Enemynside
(EvilEnry - Gennaio 2002)


In attesa dell'uscita del loro primo full-lenght album, abbiamo scambiato due chiacchiere con gli Enemynside, eccellente formazione thrash di Roma, per sapere un po' di cose relative alla registrazione del suddetto album e per conoscere un po' meglio questa ottima band che merita ampiamente l'interesse che ha destato attorno a sé. Per saperne di piu' leggete l'intervista qui sotto e aspettate poi di ascoltare il loro lavoro in studio, che si preannuncia una vera bomba!!!



Allora,innanzitutto, con chi ho il piacere di fare l'intervista?
Matteo "Thrasher" Bellezza, secondo chitarrista della band.

Hai voglia di fare una breve presentazione della band,per chi non vi conosce ancora (formazione attuale,un po' di storia ecc...)
Ok, allora, il gruppo si forma ufficialmente nel 1994 (sebbene fosse attivo già da qualche anno) con il monicker Scapegoat. La formazione di allora era per 3/4 diversa da quella di oggi, infatti l'unico membro rimasto è Francesco Cremisini, chitarrista/cantante.
Dopo svariati cambi di line-up e molteplici concerti nelle scuole, nel '95 viene registrato il primo demo-tape, intitolato Home-made, che pero' viene dato solo a pochi fans ed amici (tra i quali il sottoscritto che prima di entrare nel gruppo era appunto amico e accanito fan degli Scapegoat!!!).
Nel '96 Francesco e Luca (primo bassista della band) tentano di trasferirsi a Londra in cerca di fortuna, ma dopo 3 mesi tornano in Italia scoraggiati dalla scena metal inglese! Nel '97 sostituisco il vecchio chitarrista, che lascio' la band prima della parentesi londinese, e nel '98 dopo un altro paio di demo-tape non ufficiali, esce il demo "Scars". Il periodo successivo all'uscita di "Scars" è caratterizzato da continui cambi di batterista e da una discreta attività live.
Nell'estate '99 si aggiunge a noi il batterista Pileggi, si decide insieme di cambiare monicker in Enemynside e nel novembre '99 registriamo il demo "From The Cradle To The Way" che come il precedente "Scars" raccoglie consensi e Top Demo sulle principali riviste del settore. Dopo un anno di concerti in tutta Italia, nel 2001, decidiamo di registrare con la nuova line-up, che vede entrare Luca Marini al posto di Pileggi e Alberto Sempreboni al posto di Luca Giovagnoli, un promo destinato solo alle etichette e alle riviste specializzate. Il suddetto promo intitolato "Violent Beats" tiene testa ai precedenti lavori della band guadagnandosi ottime recensioni e il Top Demo del mese sia su Metal Shock che su Metal Hammer!
Ed ora eccoci qui, dopo la solita incessante attività live, a registrare il nostro primo album per la "Temple Of Noise".
E' stato difficile riassumere 8 anni di militanza nell'underground metal in una manciata di righe ma spero di esserci riuscito senza annoiare troppo!

Ci sei riuscito benissimo! So che avete cambiato sezione ritmica rispetto al primo demo . Quali sono i motivi che vi hanno portato a questa separazione e come vanno le cose con i nuovi membri?
Rispetto a "From The Cradle..." (che è il nostro primo demo uscito sotto il monicker Enemynside) abbiamo cambiato sezione ritmica, non per scelta ma per cause di forza maggiore! Pileggi, l'ex batterista, infatti non era piu' stimolato dalla nostra attività live e da questo genere musicale (ora insegna batteria e lavora come session con artisti italiani). Con Luca (ex-bassista) il discorso è stato diverso perchè alla lunga alcune incomprensioni all'interno della band hanno incrinato il rapporto d'amicizia che c'era fra noi. Ora è tutto chiarito ma comunque le nostre strade musicali ormai si sono divise anche come gusti.
I nuovi entrati hanno dimostrato di essersi integrati alla perfezione e sono riusciti a non far rimpiangere quelli che a parer mio sono due grandi musicisti come Pileggi e Luca.

