Forgotten Sunrise
(MoonFish - Aprile 2004)


La nostrana My Kingdom Music, ormai ospite fissa sulle nostre pagine virtuali, ha scovato l'ennesima perla! Trattasi dei Forgotten Sunrise, band dannatamente eclettica proveniente dall'Estonia che, nati come un comune gruppo death metal, hanno sempre più allargato i loro orizzonti (sì, anche con l'uso di 'certe sostanze') fino a raggiungere il sound che potete ascoltare sul loro album di debutto "Ru:mipu:dus", che vede anche la partecipazione del leggendario guerriero industrial G.G.F.H. (Global Genocide Forget Heaven). Cosa sono diventati i Forgotten Sunrise? Dei Dead Can Dance in versione cyberpunk? O dei Katatonia darkbeat? Chiediamolo al loro leader Anders e sentiamo cosa ci risponde.



Da dove viene fuori il nome 'Forgotten Sunrise'? Credo di sentire una certa aura vampirica intorno a questa scelta, o mi sbaglio?
Avevo parecchie alternative per il nome e questo è stato l'unico che tutti i membri hanno accettato. Non ha nulla a che fare con faccende vampiriche. E' solo un nome dal fulcro astratto e con un'ombra un po' oscura. E, come saprai, avevamo questo nome da prima che uscisse l'album "Land Of Thousand Lakes" degli Amorphis. E' una cosa che non sopporto il fatto che tutti pensino che abbiamo preso il nome dal titolo della loro canzone. Proprio no.

Venite dall'Estonia e fate una musica piuttosto insolita, mescolando parecchie influenze molto differenti fra loro. Significa che esiste una scena di metal classico in Estonia e voi ne siete stanchi, oppure dipende solo da voi, e siete pazzi?
Sì, solo da me penso... E sì, sono anche un po' pazzo e voglio continuamente sperimentare con ogni cosa! Avevamo anche una forte scena death metal qui in Estonia 10 anni fa, ma tutte le band si sono sciolte. C'è stato silenzio per parecchio tempo ed ora c'è finalmente una nuova scena. Abbiamo molte buone metal band qui ed anche dei bei gruppi di musica alternativa più in generale. Tenete gli occhi aperti per nomi come Loits, Plastic Whore, Pia Fraus e Shelton San... Saranno grosse band se avranno fortuna ed energia per continuare.

"Ru:mipu:dus" è il vostro primo album completo, fatto per l'italiana My Kingdom Music. Come siete entrati in contatto con quest'etichetta? Avete gradito il loro trattamento?
Sì, sono soddisfatto del lavoro di Francesco e credo davvero che questo sia solo l'inizio. Come ci siamo incontrati? Gli ho mandato il nostro mini-CD "a.Nimal f.lesh - Looma Liha", per il suo Vampiria Mag prima che creasse questa etichetta MKM; gli è piaciuto e voleva fare un contratto con noi. Siamo stati molto felici di aver trovato qualcuno che voleva prendersi il rischio di pubblicare la nostra musica sperimentale. Ora siamo buoni amici e tutto sta andando sempre meglio. Rispetto per la My Kingdom Music!!!

Già che ci ciamo, che diavolo vuol dire "Ru:mipu:dus"?!
'Ruumipuudus' è una parola estone che significa 'mancanza di spazio'. Ho trovato il significato più profondo di questa parola quando ho assaggiato dell'acido molti anni fa, ed avevo già capito che questa parola sarebbe stata il titolo del nostro primo album. Ha tanti diversi significati e possibili interpretazioni e mi piace parecchio. Riflette la limitatezza della mente umana e del corpo come cella per la sua ben più grande anima.

Come reagisce il comune pubblico metal ai vostri concerti?
Piuttosto bene... Naturalmente, quando abbiamo iniziato con questo tipo di musica nel 1996, il pubblico era molto sorpreso, e non positivamente, perché venivano ai nostri concerti per sentire i Forgotten Sunrise com'erano all'inizio, e poi hanno trovato qualcosa di diverso. Ma ora, abbiamo parecchi fan e loro capiscono molto bene cosa significhi. E molti di loro sono gli stessi tipi che prima la nostra musica non la capivano. Ogni cosa deve avvenire nel momento giusto... Ma questo momento giusto è diverso per ognuno. Così, se non riesci a capire qualcosa e ti sembra strano, lascia passare del tempo e poi tutto andrà bene. Fuori dall'Estonia ci sono persone dalla mente molto aperta che inoltre non conoscono il nostro passato, così prendono la nostra musica senza pregiudizio.

Nel vostro disco ho riconosciuto campioni da "eXistenZ" di Cronenberg, "Lost Highway" di Lynch e "The Others" di Amenabar. Il cinema ha una forte influenza nel vostro modo di scrivere canzoni?
Non propriamente una forte influenza anche se sì, devo ammettere di essere stato influenzato da alcuni bei film e documentari. E Lynch è il mio dio, e Cronenberg è il mio idolo, nel mondo del cinema!... Adoro i campioni di parlato e se sento delle belle frasi in qualche film o documentario, poi voglio utilizzarle nella mia musica, perché questi campioni aggiungono grande atmosfera.

