Fallen Fate
(Hellvis - Gennaio 2004)


I Fallen Fate sono un'ottima band che ha al suo attivo un promo di quattro canzoni, un buon numero di concerti e tantissima voglia di farsi conoscere! La loro musica è un death metal in perfetto equilibrio tra le intuizioni dei Death e l'aggressiva melodia di derivazione svedese. I musicisti sono molto preparati tecnicamente e dimostrano di avere uno spiccato gusto per gli arrangiamenti efficaci. Proseguendo di questo passo, i Fallen Fate troveranno presto un loro suono personale ed avranno modo di dire la loro!
Quest'intervista, condotta via e-mail, permette al lettore di accostarsi a questo interessante quartetto toscano. Tutti i membri dei Fallen Fate hanno risposto alle domande.



Come, quando e perché si sono formati i Fallen Fate?
Paolo: Possiamo dire che il gruppo è stato completo, quindi ha potuto essere considerato tale, circa un anno fa con l'ingresso di Federico. Io, Matteo e Francesco suonavamo già da qualche anno insieme, ma non eravamo ancora riusciti a proporre del materiale a causa della mancanza di un batterista! Federico risultò essere subito la persona giusta in termini di esperienza e preparazione tecnica, cosicché in men che non si dica ci ritrovammo in studio a registrare la nostra prima demo!

Presentate i vari componenti del gruppo, le precedenti esperienze musicali di ciascuno di voi ed i vostri gusti in fatto di musica.
Matteo: Io, Francesco e Paolo musicalmente siamo cresciuti insieme. I gruppi che hanno segnato il nostro modo di suonare credo siano riconoscibili attraverso l'ascolto della demo, parlo ovviamente di Death, Children Of Bodom, In Flames e Sadist, anche se non è mancata la cultura classica dei vecchi album dei Metallica e degli Iron Maiden. Federico è la parte thrash della band, la sua figura è sempre molto presente nel songwriting, questo grazie anche all'esperienza maturata negli anni!

Recensendo il vostro "Promo 2003" ho scritto, con un pizzico di esagerazione, che se Chuck Schuldiner fosse nato e vissuto in Svezia, probabilmente i Death avrebbero suonato come voi! Vi sembra una descrizione adeguata della vostra musica?
Matteo: Per un ascoltatore credo di sì, naturalmente senza neanche fare paragone con i grandi Death. Comunque ciò dipende dal fatto che abbiamo partorito idee figlie dei Death e delle sonorità svedesi, essendo queste le nostre maggiori influenze!

Critica e pubblico hanno un'opinione molto positiva della vostra musica. Qualche etichetta si è fatta viva per mettervi sotto contratto? Pensate che l'Italia sia un terreno favorevole per suonare una musica come la vostra?
Matteo e Francesco: Abbiamo mandato la demo a diverse case, ma per ora non abbiamo ancora trovato un contratto... anche se ultimamente alcune case ci hanno contattato chiedendoci di inviargli il nostro materiale! Sinceramente non credo che l'Italia sia il posto adatto per proporre questo genere di musica, infatti molte demo le abbiamo spedite all'estero! Nonostante ciò siamo certi che sia possibile riuscire a combinare qualcosa, l'importante è non arrendersi e cercare sempre di evolversi correggendo i propri sbagli.

In una mail Francesco mi ha annunciato che i Fallen Fate hanno composto nuove canzoni. Che differenze ci sono tra queste nuove composizioni e le quattro del "Promo 2003"? C'è un'evoluzione? Avete accentuato l'aspetto melodico dei brani o avete optato per una maggiore brutalità?
Francesco: Sì, c'è abbastanza differenza tra i pezzi vecchi e quelli nuovi. Le differenze risiedono principalmente negli arrangiamenti e nel ritmo dei brani, decisamente più serrato e incazzato! Non abbiamo optato per una maggiore brutalità, ma abbiamo cercato di proporre l'aspetto melodico in modo un po' più graffiante e stronzo! Credo proprio che il gruppo inizi a tirare fuori, magari ancora allo stato embrionale, quello che magari un giorno potrebbe essere il nostro sound e che magari riesca a farci distinguere da altre band (anche se tutto questo non è facile!).

Cosa ci puoi dire dei testi? Quant'è importante il testo nelle canzoni dei Fallen Fate? Privilegiate l'aspetto musicale oppure ci sono delle tematiche particolari che avete l'urgenza di comunicare?
Francesco e Federico: I testi delle nostre canzoni sono scritti da Matteo (anche se spunti e idee nascono da tutto il gruppo). Tutti sono caratterizzati da pensieri filosofici che possono scaturire da esperienze personali, riflessioni o considerazioni verso la società e i problemi che ne fanno parte! Non privilegiamo nessun aspetto, cerchiamo di fare in modo che tutte e due le cose funzionino nel giusto modo, in ogni caso il nostro sistema di composizione comporta prima la stesura della musica e poi la voce.

Come sono i Fallen Fate dal vivo? Cosa provi durante le esibizioni? Hai qualche aneddoto da raccontarci, a tal proposito?
Paolo e Federico: Nel post di una recensione un ragazzo che non conosciamo ha scritto: gli do 80 non mi voglio sbilanciare, anche perché la demo rende un terzo di quello che rende dal vivo! Magari questa persona ha un po' esagerato... comunque curiamo molto la parte live, cerchiamo sempre di coinvolgere il pubblico e fare in modo che non distolga lo sguardo dal palco! Tutto questo a discapito di molte ore di sonno che se ne vanno a causa delle lunghe sessioni di prove settimanali, visto che i nostri brani contengono poche progressioni di accordi e tanti riff che è difficile riproporre senza averli provati svariate volte! Per ora non c'è successo ancora niente di strano o insolito; più che un aneddoto voglio parlarvi di un ragazzo che si chiama Alberto ed ormai veste il ruolo di roadie della band visto che oltre a prestarci ogni volta il furgone per la strumentazione ci aiuta anche a montarla, smontarla e rimontarla in sala prove!!! A chi capitasse di vederci lo potete trovare dietro la batteria di Federico sempre pronto a qualche inconveniente... grazie Albeeee!!!

Cosa ci dobbiamo aspettare dai Fallen Fate per il futuro?
Francesco: Tanto metal, tanta voglia di suonare, divertirsi e spaccare il culo ai poser del cazzo... scusa mi sono fatto un po' prendere... Una cosa è sicura i Fallen Fate non poseranno le asce finche non avranno lasciato il segno!

Mi complimento nuovamente per la vostra musica e vi ringrazio per avere risposto alle mie domande. Lascio a voi il compito di trovare le parole giuste per concludere quest'intervista!
Fallen Fate: Innanzitutto grazie a te Hellvis e a Shapeless per la collaborazione. Colgo l'occasione per dire che siamo disposti a muoverci ed organizzare concerti con band anche fuori dalla Toscana! Sul nostro sito potete scaricare la nostra demo o mettervi in contatto con noi.
Che dire... support music not rumors and keep the metal faith alive!!!

Mail: fallenfate@virgilio.it
Sito internet: http://www.fallenfate.cjb.net/