Ora voi siete in studio per registrare il vostro primo cd. Come procedono i lavori?
Abbastanza bene direi, ce la stiamo prendendo comoda come tempi perchè vogliamo che il cd esca come diciamo noi in tutto e per tutto. Per ora è stata registrata la batteria e le chitarre ritmiche. Fra pochi giorni faremo un pre-missaggio per verificare come suona il tutto e poi proseguiremo o, eventualmente, rimetteremo le mani là dove servirà.

Per quando pensi riuscirete a farlo uscire?
Speriamo al massimo entro settembre....

Puoi descriverci un po' quelli che sono i contenuti dell'album, sia a livello musicale che per quanto riguarda i testi?
Musicalmente il disco seguirà le coordinate di "Violent Beats", con pezzi molto veloci ma anche con continui cambi di tempo all'interno delle canzoni stesse. Abbiamo cercato di far coesistere una certa ricerca per il riff vincente con la botta classica del thrash metal che da sempre proponiamo.
Riguardo ai testi, come al solito è Francesco che mette in musica le sue esperienze personali e i suoi viaggi introspettivi!

Quali pensi siano le principali differenze tra questo nuovo prodotto e il vostro demo precedente, ammesso che ce ne siano?
Se intendi come demo precedente "Violent Beats" (che in realtà pero' è un promo) posso dirti che l'album è la sua prosecuzione!
Rispetto invece al nostro demo ufficiale "From The Cradle To The Way" le differenze maggiori riguardano l'andatura dei pezzi. Per il resto, come anche per i demo usciti sotto il monicker "Scapegoat", credo si senta una certa continuità nel songwriting, anche se è aumentata la velocità dei pezzi in maniera vertiginosa!

Pensate di promuovere il cd con dei concerti in giro per l'Italia o preferite aspettare per vedere come andranno le vendite?
Sicuramente, album alla mano, continueremo a suonare il piu' possibile soprattutto per far conoscere i pezzi del disco alle persone che già hanno i nostri demo. Ci stiamo muovendo anche per organizzare qualcosa fuori dall'Italia, vedremo cosa si riuscirà ad ottenere...

Quali sono le vostre influenze principali? I gruppi che piu' vi influenzano nello scrivere canzoni?
Posso parlarti delle mie influenze personali, anche se in linea di massima alla base della nostra passione musicale ci sono comunque i classici: Iron Maiden, Metallica, Slayer, Megadeth, Testament, Anthrax, ecc.
Per quanto mi riguarda, le mie influenze maggiori, oltre appunto ai classici citati prima, sono da ricercarsi in gruppi come Exodus, Nuclear Assault, Vio-lence, Overkill, Death, Annihilator, Sodom,ecc.
Adoro l'attitudine che avevano le bands americane e ancora oggi continuo ad ascoltare dischi come "Oppressing The Masses" e "Eternal Nightmare" dei Vio-lence o "Survive" dei Nuclear Assault. Fra le nuove proposte adoro soprattutto i "The Haunted".....

Alla luce di quanto mi hai detto, quali sono i 5 dischi di cui non potresti mai fare a meno e che ancora adesso ringrazi di aver ascoltato?
5 dischi sono pochi, non ce la faro' mai, posso trasgredire??

Vai pure!!
Vado!
- Bonded By Blood (Exodus)
- No Prayer For The Dying (Iron Maiden)
- Reign In Blood (Slayer)
- Kill'Em All/...And Justice For All (Metallica)
- Rust In Peace (Megadeth)
- Individual Thought Patterns (Death)
- Fistful Of Metal (Anthrax)
...dai mi sono limitato a trasgredire di poco, anche se ho lasciato fuori un sacco di dischi fondamentali...

