Horresco Referens
(teonzo - Novembre 2003)


Ecco l'intervista via mail con Rash, fondatore, chitarrista ritmico e cantante dei francesi Horresco Referens. Il loro secondo album "...Of Our Souls." mi aveva colpito per il fatto di essere molto eterogeneo. All'inizio mi aveva esaltato, poi dopo vari ascolti l'avevo ridimensionato. Però mi sembravano un gruppo con molte cose da dire, e quindi meritevole di essere intervistato. Così è stato, Rash ha dimostrato di essere un ragazzo molto attivo e con le idee chiare. E soprattutto hanno dimostrato di avere le palle, basta leggere come hanno reagito alla sfiga che gli è capitata durante le registrazioni. Un applauso a loro per questo, continuate così!



Volete presentare gli Horresco Referens ai nostri lettori, con la classica storia del gruppo?
Bene, tutto è cominciato nel lontano 1994 con un demo intitolato "In Darkness I Grow", dove io mi limitavo a cantare e a partecipare al songwriting. La line-up a quel tempo non era molto seria, e gli altri non sembravano avere una vera attitudine rock, così ho deciso di continuare da solo.
Poi ho trovato nel giro di una settimana un altro chitarrista solista ed un bassista. Questi due ogni tanto facevano delle jam con un batterista, e questo tizio alla fine decise di unirsi al gruppo. Io presi in mano la chitarra perché non riuscivamo a trovare nessun altro all'epoca per aiutarci per i concerti che dovevamo suonare. Alla fine decisi di continuare a suonare la chitarra, ed abbiamo continuato a comporre nuovo materiale per il nostro primo full length album "The Cesspit". Abbiamo cominciato a registrarlo nel 1998, ma è stato pubblicato nel 1999. Era stato un periodo veramente duro, al punto che alla fine la line-up collassò nel 2000.
Quindi ho lavorato da solo per più di un anno, e questa volta mi decisi a prendere solo le persone adatte. Quindi ho incontrato Pascal, che aveva appena cominciato a suonare il basso, gli dissi che avrebbe avuto il tempo di imparare a suonare prima che avessi trovato la line-up perfetta, così ci siamo messi a lavorare assieme. Nel 2002 ho incontrato David (batteria) e Guillaume (chitarra solista), suonavano in un gruppo black metal che si era sciolto durante le registrazioni del loro album. Erano veramente coinvolti nella scena, così abbiamo cominciato subito a comporre delle canzoni. Tre mesi dopo abbiamo registrato le rehearsal tape per il nuovo album "...Of Our Souls.", che abbiamo registrato quattro mesi dopo.

Come mai avete deciso di chiamare il gruppo Horresco Referens?
Perché era un nome figo! Hahaha!!! No, seriamente, l'abbiamo scelto perché ci rappresenta. Siamo sicuri che la nostra personalità sia la somma delle nostre esperienze, e le più significative sono spesso le peggiori. Horresco Referens è un'espressione usata per descrivere qualcosa di così orribile di cui non puoi parlare senza rabbrividire. L'abbiamo presa dall'Eneide di Virgilio.

Ho veramente apprezzato il concept che sta dietro ad "...Of Our Souls.". Ti va di riassumerlo?
Grazie! La storia è piaciuta a molte persone, forse perché risulta fresca e nuova nel mondo dei gruppi metal... Beh, nel concept ci sono due storie mescolate assieme, la ricerca della spiritualità attraverso il sesso chiamata "Purity Of Sex" ed il pianeta senziente che vuole creare delle forme di vita chiamanto "Ahmanem". Ho scritto la storia di Ahmanem dietro al booklet del CD per permettere alle persone di capire di cosa tratta (la storia è anche a disposizione di tutti sul nostro sito). I testi trattano la stessa storia attraverso gli occhi di Vincent, il quale si è suicidato dopo aver fallito il raggiungimento della sua spiritualità tramite il sesso.

