Goro
(Hellvis - Novembre 2009)


Con "Death Operandi", i Godo hanno messo in mostra tutte le loro qualità: un songwriting emozionante, una tecnica notevole ed una professionalità unica. Insomma, i Goro si candidano prepotentemente come una delle migliori band italiane in ambito brutal death. Shapeless Zine è lieta di proporvi questa intervista, realizzata via e-mail.



Ciao ragazzi. Presentate i Goro ai lettori di Shapeless Zine!
Ciao a tutti..
Noi siamo i Goro da Verona, band dedita al death metal di stampo americano.
La band nasce nel 2000 con una formazione ed una proposta totalmente differente da quella attuale infatti abbiamo cominciato come band cover, Sepultura su tutti, e ci siamo fatti le ossa cosi' per tre anni.
Della prima formazione siamo rimasti io, Alex alla voce e Marco alla batteria.
Nel 2003 entra nella band JJ il nostro chitarrista, e successivamente Gian alla chitarra e Pedro al basso.
Cominciamo quindi a orientare la nostra musica verso un death di matrice svedese cantato in italiano e nel 2004 arriva il nostro primo demo "Suicidio", composto da 4 brani.
Nel 2006 la formazione cambia, Gian e Pedro lasciano ed entrano Diego alla chitarra e Ape al basso, con cui incidiamo il nostro secondo demo "Goro", che sposta il sound verso un death di chiaro stampo americano.
Con la stessa formazione la band incide anche questo "Death Operandi" ma a distanza di qualche mese il bassista Ape viene sostituito da Andromeda, gia' bassista nei Metalheadz...
Ora siamo in studio per dar vita al nostro vero e proprio full-length che abbiamo in previsione di far uscire nei primi mesi del 2010.

Mi complimento con voi per "Death Operandi". Nel suo ambito musicale, è una delle pubblicazioni più fresche e stuzzicanti degli ultimi tempi,
almeno qui in Italia. A distanza di così tanto tempo dalla sua pubblicazione, che idea vi siete fatti di questo vostro MCD?
Ne siete ancora totalmente soddisfatti, o vorreste poterne cambiare qualcosa, se fosse possibile?

Ti ringrazio.
I commenti nei confronti di "Death Operandi" son stati molto positivi e noi stessi siamo soddisfatti di come è uscito fuori.
Non abbiamo mai avuto ripensamenti come era successo per i lavori precedenti e il lavoro nuovo sarà molto simile a questo.
In quanto ad idee questo "Death Operandi" rappresenta appieno il nostro modo di far musica!!!

Com'è stato accolto "Death Operandi" dal pubblico e dalla critica? E le vendite come sono andate, o come stanno andando?
Il disco è stato accolto veramente molto bene dal pubblico,appena uscito abbiamo pensato bene di presentarlo assieme ad un maxi schermo per far vedere il nostro video ed i commenti son stati molto positivi.
La prima edizione di "Death" comprendeva poster, spille, maglietta, CD ed una mascherina da chirurgo, inutile dire che son sparite tutte in pochi giorni.
Il fatto è che puntiamo molto sulla presenza sia scenica che a livello di merchandise e vediamo che la gente risponde in modo sempre molto positivo.
Ora cominciano a girare anche le recensioni che per ora risultano essere positive, davvero non ci lamentiamo...

Una delle prime cose che colpiscono di voi, è l'estrema professionalità della vostra proposta. Sia tecnicamente e compositivamente, ovvio, ma anche dal punto di vista della registrazione e dalla qualità dell'artwork. Quanto tempo ci avete messo completare il MCD, a partire dal processo di registrazione, mastering e missaggio del MCD, fino alla realizzazione dell'artwork?
Appena finito di registrare il CD del 2006 abbiamo messo da parte i nuovi pezzi per suonare live e li abbiamo ripresi verso la metà del 2008.
Questo CD serviva come split con una band estera ma purtroppo dopo che andò tutto a monte abbiamo deciso di farlo uscire come semplice EP.
"Death" è stato finito nell'arco di 6 mesi,in una settimana abbiamo registrato i pezzi e per mixare altre 2 settimane.
Il resto del tempo lo abbiamo gestito tra artwork ,layout e la ripresa del video inserito nel CD.

Accostando una canzone come "Ed Gein (The Texas Massacre)" con "Killer's Face", si nota la vostra ampia gamma espressiva, capace di passare da ritmiche velocissime e martellanti, a passaggi cupi, lenti, carichi di disperazione. Come nascono le vostre canzoni? C'è qualche compositore principale fra di voi?
Le idee per un nuovo brano vengono da tutti i componenti,è per questo che il disco suona più vario, ogni idea viene ripresa più volte e modificata...
Di solito proviamo tutti assieme un pezzo prima di approvarlo ed è indispensabile che suoni molto live per mantenere la giusta carica.
Alla fine di un buon live abbiamo molti spunti e solitamente la settimana seguente esce un pezzo nuovo.
Ci sono molte influenze esterne date dai nostri ascolti musicali che variano in ogni componente e questo fà si che i pezzi non ci stancano mai e non risultano ripetitivi.
Per le voci di solito mi occupo io delle metriche e per ora vedo che i pezzi filano sempre alla grande.

Qual'è secondo voi la vostra canzone più rappresentativa, e perchè?
"Killer's Face" risulta la piu' strutturata, con parti veloci e rallentate che danno un buon effetto alla song.
Ovviamente ognuno ha la sua preferita ed è difficile prenderne una tra tutte poichè tutte rappresentano il Goro sound...
Stesso discorso per i pezzi che stiamo componendo.
Alla fine tutte risultano a loro modo varie e diverse dalle altre.
"Ed Gein" risulta la preferita dal pubblico che ci vede o ascolta il CD, e questo per noi è importantissimo, alla fine la nostra musica è influenzata anche da loro.

