Legion Of Darkness
(Hellvis - Novembre 2004)


"Cantus", il nuovo lavoro dei siciliani Legion Of Darkness, è il miglior promo black metal che mi sia capitato di ascoltare dall'inizio dell'anno! E, vedete come va il mondo, nessuna etichetta pare essersi accorta del loro talento! Male, molto male! Shapeless invece sa di che pasta è fatta la band di Lord Inferos! Spero che quest'intervista possa contribuire, in qualche modo, all'affermazione degli ottimi Legion Of Darkness. Lord Inferos risponde alle domande.



"Cantus" si è rivelato decisamente una sorpresa! Uno delle migliori uscite black underground del 2004! Si tratta di un promo ma, data la qualità del materiale e la sua durata, ha la piena dignità di un album ufficiale! Sei d'accordo con me?
Si, "Cantus" in realtà sarebbe il nostro primo album ufficiale, ma per i soliti problemi economici siamo stati costretti a farlo uscire come promo su CD-R. L'idea sarebbe quella di trovare un etichetta volenterosa che lo rendesse disponibile al pubblico dopo averlo stampato in modo professionale. All'inizio eravamo intenzionati a coprire noi stessi i costi per la realizzazione del glass master e delle copie... Inutile dire che a conti fatti quest'idea è risultata piuttosto fantascientifica.

Rispetto al demo "Legion Of Darkness" avete compiuto passi da gigante. Le influenze del black polacco non sono più evidenti come in precedenza. Inoltre il vostro stile ha trovato un buon equilibrio, una certa ricchezza nell'arrangiamento e sfodera un maggior numero di soluzioni espressive. Ci spieghi un po' la genesi di "Cantus"? Come mai si è verificato un cambiamento così sensibile nella vostra musica? E' avvenuto naturalmente o è stata una scelta ponderata?
I pezzi che fanno parte di "Cantus" hanno iniziato a vedere la luce durante la seconda metà del 2003, abbiamo iniziato a lavorarci sopra subito dopo l'uscita del demo omonimo. Non so dirti perché iniziammo a comporre il nuovo materiale così presto, è stato un impulso naturale. Appena abbiamo avuto sotto mano le prime stesure dei brani ci siamo resi conto del grande potenziale emozionale che questi potevano liberare. Fin dall'inizio la nostra intenzione era quella di creare musica che riuscisse ad esprimere al meglio il nostro essere ma che allo stesso tempo riuscisse a trascinare con sé l'ascoltatore in uno scorrere impetuoso di sensazioni ed emozioni. Così abbiamo iniziato a studiare meglio gli arrangiamenti e le scelte armoniche per poter meglio realizzare questo nostro desiderio. Volevamo un disco che suonasse epico, pagano, ma allo stesso tempo aggressivo e tagliente, che avesse in parte un orientamento old style ma che mostrasse anche una spiccata personalità. I nuovi testi inoltre richiedevano questo tipo di supporto musicale.
Abbiamo avuto molto tempo a disposizione per completare il lavoro iniziato, così a poco a poco nuove idee si sono fatte strada nel nostro modo di intendere il pagan black metal; l'uso del violino, delle voci pulite, di complesse trame di chitarra acustica. Per rispondere più precisamente alla tua domanda posso dirti che il cambiamento avvenuto nella nostra musica è derivato quindi in primis da una naturale crescita della band, in seguito da una specifica ricerca musicale, conseguenza di una maggiore consapevolezza dei nostri scopi artistici.

Com'è stato accolto "Cantus" dalla critica musicale? Per quanto riguarda i vostri fan, chi ha apprezzato "Legion Of Darkness" ha gradito anche il vostro promo?
Finora tutti i pareri che ci hanno dato sono stati molto positivi, sia dai ragazzi che hanno ascoltato "Cantus" che dagli addetti ai lavori, e questo ci fa molto piacere. Visto che in un certo senso riprendiamo le atmosfere dell'ultimo brano del nostro seconda demo penso che chi ha apprezzato quel lavoro apprezzerà anche quest'ultimo, anche se, ne sono convinto, non mancherà chi lo giudicherà troppo pulito rispetto alla nostra precedente produzione.
Ci aspettiamo comunque prima o poi qualche critica sulla lunghezza dei brani... eh eh...

Devo complimentarvi con voi per l'ottima programmazione della drum-machine! La batteria non sembra affatto artificiale, anzi... Mi hai detto che c'è lo zampino di Claudio Diprima, vero?
La programmazione della drum-machine è stata effettuata da noi; Flagellum per capire come ottenere un risultato migliore ha iniziato a suonare una vera batteria acustica, questo per rendersi conto al meglio dell'alternarsi dei suoni dei vari componenti. In seguito abbiamo iniziato a programmare e a stendere i tracciati; operazione che, ti assicuro, è una delle più lunghe e stancanti che si possa fare durante la preparazione di un disco, anche per questo preferiremmo un batterista in carne ed ossa. In studio Claudio Diprima ha completato egregiamente il lavoro da noi svolto; essendo un ottimo batterista è stato semplice per lui scegliere i suoni più adatti alla nostra musica, riuscendo a rendere più naturale il tutto e correggendo qualche piccolo errore da noi commesso.