Dove hai trovato l'ispirazione per scrivere questo concept? Ci sono dei libri riguardanti questi argomenti che ci vuoi suggerire?
Ad essere onesto, non sono stato ispirato da nessuno per la costruzione di questo concept. Ma adoro il lavoro di Lovecraft, non come autore, ma come creatore di un universo onirico. Sono rimasto impressionato dalla forza della sua immaginazione. Ed ho detto a me stesso che avrei dovuto create da solo il mio mondo fantastico, perché non volevo cantare dei testi che appartenessero all'universo di Tolkien o di qualche altro autore. Per me era più opportuno creare il concept di Ahmanem. In esso ci sono tutte le cose di cui ho bisogno per esprimermi... Ma sarebbe un'offesa non nominare Stephen King, Asimov e specialmente Tim Burton per il suo approccio narrativo...

Supporti le teorie che dicono che il nostro pianeta sia vivo?
Nel nostro concept di Ahmanem, risulta chiaro di no, c'è un passaggio nel racconto dove Ahmanem rimane stupito di scoprire che la Terra generi la vita senza essere se stessa viva...
Ma secondo la mia opinione personale, non ne sono proprio sicuro, ma chissà se Madre Natura non si trovi dietro di noi a cercare di tenere vivo questo pianeta... e se Gaïa esiste veramente... non potremo continuare a stuprarla in eterno...

Nei vostri testi nominate spesso il Cesspit, ed il vostro primo album era intitolato "Cesspit". Sfortunatamente non l'ho mai ascoltato, e non ho trovato i suoi testi sul vostro sito. Si tratta di un concept collegato ad "...Of Our Souls."?
Come dirò in seguito, l'idea di creare un concept risale a molto tempo fa, e ci sto ancora lavorando sopra. Pensavo di poter riassumere tutto il concept in un unico album, ossia "The Cesspit", ma era rimasto troppo astratto per molte persone, ed alcuni addirittura non avevano capito che si trattava di un concept album!!! Così questa volta ho riscritto il concept seguendo l'ordine cronologico e sviluppando ogni parte della storia. Concluderò il concept sul prossimo album, sempre che non mi metta a parlare del concept dietro l'origine di "Purity Of Sex" e di Ahmanem!!!

Cosa ci dici riguardo la registrazione dell'album? E' successo qualcosa di strano durante le sessioni di registrazione?
Ecco com'è andata. Nel marzo del 2002 abbiamo registrato i demo dell'album. Ad agosto abbiamo cominciato a registrare la batteria, quindi le chitarre ed il basso. Quando ho cominciato a registrare le parti vocali mi sono sentito male, e la mia voce non andava bene per essere registrata, così abbiamo invitato un cantante ospite ed un violinista, visto che non potevamo trascorrere il tempo aspettando che io mi sentissi meglio... Stavo così male che alcuni giorni non riuscivo nemmeno ad andare nello studio, e così lavoravo al layout dell'album. Quindi sono finito in ospedale per una settimana, visto che stavo peggiorando pericolosamente. Due giorni dopo aver lasciato l'ospedale, sono corso in studio a registrare tutte le parti vocali nel tempo rimanente.
A settembre ero tornato al lavoro, ed ogni notte mi trovavo col batterista a lavorare al mixaggio dell'album nel nostro studio casalingo. Un giorno un ladro entrò nel nostro studio e rubò tutto quello che c'era dentro. L'album era sparito! Ero rimasto veramente scosso per due giorni, rifiutando di mangiare. Così, assieme agli altri del gruppo, abbiamo deciso di ricominciare tutto di nuovo senza perdere un secondo, perché prima tornavamo a lavorare, e prima ci saremmo ripresi dallo shock.
così abbiamo ricominciato tutto, ma con l'esperienza fatta in estate tutto è filato velocemente. L'album è stato pubblicato in aprile del 2003. Nel tempo tra dicembre 2002 e febbraio 2003 abbiamo trovato il contratto con la Anvil.Corp. Quindi alla fine, è stata una cosa positiva o negativa che quella gente ci abbia rubato l'album? Non lo so...

