Diablo
(Hellvis - Dicembre 2004)


I finlandesi Diablo, ingiustamente sottovalutati fuori dal loro paese, stanno cercando con tutte le forze di ritagliarsi uno spazio importante nel panorama metal europeo. La loro musica, una miscela di stili brutali e melodici, hard rock e thrash, è fatta apposta per appassionare anche gli ascoltatori più tiepidi. Il chitarrista Marko e il cantante Rainer rispondono alle nostre domande.



Ciao ragazzi! Presentate la vostra band ai metallari italiani!
Marko: Ciao a tutti, metallari d'Italia. Permettetemi di introdurvi "brevemente" alla storia dei Diablo. Suono la chitarra con Rainer da quasi vent'anni. Siamo nati a Kalajoki, una piccola città nel nord della Finlandia. Dato che là non c'erano molti musicisti all'epoca, è stato naturale per noi ritrovarci nella stessa band. Agli inizi suonavamo thrash metal alla Sepultura / Testament in una band chiamata Armatage. In quegli anni mio fratello suonava la batteria e il fratello di Rainer il basso. Abbiamo suonato un paio di concerti, registrando tre temo con un quattro piste. La qualità di queste cassette è veramente bassa.
In seguito ci siamo trasferiti nel sud della Finlandia in città diverse (io sono andato a Helsinki e Rainer a Tampere). Ho provato a cercare un gruppo a Helsinki ma - dopo un po' di delusioni - abbiamo deciso di iniziare a suonare assieme di nuovo. Così ho cominciato a spostarmi a Tampere ogni week-end. All'inizio operavamo come un progetto a quattro mani (io e Rainer), nonostante cercassimo costantemente un batterista ed un bassista. Il progetto era chiamato Diablo Brothers. La musica che suonavamo non era più thrash metal. Il primo demo dei Diablo Brothers è stato registrato con un otto piste. Visto che non avevamo un batterista siamo stati costretti ad usare una drum-machine...
Dopo un po' abbiamo trovato Timo Kemppainen alla batteria ed abbiamo inciso il nostro primo demo in studio. Il demo "Aggressive Machinery" è stato registrato nel 1997. La canzone iniziale del demo è finita in una compilation (della quale non ricordo il nome visto che non ne ho mai avuta una copia...) della Black Mark Records. La Black Mark ci ha anche offerto un qualche tipo di contratto ma nulla è mai approdato a qualcosa di concreto. Adolf Virtanen si è unito al gruppo dopo aver ascoltato il demo. I Diablo Brothers hanno suonato il primo concerto nel 1998 al Nummirock Midsummer Festival.
Il secondo demo in studio, "To Where The Pain Is", è stato registrato nel 1999. Di nuovo una delle canzoni è finita su una compilation ma le compagnie discografiche non hanno mai mostrato un interesse reale. Siamo arrivati quindi alla conclusione che avremmo dovuto concentrarci di più sul songwriting. Io volevo eliminare dalle canzoni tutte quelle parti che non erano assolutamente necessarie ed aggiungerci più melodia. Il nome è stato cambiato in Diablo. La prima registrazione dei Diablo è stato un mini-CD di cinque tracce intitolato "Princess" (2000), che ha rappresentato il giusto viatico per un contratto con la finlandese Poko Records. Il primo album, "Elegance In Black" è stato quindi registrato e pubblicato nel 2000: è formato dalle tracce di "Princess" più altre cinque canzoni.
Al termine delle registrazioni di questo primo album abbiamo deciso di cercarci un nuovo batterista perché Timo non ha mai voluto suonare in maniera abbastanza seria. Fortunatamente abbiamo trovato immediatamente Heikki Malmberg, un talento giovane e fenomenale, che ha rimpiazzato Timo. Con questa line-up (Marko Utrianen, chitarra solista, Rainer Nygard, chitarra ritmica e voce, Adolf Virtanen, basso e Heikki Malmberg, batteria) abbiamo dato vita agli ultimi album "Renaissance" ed "Eternium".
"Renaissance" è stato pubblicato nel febbraio del 2002. Ha ottenuto molte reazioni positive ed è arrivato al numero 14 della classifica degli album finlandesi. Durante l'estate del 2002 abbiamo suonato moltissimi concerti nei festival estivi della Finlandia, il più importante dei quali è il Tuska. Abbiamo anche girato il video per la traccia di apertura "Angel".
L'ultimo album, "Eternium", è stato pubblicato il 19 gennaio di quest'anno. E' subito salito al terzo posto della classifica-album della Finlandia ed è rimasto in classifica per sette settimane. Non è stata una sorpresa perché il singolo "Read My Scars" (pubblicato nel novembre 2003) ha raggiunto il numero 4 nella classifica dei singoli finlandesi. C'è anche un video relativo a questa canzone. Dopo aver pubblicato "Eternium" abbiamo suonato circa trenta concerti in Finlandia, quest'anno.

