adesso. Ora abbiamo un nuovo contratto con la Massacre, che ristamperà anche i nostri primi 3 album, con le canzoni del MCD come bonus.

...E della Scarlet cosa ne pensi? Avete registrato due album con questa etichetta italiana.
Bravi ragazzi, che gestiscono una buona etichetta per l'Italia. Cercano di fare del loro meglio.

Che tipo di musica ti piace ascoltare? E quanti CD compri, di solito?
Cerco di comprare più CD possibile, ma non riesco ad entrare in possesso di tutti gli album che vorrei. Ascolto musica di tutti i tipi. Ovviamente tutto il power e progressive metal, e tanta musica rock, gruppi come Aerosmith, REM, Radiohead ecc... Ma anche tanta musica classica: Vivaldi, Bach, Beethoven ecc. L'unico genere che realmente non mi piace è il jazz. Preferirei tagliarmi il piede sinistro e lanciarlo sulla luna con una fionda che mettermi a sentire jazz.... (eeeeheheheheheheh ?!??!?!?!?!?!?!?! - nd Linho)

Conosci gruppi italiani?
Certo.... La mia ragazza è italiana (mmhhh... allora non farle leggere questa intervista, chissà come ho tradotto le tue risposte! - nd Linho), mi ha fatto ascoltare un sacco di musica italiana di tutti i generi. Nel metal conosco Secret Sphere, Rhapsody, Labÿrinth, Raintime, Time Machine, White Skull, Node, N8, Terror 2000 (uhm...per quest'ultimi mi sa che hai fatto un po' di confusione tra "gruppi italiani" e "gruppi della Scarlet" - nd Linho) e tante altre band. I miei artisti italiani preferiti, comunque, sono Luciano Pavarotti e Eros Ramazzotti (non è la prima volta che un musicista metal straniero confessa di apprezzare Eros Ramazzotti... - nd Linho).

Cosa ne pensi della scena metal nel 2005?
Orribile, ma dipende dallo stato in cui vivi. La Danimarca è probabilmente il peggiore di tutti. La quantità di metal in Danimarca è pari alla quantità di verità presente in ciò che dice Berlusconi, eheheh (mi spiace).

Bene, è tutto: a te l'ultima parola.
Ciao Italia. Grazie per il supporto a Milano, a febbraio. Ci vediamo nel 2006 (parole sue... in italiano! - nd Linho).


Mail: manticora@intromental.com
Sito internet: http://www.manticora.dk/