Come create la vostra musica strana? Vi riesce naturale scrivere delle canzoni strambe, oppure è una scelta "forzata" quella di cercare di essere più personali possibile?
Per noi è una cosa veramente mistica, è come se Horresco Referens fosse il quinto elemento del gruppo. Tutti noi abbiamo orizzonti musicali diversi e se cambiasse un elemento allora la musica non sarebbe più la stessa. Ne sono sicuro. A volte Guillaume porta un'idea, ci lavoriamo sopra e quando tutti sono contenti la teniamo. A volte, quando non riesco a ricordare il riff (anche se è mio), lo accuso di non essere abbastanza buono! Hahaha! A volte dico agli altri ragazzi cosa voglio esprimere, e quindi proviamo a cercare un'idea che si adatti al meglio, mentre altre volte è la musica che deve venir seguita dai testi.

Suppongo che vi piacciano i gruppi che suonano musica strana, giusto? Quali sono i vostri album preferiti in quest'ultimo periodo?
Ci piacciono vari stili del metal. Ci sono piaciuti veramente "Colony" e "Clayman" degli In Flames, "Puritanical Euphoric Misanthropia" e "Death Cult Armageddon" dei Dimmu Borgir, "Crimson" degli Edge Of Sanity, "Natural Born Chaos" dei Soilwork. Personalmente preferisco gruppi come Mezarkabul, Cynic, Pestilence, Death...

Cosa ci dici della scena metal vicino Parigi? Riuscite facilmente a suonare dal vivo? E ci sono altri buoni gruppi della zona che ci volete suggerire?
Per un gruppo vecchio come il nostro risulta facile suonare, ma ci sono così tanti concerti a Parigi con gruppi internazionali che a volte ti capitano tre concerti in una settimana! E' difficile trovare una data senza avere la paura che tutto il pubblico se ne vada a vedere il concerto dei Dimmu Borgir o degli Arch Enemy... Comunque, vista l'alta popolazione di Parigi, ci sono molte opportunità per trovare dei musicisti e mettere in piedi il tuo gruppo. Ci sono molti gruppi vicino a Parigi che meritano attenzione, come The Old Dead Tree, The Last Embrace, No Return, Ostracized...

Qual è il tuo punto di vista riguardo il conflitto natura / tecnologia? Pensi che le persone dovrebbero tornare ad uno stile di vita più naturale?
Beh, dobbiamo diventare più maturi nel comportamento col nostro pianeta. Questi atteggiamenti avidi ci condurranno all'autodistruzione. E' un mondo triste, e la nostra tecnologia, creata inizialmente per aiutarci, adesso invece, nella maggior parte dei casi, ci sta portando più vicini alla fine della nostra specie. Dobbiamo puntare su strategie più ecologiche, altrimenti non vedremo sorridere mai più i nostri figli. Ma dire no alla tecnologia non è una buona soluzione. La nostra via di uscita deve essere il processo di tenere tutti gli elementi validi del nostro stile di vita, e di cercare di renderli disponibili al maggior numero di persone del nostro pianeta, e di farla finita con questa evoluzione a due velocità, con da una parte gli stati ricchi, e dall'altra parte il resto del mondo...

Supponi che una astronave aliena ti rapisca, e ti lasci poi su un pianeta abitato solo da figone cannibali. Cosa faresti?
NIENTE POMPINI! Qualsiasi cosa dicano! (hahaha, appena l'ho letta ho riso per 10 minuti, hahahahaha - nd teonzo)

Grazie per l'intervista, ora puoi dire quello che vuoi ai metallari italiani!
Beh, grazie mille per questa intervista divertente, spero che anche i lettori si siano divertiti a leggerla! Anche se non abbiamo mai suonato dal vivo nel vostro paese, non pensate che non siamo interessati a farlo. Voglio dire, è uno dei nostri molti obiettivi.
"Oh signore, non sarebbe bello mangiare della vera pasta prima di salire sul palco? E cosa ne dite del caffè italiano dopo il concerto? Per piacere non chiedetemi il bis prima che l'abbia finito, per piacere..."
Non posso aspettare quel giorno!!! Contattateci! Vogliamo venire a suonare da voi ragazzi! Abbiamo la stessa vostra passione per il Metal, la stessa vostra differenza, il vostro stesso tesoro!
Stay true, stay metal!

Sito internet: http://www.horrescoreferens.com/