Greyswan
(MoonFish - Maggio 2002)


Ecco a voi il risultato di quattro chiacchiere elettroniche con Gianluca, chitarrista dei Greyswan, promettente formazione gothic metal (Anathema e Katatonia sono i nomi che ricorrono di più) di Novara che ha tutte le carte in regola per diventare uno dei prossimi vanti della penisola, accanto a Sabrina Ferilli, la Torre di Pisa e i Necrodeath! A loro la parola!



Allora, ci narrereste un po' la storia della vostra tormentata line-up? Si è ormai stabilizata?
Spero di sì, finalmente. E' stato davvero arduo e per un momento avevo pensato di lasciare stare tutto. Comunque la band si è formata nel '96 circa, quando eravamo ancora tutti molto giovani. Abbiamo cambiato il batterista dopo il primo demo (2000), poi dopo le registrazioni del secondo lavoro (2001), per vari motivi ci siamo ritrovati in tre; io (Gianluca - chitarra), Oscar (voce) e Luca (batteria). Siamo andati avanti lo stesso, componendo nuovissimi pezzi, finchè a inizio 2002 abbiamo trovato Paolo (chitarra) e Marcello (basso). Per il momento non abbiamo il tastierista, ma di comune accordo con gli altri abbiamo deciso di non cercarlo nemmeno. L'attività live del fruppo è cosi finalmente riniziata, dopo una pausa di circa sette mesi.

Vi va di spiegare la genesi e il significato che attribuite al nome Greyswan?
Il nome è nato quasi per caso; l'abbiamo scelto anche perchè pronunciandolo suonava bene. Comunque nell'idea mi sono rifatto al poeta francese Rimbaud e alla sua impresa fisico-metafisica di esplorare quello che lui chiamava "Ignoto". Non soddisfatto della realtà in cui viveva, Rimbaud tentò con ogni mezzo di oltrepassarla, credendo che la vera vita si trovi altrove... ben inteso però che questo Ignoto va ricercato non in opposizione alla nostra realtà, ma in una dimensione "altra". Il nostro modo di pensare però (e quindi anche il nostro linguaggio), hanno una struttura dualistica, basata cioè su copie oppositive: cielo/terra, paradiso/inferno, bene/male... ma l'Ignoto si trova in mezzo a tutto questo, non lo si può spiegare ma lo si può sentire. Dato che nella simbologia del colore, nero e bianco sono i due poli opposti (quindi lo si può vedere come dualismo), la loro mescolanza, cioè il grigio, ci sembrava il modo migliore per rappresentare questo Ignoto.
Il cigno è stato scelto invece perchè è simbolo di purezza, libertà e in modo figurativo indica un poeta o un musicista. Il canto del cigno è quel canto melodioso che emette il cigno in punto di morte... forse quello stesso cigno che abbandona questa realtà per raggiungere l'Ignoto.

Quali sono le vostre maggiori influenze? Io ho 'sentito' parecchio gli Anathema, soprattutto nei testi. Siete d'accordo?
D'accordissimo. A livello musicale penso che l'influenza maggiore sia quella di Anathema e Katatonia; due bands che a nostro avviso, a livello di comunicatività (musicale ma anche testuale) dei pezzi riescono a raggiungere alti livelli e a far provare all'ascoltatore forti emozioni.

Quanta importanza ha per voi l'equilibrio tra suono, musica, testi e grafica? Soprattutto in luce del vostro ultimo demo. Cambiereste qualcosa in futuro?
E' fondamentale: non bisogna mai lasciare niente al caso, tutto deve essere studiato secondo le emozioni e i sentimenti. La copertina del demo (ringrazio Andrea, un'amica spagnola fotografa) è stata scelta dopo aver terminato le registrazioni; avevamo varie possibilità, numerose immagini e foto, ma l'ascolto dei pezzi ci ha portato a scegliere quella parte di quel corpo di donna sdraiata, immerso nell'oscurità... ci dava un senso di bellezza, ma allo stesso tempo mistero... un'atmosfera cupa ma allo stessa tempo accattivante. Per quanto riguarda il rapporto testi-musica, anche quello è importantissimo. Il cd di un gruppo deve essere il risultato di un lavoro sotto tutti gli aspetti, non solo dal punto di vista musicale. E' chiaro comunque che per motivi economici ci siamo dovuti arrangiare... ma speriamo di aver trasmesso l'idea globale.

