Eligor
(Hellvis - Luglio 2006)


Già in passato ho intervistato gli Eligor. I vecchi Eligor, quelli che ora non ci sono più. Sì, perché i nuovi Eligor sono una band profondamente diversa, più matura, migliore sotto ogni punto di vista. Una rivelazione del black tricolore! Lasciamo la parola ad Enrico e Fossimer!



Ciao gente! Sono passati più di due anni dalla nostra ultima intervista. Rileggendo le vostre risposte, questa frase mi ha colpito particolarmente: "Attualmente stiamo delineando le basi dei nuovi pezzi che comporranno il prossimo disco, le cui caratteristiche non saranno ricollegabili ad alcun disco di musica estrema esistente fino ad ora. Faremo parlare solo le nostre emozioni e ce ne fregheremo dei canoni del genere". "Ante Lucem" conferma in modo convincente questa vostra risposta del marzo del 2004.
Si è trattato di un'intuizione, o avevate già le idee chiare sulla strada stilistica che avrebbero percorso gli Eligor?

Enrico: Non credo sia corretto parlare di idee ben precise o di canoni stilistici autoimposti; siamo entrati in sala muniti di passione e di suggestioni sonore ed extra-musicali, e pian piano cio che prima era solo una proiezione grezza e incompiuta e diventato musica e (mi auguro felice) intuizione. Il resto e venuto da se: apportando ognuno la propria piccola o consistente parte siamo giunti ad un sound e a una sensibilita armonica che a tutti i costi cerca di venir meno ai cliché del genere. Credo sia più corretto dunque parlare di mood, di Stimmung, piuttosto che di canoni stilistici veri e propri: canoni che, col tempo e con la pedissequa e reciproca imitazione, finirebbero per limitare (e non poco) la creatività del singolo soggetto artistico.

Se non sbaglio, nel periodo di promozione di "In Nomine", proponevate già nuove canzoni dal vivo. Alcune di esse sono presenti su "Ante Lucem"? Si sono modificate tanto nel corso degli anni, o sono rimaste come sono nate?
Fossimer: Si esatto, per un anno o più abbiamo voluto sperimentare un approccio diverso con i pezzi composti successivamente ad "In Nomine"; si è scelto di integrarli con le songs già promosse dalla MKM in live and festival. Questo ha determinato una successione repentina di cambiamenti, dovuto anche alle varie formazioni che abbiamo adottato successivamente alla perdita di Alessandro, alcune di queste songs come: "Altair" ed "Ad Nihil" sono state affiancate da nuovi pezzi nell'ultimo cd "Ante Lucem".

"Ante Lucem" è un album stupendo, e scritto questo non ci sarebbe altro da aggiungere. Nonostante vi stimassi già in precedenza, la qualità del vostro nuovo lavoro mi ha stupito! In due anni avete compiuto passi da gigante, sotto tutti i punti di vista. Come sta reagendo la critica nei confronti di questo vostro nuovo lavoro? Ed i fan della prima ora, hanno apprezzato i vostri cambiamenti stilistici, ed il deciso distacco dal passato?
Enrico: Difficile interessarsi di critica, se si parte con l idea che la maggior parte delle persone che parlano di arte nascondono nelle loro tiritere di parole e citazioni la frustrazione per il fatto di non essere riusciti a far parlare della propria, di arte: tuttavia, le recensioni che abbiamo letto finora sono piuttosto convincenti. Tranne un punto dolente, in esse ben ravvisabile: da qualche parte, adesso, ci sarà forse qualche capellone brufoloso che, cambiando un platter dopo l'altro sulla piastra delle stereo, arriverà alla solenne conclusione che la musica degli Eligor e influenzata da chissà quale sconosciuto gruppo dell' underground norvegese e/o da chissà quale introvabile prodotto del nostrano metallo di nicchia... la musica degli Eligor, ci tengo a precisare, ha un unica e incrollabile influenza: GLI ELIGOR. Nessuno di noi e un assiduo o maniacale ascoltatore di black metal (personalmente preferisco Wagner o Schönberg ai sottoprodotti di quella che sta diventando una "subcultura di massa"), e i nostri interessi spaziano dalla musica di nicchia alla musica colta, dalla psichedelia alla sperimentazione elettronica.
Discorso fan? Siamo rimasti davvero molto soddisfatti dalle risposte che abbiamo ricevuto dopo i primi ascolti di "Ante Lucem": il disco piace, intriga, e cio non puo che far piacere. Tuttavia rimango del parere che suonare in Italia sia assai degradante per un gruppo che cerca di dare alla propria anima una espressione artistica, ed e proprio per questo che stiamo pensando di cominciare a suonare fuori dai confini nazionali: è in programma una data ad Oslo, probabilmente a settembre (ma con ampi margini di incertezza), e penso che per un gruppo che fino ad ora si è limitato all'area di Roma e provincia sia più che un roseo passo in avanti...