Mi piacerebbe che tu spiegassi ai lettori di Shapeless l'ideologia dei Legion Of Darkness. In particolare, parlaci dei temi che avete trattato in "Cantus".
La libertà di esprimere come meglio crediamo temi a noi cari è alla base del gruppo. Non ci interessa risultare "evil" et similia. Noi dichiariamo di suonare pagan black metal, poiché ciò di cui parliamo ricondurrebbe prima o poi ad un avvertire il nostro essere uomini e la realtà tutta secondo orizzonti estranei al mondo moderno e quanto dettato da qualsiasi altrettanto moderno culto (satanismo incluso), ma più facilmente collegabile alla radice comune che avevano le civiltà tradizionali. Ovviamente questo non ci pone nessun tipo di limite e lasciamo via libera a qualsiasi argomento ci interessi al punto da tessergli attorno un brano. Possiamo parlare di temi legati al romanticismo o alle suggestioni che possono regalare certi paesaggi in quanto materializzazione della natura. Ma l'elemento che veramente caratterizza la band è a mio giudizio l'approccio quasi dionisiaco, onirico, denso di calore e di colori col quale trattiamo questi argomenti.
Farò un breve traccia per traccia di "Cantus", facendo leva sulle tematiche trattate in ogni canzone. Spero di non annoiare i lettori.
1. "L'Età Dell'Oro"
Questo brano strumentale è ispirato dalla Teogonia di Esiodo. Crea un atmosfera sublime per introdurre la traccia seguente, alla quale è decisamente legato
2. "Lost Atlantis"
Atlantide vista come in un frenetico sogno vibrante di luce. E' il luogo ove si realizza la bellezza assoluta, ove risiedono gli dei e gli eroi olimpici. Il testo descrive con fare estatico alcuni momenti di assoluta realizzazione dell'uomo perfettamente in armonia col trascendente. Tuttavia il malessere è incombente; i verbi utilizzati nelle fasi descrittive sono al passato e un senso di malinconia regna un po' su tutto il brano.
3. "Forgotten Path To My Salvation"
Il viaggio visto come una ricerca nelle profondità della propria anima, inseguendo significati celati in ogni nostro atto. La bramosia di conoscere oltre i limiti del possibile è il perno del brano. Il testo alterna momenti di disperazione ad altri più rilassati e consapevoli. La figura di Odisseo viene utilizzata come simbolo di uomo perennemente in cerca di risposte.
4. "Shadows Over Parnassus"
Le ombre oltre il Parnaso celano qualcosa che non può essere visto dai dormienti. Ciò che vi è oltre potrà essere mirato solo dall'uomo che riuscirà ad emergere dall'oscurità che circonda lui e quest'era.
5. "Solo Sepolcri E Cenere"
Un anima tormentata grida la sua rabbia contro l'Infinito e l'Eternità poiché sa che le sue impronte sono destinate a esser cancellate dai venti che sferzano la terra, ma quella che potrebbe essere disperazione vista con altri occhi si potrebbe considerare catarsi.
6. "I Reborn In Fire"
Questo ultimo brano strumentale rappresenta la rinascita dolorosa di un nuovo individuo alla fine di un determinato percorso spirituale. E' il ritorno del guerriero pronto ad impugnare di nuovo la spada.

Cosa ci dobbiamo aspettare dai Legion Of Darkness per il futuro? Continuerete lungo la strada intrapresa con il vostro promo? Avete già programmato l'uscita del vostro album ufficiale?
Al momento non abbiamo programmato nulla, anche perché non abbiamo nessun tipo di sostegno che ci possa permettere di fare progetti su lunga distanza. Continueremo a lasciar evolvere la nostra musica in modo spontaneo; il successore di "Cantus" seguirà come base lo stesso tipo di sonorità ma conterrà anche alcune novità. Abbiamo già più di un riff pronto e penso che inizieremo nuovamente a comporre anche prima della fine di quest'anno.

Una parola sullo studio Circle Of Power. Vi ha garantito una grande resa sonora, vero?
Si, è uno studio ottimo così come i due tecnici che lo portano avanti: Claudio Diprima e Giuseppe Bondì. Abbiamo lavorato con loro per circa un mese in un clima familiare e di rispetto reciproco. I ragazzi hanno subito capito il tipo di sound che cercavamo riuscendo a trovare le giuste regolazioni per mettere in risalto l'epicità e la violenza della nostra musica. E' stata un esperienza veramente costruttiva e siamo convinti che non potevamo fare scelta migliore. Sicuramente in futuro ci ritroveremo a lavorare di nuovo con loro.

Siete stati contattati da qualche etichetta? Vi sono stati offerti dei contratti vantaggiosi?
No, che io sappia l'esser contattati da una etichetta in questo periodo è cosa rara, specie se suoni black metal, piuttosto abbiamo iniziato noi a far girare il lavoro fra le varie etichette. Speriamo di trovare qualche proposta valida che ci permetta di continuare a suonare senza tutte le difficoltà cui siamo costretti a far fronte ogni volta che viene il momento di render tangibili i nostri sforzi.

L'intervista è finita. Grazie della disponibilità. A te le ultime parole!
Apparire su Shapeless ci fa molto piacere perché è realmente una fra le migliori webzine italiane che ci siano. Passo sempre molto tempo sul vostro sito, avete un database mostruoso di recensioni veramente attendibili !
Ringrazio tutti i blackster che ci hanno supportato e mi scuso con loro poiché "Cantus" non è ancora disponibile al pubblico. Assicuro comunque che se non riusciremo a trovare un etichetta entro un certo limite di tempo renderemo il disco recuperabile in formato CD-R con grafica professionale.
A presto e grazie ancora!

Mail: legionofdarkness@email.it
Sito internet: http://legionofdark.cjb.net/