Horfixion
(Randolph Carter - Giugno 2003)


I deathsters canadesi Horfixion si sottopongono alle angustie di Randolph Carter... ma questo qui non si può fare i cazzi suoi, ogni tanto? Risponde Samuel Landry, chitarrista e cantante della band.



Prima di tutto, ciao! Samuel, vorresti introdurci agli Horfixion?
Ciao a tutti. Per farla breve, la storia degli Horfixion inizia nel 1993. A quel tempo il nostro monicker era Horrific Illusion, e suonavamo covers dei soliti gruppi, ossia Slayer, Megadeth, Metallica, Sepultura, etc con il chitarrista Kevin e altri amici. Solamente più tardi abbiamo iniziato a comporre materiale nostro, e nel 1998 è accaduto un importante cambio di line-up, infatti è entrato Richard al basso e Alex alla batteria. Non ultimo, sempre nel 1998 abbiamo cambiato il nome in quello attuale, cioè Horfixion. 3 mesi più tardi registrammo un demo casalingo, e all'inizio del 1999 il nostro primo MCD, "Rage". Nel 2000 poi è arrivato il full-length "Disynchronize", e nel 2002 il recente "Instigators Of Chaos". Molti membri si son succeduti in questi anni, e ora la line-up si è stabilizzata attorno a questi nomi: Samuel Landry (vocals/guitar), Simon Auger (lead guitar), Richard Gélinas (bass/backvocals) e Patrice Hamelin (drums) come special guest.

Quindi Horfixion è un'abbreviazione di Horrific Illusion... come mai questo nome?
Mah, c'è venuto così... semplicemente, crediamo che rappresenti lo spirito e l'atmosfera della musica che suoniamo.

Non mi dite che anche voi non siete pienamente soddisfatti della produzione del disco!
Iniziamo col ringraziare ancora una volta l'amico Patrice dei nostri connazionali Martyr, il quale ci ha dato una grossa mano per le parti di batteria, visto che Alex ci aveva mollati un mese prima di entrare in studio. Pensa che abbiamo provato solamente 3 weekend prima di registare! Lo studio scelto è stato il Notes Studio di Francis Perron (Radicart.com / Decayed Remains). Per arrivare alla tua domanda... no, per fortuna noi siamo completamente soddisfatti del sound del nostro album! (oohhh, era ora! - nd Randolph Carter).

E degli altri dischi?
Dunque, "Dysinchronize" l'abbiamo registrato al Victor Studio, Montréal, con Martin Ferland e Daniel Mongrain dei Martyr. Era la nostra prima vera esperienza in uno studio professionale, ed abbiamo imparato molto. Diciamo che il disco suona bene, per essere un primo album. Abbiamo registrato il MCD "Rage" con lo stesso personale e in soli 2 giorni.

Nel frattempo che il vostro ultimo disco è fuori, avete trovato qualche contratto?
Abbiamo firmato per la Galy Records (http://www.galyrecords.com/). Hanno fatto un ottimo lavoro, ci hanno procurato molte belle date e il disco è distribuito in tutto il Canada (specialmente nel Quebec)... sicché chi lo vorrà comprare non avrà problemi.

Quali sono le vostre influenze principali?
Ascoltiamo tutto il metal estremo, sia esso Thrash, Death, Black... spesso siamo stati paragonati a Kreator, Testament, Death, Sepultura, ma penso che noi abbiamo più aggressività di questi gruppi.

Tutti voi siete davvero degli ottimi musicisti: quanto è difficile tenere a bada la tecnica?
Beh, è vero, la nostra musica presenta molte parti abbastanza tecniche, ma ti giuro che questo non è il nostro obiettivo. La musica che creiamo è un tutt'uno con le liriche e i sentimenti che vogliamo esprimere. Ci piace inserire in ogni brano molti riffs, giusto per non essere ripetitivi.

A proposito dei testi... che argomenti toccano?
Le liriche riguardano i nostri sentimenti quotidiani, come rabbia, frustrazione... questi sono i sentimenti che ci ispirano. Ma ci piace trattare anche temi meno "impegnati" e personali, come per esempio "Instigators Of Chaos", che è una storia di diavoli e cazzate varie!

Come sta la scena underground canadese?
La scena sta crescendo e sta migliorando moltissimo, questo perché molte persone (radio, fanzine, etc) stanno lavorando per farla crescere. Abbiamo un sacco di grandi bands come Voivod, Cryptopsy, Martyr, Quo Vadis (teonzo, ma erano quelli della famosa intervista? quelli che non hanno mai risposto? - nd Randolph Carter) (sì, loro, tanto bravi a suonare quanto a sparar balle... - nd teonzo), Kataklysm, Gorguts, e ci sono anche tantissimi fan sfegatati!

Voi siete canadesi: quindi, prima Voivod, poi Annihilator, e ora... Horfixion?
Magari!!! Annihilator e Voivod non sono stati mai molto popolari in patria, hanno trovato molta più fortuna oltreoceano. Anche noi abbiamo avuto ottime recensioni da 'zine europee (come la tua!), e molte volte penso quanto sarebbe bello poter suonare in Europa... già, penso proprio che l'Europa metal apprezzi quanto stiamo facendo (vero! - nd Randolph Carter).

Come sono gli Horfixion dal vivo?
Siamo molto energetici, ci sbattiamo un casino, insomma vogliamo suonare nella maniera che desiderano i ragazzi che vengono a vederci!

Suonate covers nei vostri shows?
Per adesso no, perché solitamente suoniamo 40-45 minuti, quindi non abbiamo il tempo di inserire delle covers, e chiaramente diamo la priorità ai brani nostri. E poi, il fatto di avere un batterista part-time come Patrice, che non può essere sempre disponibile per le prove, ci frena molto...

Samuel, tu che sei un veterano, quali cambiamenti riscontri nella scena death a 10 anni di distanza da quando prendesti per la prima volta in mano una chitarrina?
Personalmente, ti dico che seguo molto la scena odierna, perché mi piace conoscere ogni band nuova che viene fuori dal nulla. Ti posso dire che il Death Metal oggi è più veloce, più tecnico, nonché le produzioni odierne suonano molto meglio.

Bene, e ora che avete intenzione di combinare?
Stiamo scrivendo dei pezzi per un nuovo album, e nel frattempo siamo impegnati nella promozione dei vecchi. Ma prima di tutto, vogliamo divertirci suonando la musica che ci piace!

E' questo lo spirito giusto, porca paletta! I miei migliori auguri, e anche quelli di Shapeless!
Grazie, grazie tante! Ciao a tutti!

Mail: horfixion@horfixion.com
Sito internet: http://www.horfixion.com/