Fearbringer
(Randolph Carter - Ottobre 2003)


Con un pò di ritardo, ecco l'intervista a Luca Grandinetti, in arte Fearbringer, conosciuto come leader dei blackster parmensi Tunguska, ma a capo anche di innumerevoli altri progetti!



Ciao Luca! Innanzitutto i miei più sinceri complimenti per il lavoro svolto sia con i Tunguska che come Fearbringer; ci vorresti raccontare come nascono entrambi i progetti?
Hail! Grazie per l'interessamento! I miei progetti più conosciuti sono Tunguska e Fearbringer, a questi si sono aggiunti Armata Di Carona e Les Jardins Decadentes. Tunguska nasce nel 1997 con l'idea di creare una proposta musicale estrema con tematiche inerenti all'ufologia in chiave religioso/filosofico. Fearbringer nasce tra il 1999 e il 2000 sotto forma di black metal old style prima e folk black negli ultimi lavori: il tema portante è la corruzione della chiesa nella storia. Armata Di Carona nasce alla fine del 2002. Si tratta di black metal old style con testi inerenti ad alcuni episodi storici legati alla zona dove vivo. Les Jardins Decadentes è il progetto più recente, inizio 2003. Si tratta di una proposta sperimentale dove si fondono sonorità estreme con inserti neoclassici... violini, a tratti voce femminile... le tematiche ruotano tutte attorno alla società francese della rivoluzione. Questi 4 progetti sono solisti. Mi occupo di tutte le composizioni e di tutti gli strumenti. Dal vivo sono seguito da alcuni musicisti session.

Con i Tunguska tratti tematiche che riguardano la possibilità di una vita extraterrestre; come nasce questo tuo interesse e come ti poni nei confronti di un'eventuale vita intelligente esterna alla Terra?
Ho sempre avuto questa passione sin da bambino... l'incontro tanti anni fa con persone che erano più dentro alla questione mi hanno dato modo di prendere in considerazione l'ufologia da un punto di vista che prima coincideva solo con la fantascienza. Diciamo che ammetto una forma di vita extraterrestre ma non mi lascio affascinare da quel poco che i media ci propongono. Non mi ritengo assolutamente un profeta. Ho le mie convinzioni, che nascono da studi e ricerche personali. La storia e l'arte sono le fonti migliori... ognuno è libero di farsi affascinare dagli omini verdi... anche se non è proprio cosi che stanno le cose.

Come Fearbringer ti definisci "nightmare teller"; ma l'orrore di cui tu ti occupi non è quello soprannaturale bensì quello purtroppo storicamente esistito. Raccontaci quali episodi ti hanno maggiormente colpito e ispirato.
Esatto. Tutte cronache di perversione cattolica, Marianna de Leyva (la storicamente esistita monaca di Monza), Madeleine Bavent (la monaca strega), Giovan Pietro di Valcamonica nel primo demo "Nera Chiesa". "Carne Tormenta", il secondo demo, tratta la storia di Alberico da Romano, fratello del più famoso Ezzelino, entrambi nemici del potere papale, soffermandosi sulla sconfitta del primo con conseguente massacro della famiglia ad opera dei funzionari cattolici. Il mio terzo lavoro "Litania" parla delle cristianizzazioni forzate operate da Carlo Magno in Sassonia sotto l'influenza del papa, mentre l'ultimo lavoro in uscita tratterà dell'educazione dei giovani cristiani cattolici, principalmente nel passato senza comunque trascurare l'oggi.

Dalle tue liriche si nota un profondo odio verso le istituzioni ecclesiastiche, ree di aver soffocato per secoli da una parte gli altri culti e dall'altra il sapere scientifico e razionale. Quale è la tua opinione i riguardo alla chiesa attualmente? Pensi che il suo ruolo di coesione sociale sia ormai venuto meno?
Alla fine siamo fortunati. Bene o male ognuno oggi è libero di professare liberamente il proprio credo... probabilmente qualche prete convinto delle proprie azioni c'è, ma in assoluto c'è poco da fidarsi: chi decide di prendere i voti va a fare la bella vita. I soldi li hanno, scopare possono praticamente scopare, possono fare tutte le loro belle cosine tanto c'è sempre chi gli va a parare il culo. C'è un giro di soldi immane... ci vorrebbe un bel concilio ecumenico e una bella riforma... Qualcuno crede ancora nel clero ma sono perlopiù anziani... gli adulti dai 40 in poi hanno ben altre cose a cui pensare, i giovani iniziano a prendere con leggerezza il discorso religioso... la chiesa non serve più...

