DarkThrone
(Hellvis - Ottobre 2004)


A seguito della recensione di "Sardonic Wrath", ho pensato bene di intervistare i DarkThrone. Se la Moonfog si è dimostrata disponibilissima nell'organizzare quest'intervista, non altrettanto si può dire di Fenriz. Mi duole ammetterlo ma le sue risposte sono di una pochezza devastante! Ho notato inoltre un certo "remare contro" nelle sue frasi, quasi che gli scazzasse tremendamente rispondere alle domande. Il mio primo pensiero è stato quello di non far mettere online l'intervista. Così facendo però, avrei mancato di correttezza nei confronti della seria etichetta norvegese. Inoltre io stesso mi sono sbattuto (un minimo) per mettere insieme qualche domanda dignitosa e non mi andava di buttare via il lavoro fatto.
Ora, cari lettori, non fatevi influenzare da quanto ho appena scritto. "Sardonic Wrath" è sempre il miglior album dei DarkThrone da parecchi anni a questa parte. E la classe del gruppo norvegese non si discute. Mi rammarico solo per il fatto che quest'intervista avrebbe potuto essere migliore. Va bene lo stesso, dai, non tutte le ciambelle riescono col buco.



Dopo la pubblicazione di "Hate Them" è apparsa questa frase nel vostro vecchio sito internet: "Il 2003 sarà l'anno dei cambi nelle strutture dei DarkThrone. Credo che questo renderà più forti i DarkThrone". Ho subito pensato che voleste sciogliervi! Ora che "Sardonic Wrath" è stato pubblicato, tu e Nocturno Culto siete sempre al solito posto. E lo stile, beh, è DarkThrone al 100%. Qual era il significato di quella frase? Una sorta di sfogo in un momento di crisi?
Questa frase ti ha proprio colpito, huh? Eheh.

Parliamo di "Sardonic Wrath". Hai detto che si tratta soltanto di un altro album dei DarkThrone. Ma, dopo averlo ascoltato, mi sono subito balzate in mente le similitudini con "A Blaze In The Northern Sky". Infatti ho notato che avete inserito nella vostra musica alcune influenze death e rock'n'roll. Sei d'accordo? Questi cambi possono essere considerati una sorta di svolta dopo un album deludente quale "Hate Them"?
I quattro album dei DarkThrone che stanno bene assieme sono "Under A Funeral Moon", "Hate Them", "Sardonic Wrath", "A Blaze In The Northern Sky". Fino ad ora sono le entità più forti dei nostri dodici album in studio. Il death è un affare di Nocturno Culto, il black'n'roll è cosa mia sin dai tempi di "A Blaze In The Northern Sky". Siamo ispirati anche da gruppi quali Abscess e Deathstrike.

Una cosa che mi è piaciuta veramente tanto è il sound del vostro nuovo album. E' così grezzo e "necro"! Finalmente Lars Klokkerhaug ha capito come rapportarsi alla vostra musica?
E' grezzo e ruvido e necro - proprio come tutti gli album dei DarkThrone (con l'eccezione del primo "Soulside Journey"). Riguardo al sound della batteria, abbiamo ascoltato i Tank e "Bomber" dei Motörhead - e poi abbiamo cercato di farlo diventare più brutto che mai, tentando di farlo suonare in maniera DARKTHRONESCA (e con darkthronesco NON intendo il suono di "Transilvanian Hunger" - quell'album è una STRAMBERIA e non può essere considerato per nessun motivo il tipico album dei DarkThrone). Questo non significa che "Transilvanian Hunger" non mi piaccia completamente... è solo per chiarire alcune incomprensioni. Ringrazio Klokkerhaug per aver osato creare un suono così infame come quello di "Sardonic Wrath".

Vorrei capire meglio alcune curiosità riguardanti una canzone del vostro ultimo album: "Rawness Obsolete". Ho letto in un'intervista (Grind Zone #4/2004, risposte di Nocturno Culto - nd Hellvis) che Satyr non era soddisfatto del master di "Sardonic Wrath" perché troppo corto. Ho tre domande per te. La prima: pensi che questa seconda versione di "Rawness Obsolete" suoni meno spontanea rispetto a quella iniziale? La seconda: vi siete trovati completamente d'accordo con il consiglio di Satyr di aumentare la durata dell'album? La terza: questa è la prima canzone che suonate assieme, nello stesso istante, dopo tanti anni. Che cosa hai provato a suonare di nuovo con Nocturno Culto?
SBAGLIATO SBAGLIATO SBAGLIATO. Nocturno Culto ed io abbiamo sempre suonato assieme in studio - non sempre negli anni '90 ("Questa è la prima canzone dopo tanti anni che ci siamo trovati a suonare insieme, nello stesso momento, io e Fenriz." è quanto affermato da Nocturno Culto nell'intervista sopra citata - nd Hellvis).
Ci siamo ritrovati con l'album "Sardonic Wrath" completato ma era troppo corto, pertanto abbiamo dovuto aggiungere "Rawness Obsolete". "Rawness Obsolete" non è mai stata registrata in più di una versione. Pertanto quello che hai qui è stato registrato in una volta sola. Ed è l'unica registrazione. ("Abbiamo dovuto registrare due volte questa song perché l'album nella sua prima versione era venuto troppo corto" - Nocturno Culto, medesima fonte - nd Hellvis). Un album dovrebbe essere più lungo di 30 minuti quando la musica è lenta come nostro stile. Se contenesse musica suonata alla velocità della luce durerebbe soltanto 26 minuti. E' la prima canzone che abbiamo SCRITTO ASSIEME dal 1993, probabilmente.