Rispetto al passato, le composizioni sono molto più personali e creative, anche se hanno perso quell'alone caldo ed avvolgente a favore di un'atmosfera più fredda e negativa. Si nota una maggiore libertà compositiva, non vincolata da canoni stilistici particolare. Nel corso degli anni è cambiato anche il vostro modo di comporre? Siete molto severi nella selezione dei riff, dei suoni e comunque della struttura di una canzone, o vi lasciate trasportare dall'ispirazione sempre e comunque?
Fossimer: In questi anni gli Eligor hanno passato numerosi fasi di assestamento sia stilistico che compositivo, le canzoni si sono evolute insieme al gruppo; molti pezzi datati hanno avuto una loro solida collocazione nell'ultimo CD "Ante Lucem".Abbiamo scelto di distaccarci fermamente da ogni preconcetto stilistico che incombe,come tu sai bene, su gran parte della scena underground e di esporci con idee e intuizioni personali, che non ricalcano quasi mai esperienze già fatte. Anche per questo i suoni sono maturati così lentamente, penso abbiano seguito un percorso naturale, la composizione e la scelta dei suoni è uno dei punti principali su cui spendiamo numeroso tempo. Avere la possibilità di produrre le proprie musiche è il miglior modo per rendersi conto della validità di quello che si sta esprimendo, ed è anche per questo che cerchiamo di restare uniti durante questo periodo. Dicevamo...la struttura della canzone ed i riff generalmente vengono più e più volte ripresi in mano,si cerca di non lasciare nulla al caso.. seguiamo spesso le prime ispirazioni che giungono con accordi o tempi creati in sala, ma poi si tende a concretizzare cercando di donare alla canzone una sua personale identità; quasi tutte le songs in "Ante Lucem" seguono questa filosofia...

Enrico Rosso, che non faceva parte della prima line-up degli Eligor, ha contribuito in modo decisivo all'evoluzione degli Eligor con i suoi testi. Ho notato che ripetono spesso le stesse parole, le stesse immagini, in maniera ossessiva. Il significato rimane però ermetico, ed a volte all'ascoltatore non rimane che apprezzare solo il potere simbolico e sonoro di certe immagini. Spesso i gruppi mi rispondono che lasciano che sia l'ascoltatore a trovare il significato dei loro testi, secondo la sua sensibilità personale. Qual è il significato dei testi di "Ante Lucem"? Perchè vengono utilizzate con tale insistenza le medesime parole, rimescolate fra loro in nuovi significati ed accostamenti?
Enrico: Non mi resta che rispondere in prima persona: i testi di "Ante Lucem" sono frutto di una sperimentazione che include elementi espressivi moderni e simbolisti (sintassi franta, agrammaticalismi) in una trama antichizzata, percorsa da brividi ossessivi e magniloquenti allo stesso tempo. Per scriverli mi sono ispirato, piu che ad autori ben precisi, a determinate sonorita che col tempo hanno finito per prendere il sopravvento: ed e dunque la loro ripetizione niente di meno che un rito, una invocazione alla dimensione aurorale e incomprensibile che precede la luce. Ed e dunque chiaro che le finalita dei testi non sono veicolare un contenuto ben preciso, ma una trama di suoni e asperita della lingua che rispondono a una precisa poetica di invocazione di un sublime che scivola via, tra le parole e tra le note, e sembra ristagnare, inafferrabile e inafferrato, in attesa che qualcuno lo colga e lo riporti a nuova vita.

Ho visto che la vostra collaborazione con la MKM è più forte che mai. Continuate ad essere soddisfatti del lavoro di questa agenzia? Vi ha dimostrato una grande fiducia, e che risultati avete ottenuto dalla sua collaborazione?
Fossimer: Dopo l'uscita di "In Nomine" ci siamo resi conto che tutto sommato avevamo creato qualcosa di valido (artisticamente), molte cose erano da cambiare molte da approfondire rivedere..
Un valido supporto l'abbiamo avuto invece nel processo di promozione dove i contatti con la MKM sono stati dei migliori, bene o male siamo riusciti a farci sentire in Italia ed in Europa con buone recensioni ed interviste. Proprio per questo abbiamo continuato a collaborare con la MKM promotion, che già da due mesi si occupa della promozione dell'ultimo CD...

Vi state dedicando ora alla promozione di "Ante Lucem", tramite concerti, oppure state già guardando al futuro, componendo canzoni nuove? O, addirittura, avete già brani nuovi e pronti? Se sì, si intravede già qualche evoluzione?
Enrico: La promozione live di "Ante Lucem" é iniziata il 6 marzo con un concerto al Bombardier a Roma , ma come già è stato detto si sta cercando di far gavetta non solo in Italia. Mete di culto come la Norvegia, a cui siamo molto affezionati per viaggi ed esperienze, o in generale l'Europa come Entità Politica e Territoriale ci affascina moltissimo, e già da tempo stiamo lavorando a questo progetto, che spero avrà inizio a breve termime.
Non c'è nulla nel cassetto di definitivo per la prossima uscita... solo idee idee idee idee idee !!

Una nota di merito per l'artwork? Chi è l'autore e cosa rappresenta?
Enrico: Bè, è stato fatto l'essenziale, quest'artwork definisce senza fronzoli e troppi virtuosismi le sensazioni che il CD traspira...
Un univa scarica di energia guida l'ascoltatore, e questo lo hanno ben capito i ragazzi che hanno lavorato alla grafica, un ringraziamento va a loro e alla MKM Graphics per il supporto.

Bene, questa breve intervista è terminata. A voi le ultime parole!
Enrico e Fossimer: E' stato un piacere rispondere a queste domande, spero abbiano illuminato un po' le menti dei Nostrani Metaller e di gente che non la pensa come noi...
Ragazzi che periodo di magra ci aspetterà se l'attuale situazione underground non incomincerà a svegliarsi!!
Ave...


Sito internet: http://www.eligor.it/