Hecates
(Conte Vlad - Maggio 2002)


Gli Hecates sono una band pordenonese che sa mischiare in modo intelligente varie influenze con una base thrash creandosi un proprio sound caratteristico. Sentiamo cosa ci hanno detto.



Allora ragazzi, iniziamo parlando un po' della vostra storia e della line-up attuale...
Ci siamo formati nel '97 della line up originale fanno parte Massimiliano alla voce, Marco alla chitarra ritmica e Simone alla batteria. Gianluigi alla chitarra solista e Matteo al basso sono con noi da piu' di un anno. Abbiamo fatto da supporto agli Obituary ai Paradise Lost e ai Soufly. Nel 2000 abbiamo vinto un concorso, il Summer Festival con oltre 40 gruppi, che aveva 30 ore di registrazione presso gli Angel Wings studio...

E dove avete registrato il vostro mini? Come vi siete trovati in studio?
Esatto. In studio ci siamo trovati molto bene e specialmente col titolare Nico che ne capisce di metal e sa metterti a proprio agio, consigliandoti e motivandoti durante le registrazioni. Tra l'altro non e' molto costoso ed ha un eccellente rapporto prezzo - qualita' (la produzione e' ottima devo dire - nd Conte Vlad).

Quali sono le vostre influenze musicali? Avete gusti musicali simili?
No, tranne qualche gruppo qui e' una babele in quanto a influenze! Matteo preferisce gli Iron, i Slayer, i DEATH, i Nile; Gianluigi predilige i Sabbat e i DEATH; Marco segue Megadeth, Testament e Pantera; Simone hard rock e heavy classico, Malmsteen e Dream Theater il tutto per una ricerca della melodia nella batteria.

Ho visto dei testi in inglese lunghissimi e non mi sembrano fatti a caso Come nascono? Li componete assieme?
I testi sono scritti da Max.
Max: In ogni canzone ricerco un contenuto un messaggio, ad esempio Playhard e' un tributo al rugby, sport che ho praticato. Il rugby e' uno sport di squadra che ti insegna che da solo non c'e' la fai che la forza sta nel gruppo.

Come vi rapportate con la parte live? Scommetto vi piace suonare dal vivo!
Per noi suonare dal vivo e' la cosa principale. La pecca piu' grande e che non si trova mai una organizzazione che ti mette nelle condizioni di rendere al massimo. Nella nostra zona manca la mentalita' del live per gruppi metal. Manca nei grandi eventi dove tante volte non senti un cazzo bene pensa nelle piccole manifestazioni. Ci siamo trovati benissimo quando abbiamo aperto il concerto dei Obituary, dove al nostro debutto live sono venuti a farci i complimenti!

Voi che avete molte influenze credete che sia giusto mischiare il metal con varie influenze o addirittura con generi diversi?
Se e' per arricchire il sound e' una cosa funzionale, ma se serve per fare tendenza e seguire la moda del momento non fa per noi! Il riferimento e' a certo new metal, pop suonato con chitarra dura. Pensiamo che il metal in genere abbia ancora molta da dare.

Seguite la scena underground di Pordenone? Avete dei gruppi da consigliarci?
La scena di Pordenone non la seguiamo o forse non c'č la possibilita' di seguirla data la scarsita' di manifestazioni o posti dove suonare.

Allora a livello nazionale cosa vi piace?
In Italia ci vorrebbe il tempo per seguire l'underground, conosciamo i Rhapsody, i Labyrinth e gli Stormlord.

Mi sa che e meglio che ci dedicate piu' tempo, ci sono delle belle realtā. Ultimi acquisti che vi sono piaciuti? Cosa ci consigliate?
C'e un bel po' di roba... L'ultimo dei Kreator, M16 dei Sodom, Gore Obsessed dei Cannibal Corpse... anche l'ultimo degli Annihilator.
Max: io vorrei consigliare l'ultimo dei Apocalyptica.

Quali sono i vostri progetti, un po' di date live o volete rientrare in studio?
Per ora niente studio di registrazione, lavoro in sala prove, qualche live e ricerca di un contratto.

Siamo arrivati all fine, come sempre vi lasciamo uno spazio per lanciare un vostro messaggio...
Non abbiamo niente da dire se non ascoltate il demo e per contattarci andate sul sito http://www.templeofhecates.com/ o scrivete o telefonate a:
Matteo Vianello
via Penne Nere, 1
33170 Pordenone
Tel. 329 0739260