Com'è la scena a Novara? Ci sono altri gruppi sui quali 'contare' e delle occasioni nelle quali esporsi?
La scena musicale (ben inteso, non solo metal) a Novara è molto buona, purtroppo la situazione live, il responso e l'aiuto dei locali fa schifo. Non capiscono cosa si perdono, sarebbe un guadagno per tutti: per i locali, per noi ragazzi che ci divertiamo e per la musica in generale. Certo, ci sono gruppi validi, potrei citare i Nightside, con cui abbiamo suonato diverse volte; gruppo molto preparato tecnicamente e molto coraggioso, visto che, nella ricerca di un loro sound, so che stanno componendo nuovi pezzi molto personali. In bocca al lupo! Parlando di rock, citerei gli ACRE, altra band novarese che gira i locali della zona proponendo pezzi propri (e credetemi hanno un seguito notevole qui), meritevoli davvero di una maggiore considerazione a livello nazionale.

Ci sono delle cover nei vostri spettacoli? Se sì, quali e perché?
No, non suoniamo covers. Preferiamo lavorare e proporre la nostra musica. Ogni tanto ci pensiamo, ma l'idea comunque sarebbe quella di prendere un pezzo di qualche artista che non suona metal e riarrangiarlo in modo personale. Ma è un lavoro rischioso e che porta via parecchio tempo. Quindi per ora ancora niente.

Cosa ascoltate in privato, nelle vostre casette? Non voglio credere che vi dedichiate solo al gothic metal!
Sembra così comune dirlo, ma ascoltiamo davvero di tutto; tante bands e tanti generi, tanti concerti, radio e televisione. Semplicemente amiamo la musica. All'interno della band, ognuno ha un suo background, gusti diversi, ma con tanti gruppi in comune naturalmente. Ti posso dire i miei: uno su tutti, i Pink Floyd. Comunque oltre ad Anathema e Katatonia, potrei dire Porcupine Tree, Sigur Ros, Dead Can Dance... gruppi dark, death e qualcosa di black (poco però), gruppi storici di old rock, funky anche... oh, beh guarda, per darti un'idea ti dico cosa ho su nello stereo ora: Muse, Novembre, una compilation di bands underground italiane e Candlemass.

Parlando di doom e gothic metal, a parte i mostri sacri di sempre, anche se alcuni sono un po' in declino, c'è una qualche nuova band che vi ha particolarmente colpito e che vorreste segnalarci?
E' così difficile catalogare i gruppi ora, e soprattutto parlando di gothic metal non si capisce più a cosa ci si riferisce. Comunque, mi piace la musica che mi dà emozioni forti, che trasmette qualcosa; quindi, indipendentemente dai generi, ti posso dire che sto ascoltando parecchio gli Antimatter, progetto solista di Duncan Patterson, ex-bassista degli Anathema (il cui ultimo album trovo - ahimè - sottotono...). Saviour (questo è il titolo dell'unico album degli Antimatter, per ora) è molto "dark", molto carico di pathos, con voci maschili e femminili melodiose, quasi recitate. I suoni si avvicinano molto all'elettronica, ma la presenza di basso e chitarre, soprattutto pulite, rende il tutto molto "vero" e "sentito". Lo consiglio... ai nostalgici delle atmosfere di Alternative 4.

Vedete qualche contratto all'orizzonte? Francamente mi stupisce che nessuna label vi abbia ancora accaparrato!!!
Aver prodotto un lavoro che è stato apprezzato da molti ci ha permesso di entrare nel mondo musicale che conta, cioè quello delle labels, della SIAE, dei locali (e i loro organizzatori del cazzo di concerti) e delle riviste... e ci siamo accorti di quanti bastardi ci sono in giro... e di quanta indifferenza per i piccoli gruppi... anzi colgo l'occasione per ringraziare tutte quelle bands come noi che si sbattono per promuovere il metal in modo autonomo e cercano di migliorare la situazione.
Ritornando alla domanda, si, abbiamo qualche contatto discografico, ma a causa dei problemi di line-up ho dovuto prendere un po' di tempo.

E domani? Cosa farete domani?
Domani... veramente, non lo sappiamo... andiamo solo avanti per la nostra strada, senza pensarci troppo...

Qual è la domanda che non vi ho fatto e alla quale vi sarebbe piaciuto rispondere?
Ah ah... mmhh... bella domanda... cazzo non so... oh, sono stato a pensarci un po' ma non me ne viene in mente nessuna in particolare... non è che questa domanda me l'hai fatta solo per farmi spaccare un po' il cervello???? (mi hai scoperto!!!... NdMF) arrggghhh... comunque grazie dell'intervista, un saluto a tutti e un invito alle persone interessate e ai gruppi a contattarci... ciao!