Leggendo i vostri testi, e leggendo alcune delle vostre vecchie interviste, vedo che non fate mistero del vostro uso di... certe sostanze!!... C'è qualcosa in particolare che vorreste suggerire ad altri... compositori lisergici?
Sono stato sotto l'influenza di acidi, funghi e marijuana per una parte della mia vita, è stata una sorta di esperienza educativa nel mio passato. Al momento sono già 2 anni che vivo completamente in purezza, senza 'certe sostanze', come ti piace chiamarle... Ho avuto parecchie belle esperienze con l'acido ed ho passato tanti bei momenti con l'erba, ma non ne ho davvero più bisogno... I miei occhi sono già aperti abbastanza. Non c'è nulla di male nelle droghe naturali se si sa farne uso.

Qual è il tipo di notte che preferisci? Un concerto heavy metal con tanta birra, o un party gothic/EBM con tanto speed?
La notte che preferisco è la notte in cui dormo molto bene e profondamente, a casa con la mia amata ragazza, senza stupidi sogni, solo un vuoto profondo fino al mattino. Mi è capitato di stare a serate metal piuttosto ubriaco, così come sono stato anche a dance parties sotto speed, ed anche viceversa, così non mi sento di poter scegliere tra la due. Musicalmente, preferirei fare un salto ad una serata EBM e farmi qualche birra... Troppo confuso?!

Raccontateci qualcosa sulla lavorazione del vostro videoclip "Never(k)now". Come mai proprio quella canzone? E come mai quelle scelte visive?
Non ti piace? Sai, non abbiamo speso nulla per farlo ed è venuto molto bene secondo la mia opinione. Avevamo pensato a 2 canzoni: "Outumnyo:nic" e "Never(k)now"... E l'etichetta ha deciso che "Never(k)now" sarebbe andata meglio, e così abbiamo fatto. Ho scelto io i luoghi dove siamo stati a fare le riprese. Il primo posto è abbastanza vicino a casa mia, un posto figo... Una cava di pietra... Solo terreno bianco e montagne stranissime, come fossimo su un altro pianeta. Il secondo posto invece era il territorio di un vecchio zoo... Ci trovavamo in un posto dove 20 anni prima vivevano degli orsi, un posto molto mistico con delle celle ed un tunnel molto buio, freddo e molto profondo. Volevamo poi usare questi colori slavati e innaturali. Tutte le altre idee e visioni sono state create da 2 dei miei amici, che praticamente erano operatore e regista di questo video. Grazie a Valter e Filipp!!!

Com'è stato lavorare con la leggenda dell'industrial G.G.F.H.? Lo conoscevate già da prima?
Sì, era già la seconda volta che chiedevamo a Ghost una cosa simile, aveva già fatto il suo primo remix sul nostro maxi-single "Ple:se Disco-Nnect Me". E questa volta ha deciso di fare un remix aggiungendo poi alcune voci. Mi piace molto. Il primo remix non era così grandoso, ma questo sì. Grande quanto i suoi lavori. Sono fan di G.G.F.H. da dieci anni, dai tempi del loro album "Disease", che tuttora considero il miglior album che abbia mai sentito. Ogni volta che lo ascolto, mi suona bello e fresco come una scopata... Un lavoro perfetto!! Presto pubblicherà anche il suo nuovo album, ma non sa quando. Già non vedo l'ora... Sarà sicuramente un altro capolavoro. Ed è stato semplicemente fantastico avere del suo lavoro anche sull'album dei Forgotten Sunrise. Colleziono tutto di G.G.F.H., ed ora nella collezione c'è anche il mio stesso album, sono soddisfatto come un fan teenager di Britney.

Dead Can Dance Cyberpunk o Katatonia Darkbeat? Quale di queste definizioni pensate si adatti meglio al vostro sound ed al vostro stile?
Della prima definizione non mi piace la parola 'punk', la odio quasi! Ma sono un gran fan dei Dead Can Dance... Darkbeat suona eccitante, ed i Katatonia sono i miei preferiti di tutti i tempi. Ed entrambi i gruppi, Dead Can Dance e Katatonia, mi hanno influenzato allo stesso modo... Mmm, è molto dura scegliere quale sia più calzante... Ma penso che forse 'Katatonia Darkbeat' sia un po' più corretto.

Avete qualche messaggio illuminante finale da dare ai nostri lettori?
Ascoltate il nostro album ancora ed ancora, e trovate voi stessi in esso. Siati aperti di mente e trovate la vostra via in questa breve vita!! E ricordate, la vita non è nulla più di una malattia terminale trasmessa per via sessuale, e dovrete vivere con questa merda e curare le vostre ferite con della bella musica finché dura...

Sito internet: http://www.forgottensunrise.com/