Da dove traete ispirazione per i vostri brani, sia dal punto di vista musicale che da quello testuale?
Musicale sicuramente dal death americano, anche su un certo gore e qualche occhiata al thrash la puntiamo sempre seppur minima.
Assimiliamo tutto quello che viene dall'esterno e lo inglobiamo sempre restando su un certo filone death.
Restiamo comunque sulla scena metal a livello di ispirazioni.
I testi invece traggono ispirazione dalle storie di serial killer anche semisconosciuti.
E' una mia ossessione quella di descrivere anche in modo molto crudo l'esistenza di queste persone.
Sul nuovo disco i testi saranno tutti legati tra loro per costruire un concept sulle vicende di un assassino seriale fantastico ma non molto distante dalla totalità dei suoi ispiratori in carne ed ossa.

Cosa volete esprimere con la musica dei Goro?
Noi suoniamo semplicemente per passione non vogliamo prendere posizioni o esprimere concetti come fanno altre band .
Suoniamo in altre band in cui ci possono essere messaggi ma i Goro sono nati come band dedita ed appassionata alla musica estrema.
I testi non vogliono dare un'impressione giusta o sbagliata di questi avvenimenti ma sono correlati al genere suonato.
Stà poi a chi ascolta il fatto di dare impressioni o trarre personali giudizi.
Noi portiamo semplicemente a conoscenza degli altri questi fatti macabri.

Ho apprezzato molto il video presente nel vostro MCD. E' stato realizzato in maniera molto professionale, e mi ha strappato un sorriso. In fondo, avete interpretato al meglio quello spirito splatter che è tipico dell'immaginario del vostro gruppo. Raccontateci qualcosa di questo video, della sua realizzazione e, chissà, magari anche qualche aneddoto.
Grazie.
Il video lo abbiamo girato in 2 giorni dentro un ex manicomio vicino a dove abitiamo, è risultato il luogo perfetto per quello che avevamo in mente.
Per la realizzazione abbiamo lavorato con i ragazzi della GALP ITALIA che cura cortometraggi e lungometraggi thriller-horror, appassionati dai serial killer come me del resto.
L'idea era proprio quella di far divertire chi lo guarda con una serie di immagini dal sapore seventies come i capolavori del genere, è stato apprezzato non solo da chi mastica horror e questo ci dà più soddisfazione perchè vuol dire che è uscito un bel lavoro.
L'abbiamo presentato con GALP ITALIA anche al cinema di Este (PD) in concomitanza con l'uscita del lungometraggio "LORO" in cui abbiamo messo dei pezzi per la colonna sonora.
Grande soddisfazione perchè il cinema era pieno!!!!
In cantiere ci sono comunque degli altri video da sviluppare.
Oltre a seppellire il nostro chitarrista per esigenze di ripresa e tagliare in due veramente l'altro chirarrista ci siamo imbattuti nel classico portone elettrico che non si voleva aprire passando ore a sperare di poter finalmente girare la scena.
Tutto è stato molto divertente e penso che vedendo il video si noti questo senso di divertimento e far divertire.

Lo splatter, con la sua violenza e la sua ironia, è legato indissolubilmente all'immagine dei Goro. Qualcuno di voi è un cultore di questo tipo di cinema?
A me piacciono molto i film horror degli anni 70 ma non disdegno anche i nuovi film anche se non ne sono un ultra cultore.
Il film che più mi ha segnato è comunque il capolavoro"CANNIBAL HOLOCAUST", gli italiani sono sempre i migliori in queste cose!!!!!!
Mi piace molto leggere testi di altre band metal death e gore.
A volte le parole sono molto più crude delle immagini!!!

Ora siete in studio per completare le registrazioni del vostro album d'esordio. Ci potete fare qualche anticipazione?
Stiamo finendo la stesura delle song e a breve entreremo in studio per registrare, a livello musicale non ci sono cambiamenti drastici nel nostro sound.
Anche se qualche piccola sorpresa non manca.
Finalmente il primo album vero e proprio, inutile dire che ce la stiamo mettendo tutta perchè venga un lavoro all'altezza di band di più alto rango.

Progetti per il futuro? Concerti particolarmente interessanti?
Speriamo di trovare ovviamente qualcuno che sia disposto a distribuire il nostro disco, e vogliamo portare la band ad un più consistente impegno live per promuovere al meglio il disco.
Siamo appena tornati da live in compagnia di Vomitory, Rotting Christ, Marduk e Dew Scented e speriamo di trovare una buona agenzia per le prossime date, staremo a vedere...
In progetto abbiamo anche i nuovi video per il disco nuovo e la stesura di un testo pseudo psicologico da allegare al disco per spiegare al meglio a cosa si ispirano i brani..
Ancora un po' di pazienza e poi si ricomincia con il massacro!!!!!

Bene, questa breve intervista è finita. A voi le ultime parole!
Un grazie infinito a SHAPELESS per lo spazio concessoci, ed ovviamente grazie in anticipo a coloro che leggeranno e magari si interesseranno a noi.
Ricordo a tutti che per date e news potete visitare il myspace http://www.myspace.com/brutalgoro o potete scrivere ad alexgoro@hotmail.it.



Sito internet: http://www.myspace.com/brutalgoro