Quali sono le vostre principali fonti di ispirazione? E come potreste descrivere il vostro stile?
Rainer: Per i miei testi traggo ispirazione dalla vita e dalle osservazioni che essa mi suggerisce. E, riguardo alla musica, nasce semplicemente dalla malinconia, temo.
Marko: Di solito cerco di sedermi alla mia scrivania appena ho tempo (almeno un'ora) ed inizio a suonare. In seguito traggo ispirazione da qualcosa che ho suonato, se sono fortunato. Di solito non lo sono. Il nostro stile? Questa è una delle domande più difficili... Ma se devo proprio dire qualcosa direi che i Diablo suonano un metal moderno, melodico e "groovy". Abbastanza strano? E' impossibile descriverlo con poche parole. Diablo è una specie di miscuglio dei diversi stili di heavy metal. Veramente, non puoi fare nessuna comparazione diretta con i vari stili anche se percepisci le influenze di cose vecchie e nuove. Non voglio nominare alcun gruppo perché è sempre pericoloso far questo. Chi non ha ascoltato i Diablo potrebbe non volerli mai ascoltare in caso non gli piacesse una delle band che potrei menzionare.

"Eternium" è un album veramente emozionante! Come ha reagito la critica nei suoi confronti? E gli ascoltatori? Siete ancora soddisfatti del disco?
Rainer: Grazie, fino ad ora le critiche sono state molto incoraggianti da tutto il mondo. E sì, sono ancora molto soddisfatto dell'album nonostante il fatto che sia stato pubblicato da quasi un anno in Finlandia. Suonando dal vivo (almeno in Finlandia) il pubblico sembra diventare pazzo quando siamo sul palco, la qual cosa non è affatto male!
Marko: Sì, sono ancora soddisfatto nonostante sia abbastanza concentrato nel prossimo album dei Diablo... che sarà, sicuramente, migliore di "Eternium". Comunque, non mi dispiacerebbe avere la possibilità di suonare in Europa già prima che il prossimo album dei Diablo sia pubblicato. Durante la prima metà del 2005, può andare?

Energia, songwriting ruffiano, brutalità e melodia intelligente: queste sono le vostre migliori qualità. Penso quindi che, dal vivo, siate strepitosi! Cosa ne pensate delle vostre performance sul palco? Suonerete presto anche in Italia?
Rainer: Grazie per le belle parole. Suonare dal vivo è per me la cosa MIGLIORE; dar vita a un disco viene solo al secondo posto. Dal vivo facciamo scuotere anche le teste che non vogliono scuotersi! Piacerebbe molto anche a noi venire a suonare in Italia.
Marko: Sì, suonare sul palco e vedere le reazioni del pubblico è il vero motivo per cui facciamo tutto questo.

Siete piuttosto famosi in Finlandia. Lo stesso non può essere detto per gli altri paesi. Pensate che "Eternium" vi porterà fama nel resto dell'Europa e - perché no - nel mondo?
Rainer: Speriamo di sì! "Eternium" è definitivamente l'album più pesante dei Diablo; va da sé che il nostro prossimo album sarà "as heavy as shit too" (risate).

La Finlandia ha una grande tradizione metal. Ci sono nuove band, ancora sconosciute, che meriterebbero una maggior fama? Magari band che suonino una musica tipo la vostra...
Rainer: Beh, penso che ogni singola band che meriti di essere menzionata sia comunque conosciuta in Europa / Italia a qualche livello. Fino ad ora non ho ancora ascoltato delle copie dei Diablo qui in Finlandia. Penso che la nostra musica sia diversa, difficile da copiare perché le sue radici sono distanti, nei gruppi thrash metal della Bay Area. Nessuno ha lo stesso tipo di storia musicale di me e Mr. Utriainen. Abbiamo speso migliaia di ore per sviluppare il nostro stile sino a questo punto...
Marko: Suonare e comporre assieme per diciassette anni è decisamente un vantaggio che non può essere guadagnato tanto facilmente (risate). Abbiamo imparato alcune lezioni che puoi apprendere soltanto dopo anni di duro lavoro. Spero vivamente che la gente fuori dalla Finlandia possa ascoltare tutto questo... Almeno le critiche extra-finlandesi sembrano puntare già verso questa direzione.

State programmando qualcosa per il futuro?
Rainer: Certo che abbiamo piani! Ora ci stiamo concentrando per scrivere nuovo materiale che, te lo prometto, non ti dispiacerà. Abbiamo già alcune cose egregie sul nostro PC. Il programma prevede di entrare in studio nel settembre del 2005.
Marko: Nell'estate del 2005, probabilmente, suoneremo un po' di concerti in Finlandia e, speriamo, fuori dalla Finlandia.

Bene, questa breve intervista è finita! A voi le ultime parole!
Rainer: A tutti i metallari italiani: "keep the metal faith alive and let the metal flow"!
Marko: Se vi siamo piaciuti su disco (e anche se non vi siamo piaciuti) venite a vederci dal vivo se ne avrete l'opportunità. Vi prometto che non vi deluderemo.

Sito internet: http://www.poko.fi/diablo