Dimmi qualcosa riguardo ai testi di "Sardonic Wrath". Fa un effetto strano leggere titoli quali "Information Wants To Be Syndicated" o "Straightening Sharks In Heaven" in un album dei DarkThrone? Quali sono gli argomenti di questi testi?
Non parlo mai dei miei testi. Posso soltanto darti le mie condoglianze.

Perché hai deciso di cantare assieme ad Apollyon in "Hate Is The Law"? E, riguardo a questa traccia, ho notato le sue evidenti radici thrash. Questo mi ha fatto riflettere. Negli ultimi anni, la scena thrash norvegese sta diventando sempre più forte. Sto pensando agli storici Aura Noir, Nocturnal Rites e Infernö, ma anche ai nuovi gruppi pieni di talento quali gli Audiopain. Che opinione hai della scena thrash norvegese? Pensi che Nocturno Culto creda nel talento di questi gruppi, visto che ha messo gli Aura Noir sotto contratto con la sua etichetta?
Il thrash metal necessita di un certo tipo di riffing CHUGGA-CHUGGA. I DarkThrone hanno UNA SOLA traccia thrash in un album e questa canzone si trova in "Total Death". "Hate Is The Law" ha un primo riff BLACK METAL, il secondo riff è SOLTANTO UN RIFF METAL VELOCE e il terzo riff è in stile MOTÖRHEAD/BLACK'n'ROLL. Perciò, in essa non c'è thrash (mah, avrei da ridire... per fortuna che i lettori di Shapeless hanno le orecchie per valutare personalmente la questione - nd Hellvis). Le vocals di Apollyon sono black metal e le mie sono di black metal autoritario (tipo quelle di Draug dei Dødheimsgard) o punk, come preferisci. Sono stato il primo a seguire gli Aura Noir sin dal 1994 e quando ho sentito il raw mix del loro nuovo album durante un party all'Elm Street, ho scritto immediatamente a Nocturno Culto e gli ho detto che avremmo dovuto considerare di metterli sotto contratto. Io sono sempre stato un thrasher. Nel 1994, quando il black metal è diventando una stupida moda a causa dell'80% degli epigoni SPAZZATURA, il resto di noi (il 20% della prima ora) ha iniziato ad ascoltare nuovamente il thrash, penso. Almeno, io ho fatto così. Ho vissuto una marea di party thrash metal negli anni '90 ed è veramente difficile far diventare effemminato questo duro stile musicale. Nocturnal Breed, Aura Noir, Audiopain e Infernö sono i gruppi migliori ma ce ne sono anche altri che fanno faville. Dai un'ascoltata ai Blood Tsunami, Vesen, ecc.

Tempo fa ho chiesto a Frost di nominare il suo batterista preferito della storia del rock e lui mi ha fatto il tuo nome! Ora ti giro la stessa domanda: chi è il tuo batterista preferito? Continui ad allenarti alla batteria? Pensi di aver raggiunto il tuo massimo, come musicista?
COSA?! Io sto DISIMPARANDO sin dal 1991! Mi ero rotto di suonare la batteria in stile jazz. Ho iniziato a suonare black metal primitivo, il che significa che volevo anche suonare la batteria in maniera primitiva. Non ho più provato da allora, solo per gli album, suonando le canzoni nel modo più adatto e GIUSTO e primitivo. Il mio batterista preferito del rock e del black metal è Philthy Animal Taylor (ex - Motörhead). Il batterista più figo dal vivo: il batterista degli svedesi Gehennah (HellCop, alias Micke Birgersson - nd Hellvis). Quello sì che PICCHIA la batteria, fuck PLAYING drums! Se voglio ascoltare un drumming intricato posso ascoltare jazz o i WatchTower o i tardi Death o i Theory In Practice o i Rush o gli Yes o qualcosa di simile. Non il black metal. Il black metal dovrebbe avere il drumming IN SECONDO PIANO.

C'eri anche tu al Wacken quando Nocturno Culto ha suonato? Se sì, che cosa te n'è parso di quel concerto? Quali sono state le tue sensazioni mentre ascoltavi le canzoni del vostro glorioso passato? Puoi raccontarci qualche aneddoto divertente capitato durante quei giorni al Wacken?
Certamente io non ero lì. Incontro abbastanza persone da tutto il mondo all'Elm Street Rock Cafè in ogni caso - non ho alcun bisogno di incontrare 250 nuove persone che avrò già dimenticato il giorno dopo. ANZI, ho incontrato già troppe persone in questa vita - mi sto facendo sempre più in disparte in questi giorni. Nocturno Culto può fare ciò che vuole - a parte questo, non ho altri commenti da fare.

E ora, la domanda finale. I DarkThrone stanno già pensando a un nuovo album?
Pensiamo SEMPRE al nuovo album, incominceremo a lavorarci su molto presto. Il "DIFFICILE TREDICESIMO ALBUM", MWOHAHAHAHAHA!

L'intervista è finita. A te le ultime parole.
Supportate gli Audiopain, una super-grande thrash band norvegese! E GRAZIE PER IL VOSTRO SUPPORTO AL SUONO DELL'UNDERGROUND.