Voi siete di Roma, com'è la situazione musicale nella vostra citta'? Riuscite facilmente a suonare dal vivo?
Il metal qui a Roma, per quanto riguarda i locali, non se la passa molto bene. Anni fa c'erano degli appuntamenti fissi (in genere il sabato o la domenica) in locali come il Moon Club o il Coetus dove si poteva suonare. Ora la situazione è in declino, mancano le strutture nonostante la gente interessata al metal ci sia. Anche i gruppi sono molti ma se mancano i locali è difficile per le bands nuove farsi conoscere.
Noi comunque non troviamo grosse difficoltà per suonare dal vivo, per fortuna abbiamo uno zoccolo duro di fans/amici che ci viene sempre a vedere, anche se suoniamo in posti semi-sperduti!

Conosci qualche gruppo di Roma o italiano in generale che ti piace e che consiglieresti a coloro che leggeranno quest'intervista?
Ci sono parecchie bands italiane underground con cui siamo in contatto e che consigliamo! Fra queste mi piace sempre ricordare gli Arcadia, gli SKW, i Kiss Of Death, i Rainspawn (nostri compagni di etichetta fra l'altro), gli Hatework, i Mindwild, gli Undertakers, le Brazen e un sacco di altre bands! Sono davvero troppe per poter essere menzionate tutte!
Fra l'altro noi facciamo anche parte dell'IMA, un'alleanza fra gruppi underground davvero interessante e funzionale. Per chi fosse interessato puo' visitare il sito dell'Alleanza all'indirizzo http://gonow.to/ima.
Il nostro sito ufficiale è raggiungibile invece all'indirizzo http://welcome.to/enemynside ma fra poco sara' attivo anche http://www.enemynside.com Mi raccomando fateci un salto e firmate il guestbook!

Voi avete suonato molto in giro per l'Italia, hai qualche aneddoto divertente da raccontarci?
Oh mamma, si ce ne sono di aneddoti divertenti, fammi pensare....beh in realtà rimase storica la trasferta di Torino quando suonammo al Thrash Metal Festival nel '00 insieme ai Braindamage, perchè ci siamo fatti Roma-Torino-Roma stipati in quattro dentro la mia Panda! Al ritorno poi dormimmo anche qualche ora in un'aria di servizio, ma puoi immaginarti come stavamo!
Ci è successo anche altre volte di dormire in macchina ma non nella Panda!

Cosa ne pensate di questa rinascita del thrash? Vi convince e soprattutto vi piace?
Ci fa piacere che ci sia un nuovo interesse verso questa musica. Proprio qualche giorno fa sono andato a vedere a Ravenna il concerto Sodom + Destruction + Kreator e ho notato con piacere che il locale era pieno! Non era certo un locale enorme, ma credo che 500 persone ci saranno state. Posso garantirti che rispetto ad altri concerti di gruppi storici del thrash che sono venuti qui in Italia e che ho visto, è stato davvero un successone. Tra l'altro con tutte queste reunion (confermate o no, come quelle di Exodus e Vio-lence) e con i vari album di ritorno alle origini sembra che anche il mercato si stia spostando verso quel tipo di sound.

Siamo alla fine, concludi tu quest'intervista come meglio credi. Puoi dire quello che vuoi!
Beh ringrazio te e tutti i ragazzi di Torino e dintorni che vengono a vederci ogni volta che suoniamo da quelle parti, spero di vedervi tutti al Troll's Pub il 1° febbraio, dove suoneremo insieme agli Arcadia. Per le date dal vivo tenete sempre d'occhio il nostro sito che viene costantemente aggiornato! Grazie di tutto e....keep on thrashin'!



L'intervista si conclude qui. Ringrazio Matteo e il resto della band per la disponibilita'. Spero davvero di poter ascoltare al piu' presto il loro nuovo lavoro! E questo deve valere anche per tutti voi che avete letto l'intervista!! Se non conoscete ancora il gruppo, è ora di farlo!! Sono davvero in gamba, e se siete legati a certe sonorita', sicuramente non rimarrete delusi, anzi...!!!! THRASH UNDER PRESSURE!!!!!!