Inoltre sostieni di credere nell'esistenza di una entità superiore, che identifichi con la natura e le sue leggi. Ma da dove derivano le leggi naturali e immutabili che governano il mondo? Esiste un qualcuno o un qualcosa che le ha create?
Sai, io credo che tutto, ma davvero tutto sia spiegabile scientificamente... prima o poi scopriremo anche questo. Per ora mi limito ad adorare la natura (come forza, come insieme di leggi immutabili, come teatro di eventi apparentemente assurdi come assurdi sono "tutti" gli attori) e a dare un senso alla mia esistenza.

Cos'è l'"Encyclopedia Misteriis"?
E' l'insime di tutta la mia produzione artistica e il nome che ho dato al mio sito internet. Diciamo che tutti i miei progetti sono legati, anche se apparentemente non sembra. Non stupitevi se un giorno tutta la mia produzione avverrà sotto un unico monicker... magari proprio "Encyclopaedia Misteriis"...

Passiamo al lato musicale dei tuoi lavori. Entrambi sono molto ben piantati sul black metal, ma illustraci le principali differenze stilistiche tra Tunguska e Fearbringer.
4 progetti musicali con diverse sfumature stilistiche che mi danno modo di esprimere il mio pensiero e la mia capacità compositiva al 100%. Lo stile di Tunguska non è mai cambiato... tastiere imprevedibili, riffing tecnico e atmosfere epico/orrorifiche. Solo la produzione è cambiata nel tempo. Se le prime 3 uscite sono tendenzialmente grezze, le ultime 2 sono più d'impatto per scelta. Fearbringer nasce come black old style ma nel secondo e terzo lavoro si apre a spiragli folk con l'apporto anche di voce pulita. Armata di Carona riprende il lavoro lasciato in sospeso con "Nera Chiesa", tornando ad affrontare il black grezzo. Les Jardins Decadentes non è black metal anche se di questo genere manterrà comunque l'incedere aggressivo e il nobile porsi. Ci saranno sperimentazioni, ma mai invadenti...

Quali sono i gruppi che maggiormente ti ispirano? C'è qualcuno che apprezzi più di altri, anche dal punto di vista lirico?
Pur ascoltando davvero tanta musica sono riuscito a crearmi uno stile personale difficilmente riconducibile a particolari band... i miei gruppi preferiti restano comunque Bathory, primi Satyricon, DarkThrone, Belphegor, Isengard, primi Dimmu Borgir, primi Covenant, Mercyful Fate, King Diamond (ce ne sono tanti altri comunque).

La tua attività letteraria/filosofica/musicale è davvero instancabile; il pubblico come risponde?
Come credo per tutti ci sono prese di posizione. C'è chi adora ciò che faccio e c'è chi mi odia. Purtroppo volente o nolente quando sei un artista la gente parla di te. L'importante è comunque essere soddisfatti in prima persona e tenere rinnovato l'interesse e la motivazione... ti assicuro che ci vuole davvero poco... alla fine questa è musica troppo personale... se sei insicuro e non credi in ciò che fai e pensi, hai perso in partenza...

La tua opera non è certo rivolta alle masse. Ma, di fronte alla possibilità che una semplificazione e qualche accorgimento alla tua musica ti possa procurare più fama e più denaro... cosa faresti?
La mia risposta è questa: nessun compromesso.

Quale è la tua concezione di black metal?
Per alcuni il black metal è morto negli anni '90... per me è ancora vivo e vegeto. Poche band e grandi persone stanno tenendo in vita quest'Arte che ha saputo nel tempo evolversi nella giusta dose... facendo propri valori che forse quando è stata generata mancavano.

Come sta la scena underground a Parma e dintorni? Facci qualche nome meritevole!
Recupera il demo "Vae Victis" dei Perkos, una "italic pagan extreme metal" di Parma, e il "De Rerum Naturae" dei bolognesi Sigma Draconis.

Tra le recenti uscite discografiche, mi ha colpito favorevolemente il disco dei Negura Bunget, davvero favoloso; hai avuto occasione di sentirlo? E c'è qualche altra uscita recente che ti ha entusiasmato?
Purtroppo non ho avuto modo di ascoltarlo... in questo periodo sto ascoltando molto gruppi italiani... Abgott, The True Endless, Melets, Noctifer, Athanor...

Ultima domanda: progetti futuri.
Demo su demo, concerti su concerti.

Bene, grazie per la pazienza dimostrata nel rispondere a queste pallosissime domande! Mi raccomando di spedirci il vecchio materiale che ancora manca e, ovviamente, i prossimi lavori... ci conto! Saluti e auguri da Shapeless!!
Grazie ancora per l'interessante intervista! Ci si vede durante un live in qualche sperduto pub!

Mail: fearbringer@katamail.com
Sito internet: http://www.geocities.com/fearbringerit