IncomingCerebralOverdrive
(BRN - Marzo 2005)


IncomingCerebralOverdrive è un nome da tenere in considerazione, su questo non c'è dubbio. Questi ragazzi hanno talento ed il loro primo demo, "Promo 2004", mi ha piacevolmente stupito. Se vi piacciono il post-core ed affini, questo è il gruppo che fa per voi.



Ciao ragazzi, per iniziare vorrei sapere come mai avete scelto un nome così particolare per il vostro gruppo. Io l'ho interpretato come un riferimento alla società odierna e al numero sempre crescente di problemi e preoccupazioni che la quotidianità ci impone. Inoltre ha un che di moderno, per cui rappresenta bene anche la musica che suonate. Ci ho azzeccato?
Ci hai azzeccato in pieno, infatti con questo nome volevamo racchiudere la quotidianità frustrante del nostro tempo e il bisogno cervellotico di sfogarla; oltre a ciò questo nome, secondo noi, simbolizzava bene la nostra musica in quanto ermetica e cerebrale.

In passato quattro di voi hanno suonato negli Eon: che ricordi avete di quell'esperienza e quanto ha inciso nella vostra maturazione aristica?
Sicuramente l'esperienza Eon ha inciso molto sulla nostra maturazione, sia a livello tecnico che compositivo; in effetti gli IncomingCerebralOverdrive sono un'evoluzione dei vecchi Eon che con l'incontro di Marco (basso) ha completato il processo di metamorfosi da noi attuata.

Oltre agli Eon, avete suonato anche in altre band, in precedenza, o magari avete dei progetti paralleli oltre agli IncomingCerebralOverdrive?
Escluso varie esperienze adolescenziali siamo praticamente cresciuti insieme, sia a livello artistico che umano, in quanto amici da tempo immemorabile.

Non è frequente ascoltare un gruppo maturo e con una spiccata personalità già dal primo demo, come invece è accaduto con voi. Nella bio inviatami avete scritto che con l'arrivo di Marco Filippi al basso il vostro stile è cambiato ed avete iniziato a suonare post-core. E' stata una scelta naturale o volevate per forza fare qualcosa di diverso dopo l'esperienza con gli Eon?
Grazie intanto per i complimenti. La scelta di modificare il nostro genere musicale è stata comunque voluta e ricercata, ma ci teniamo a precisare che il nostro sviluppo sonoro continua tuttora perché la ricerca di innovazione, per noi, resta un punto fondamentale del nostro comporre; altro punto fondamentale è la ricerca di originalità e personalità dei brani.

Il vostro demo comprende solo tre canzoni ma senza dubbio di qualità. Potete descriverci più dettagliatamente come nasce una vostra canzone? C'è un compositore principale oppure ognuno dice la sua in fase compositiva?
Le nostre canzoni nascono principalmente dalle idee di Maurizio e Stefano, talvolta di Marco, dopodiché vengono riviste e arrangiate in sala prove da tutti i componenti, spesso stravolgendo le idee iniziali; ogni pezzo, una volta concluso, è frutto delle fatiche di tutti e cinque. I testi sono scritti da Maurizio.

Si tratta dei primi tre pezzi in assoluto che avete scritto oppure avete scelto solamente questi perché sono quelli che vi rappresentano al meglio?
Quelli del demo sono i nostri primi in assoluto ma probabilmente, se dovessimo registrare adesso, la scelta ricadrebbe su altre canzoni di composizione più recente che secondo noi, essendo più mature, ci rappresenterebbero in maniera migliore.

Che reazioni ha suscitato "Promo 2004" in generale? E per quanto riguarda le case discografiche? C'è stato qualcuno che si è interessato a voi e vi ha proposto di firmare un contratto?
In linea di massima le reazioni sono state positive, recensioni incluse; per quanto riguarda le case discografiche per ora niente di concreto nonostante un interessamento della Century Media e un contatto con Davide Tiso degli Ephel Duath. Se tutto va bene dovremmo uscire in una compilation della Enclave Records. Siamo comunque alla ricerca di un contratto, quindi...

La qualità di registrazione è un altro punto a favore del vostro demo: siete soddisfatti del risultato che avete ottenuto? Quanto ritenete sia importante per un gruppo agli esordi avere comunque una registrazione all'altezza del proprio materiale?
Siamo molto soddisfatti anche perché abbiamo lavorato con persone (Mr. Gabry) competenti e professionali che hanno saputo interpretare le nostre esigenze sonore. Crediamo che attualmente la qualità del suono sia di pari importanza alla qualità della musica. Purtroppo sappiamo quanto sia difficile per un gruppo agli esordi riuscire ad ottenerla.

Come vi trovate ad esibirvi dal vivo? Ci sono possibilità di fare concerti dalle vostre parti? Siete gli unici a suonare questo genere, o magari organizzate qualche serata con più gruppi?
La scena live nella nostra zona è molto avara anche perché il genere è ancora incompreso; questo implica che per noi l'attività dal vivo sia ridotta ai minimi termini nonostante la presenza di gruppi interessanti come: Nativist, Six Fold Enticed ecc...

Quale sarà la vostra prossima mossa? Avete già deciso quando tornare in studio?
La nostra prossima mossa sarà la ricerca di una label e di un'agenzia, cosa che purtroppo in Italia, vista la scarsa cultura musicale, risulta un'impresa ardita. Attualmente, avendo pezzi nuovi, la voglia di tornare in studio è tanta, ma per mancanza di fondi non è previsto nell'immediato futuro.

Potete anticiparci qualcosa riguardo le prossime canzoni? In che modo potrebbe evolvere il vostro stile?
Lo scopo primario (vedi bio) rimane il medesimo, possiamo solo anticipare che le nostre nuove song saranno nel complesso più corte e meglio arrangiate; abbiamo composto anche una canzone che si discosta un po' dal genere dove arpeggi e atmosfera la fanno da padroni. Ci auguriamo di farvele sentire al più presto possibile.

Cosa significa per voi sperimentazione?
Per noi sperimentazione non vuol dire essere fuori dagli schemi o volerli infrangere a tutti i costi, ma significa modificare gli stessi adattandoli alla nostra dimensione in quanto è la natura umana, nel suo essere, che necessita schemi e regole senza le quali non esisterebbe evoluzione e sperimentazione.

Ok, l'intervista è giunta al termine. Vi lascio concluderla come preferite.
Ci auguriamo di vedervi ai nostri prossimi concerti, per qualsiasi necessità scriveci una mail. Ciao a tutti!!!

Mail: music@incomingcerebraloverdrive.com
Sito internet: http://www.incomingcerebraloverdrive.com/