Dark Illusion
(Danny Boodman - Dicembre 2005)


E' un piacere poter scambiare qualche parola con Tomas Hultqvist, chitarrista dei Dark Illusion e autore dell'ottimo "Beyond The Shadows", un piccolo gioiello di hard rock / heavy metal in pieno stile Rainbow che, senza dubbio, soddisferà tutti gli amanti delle sonorità immortali degli anni '70/'80. Lasciamo a lui la parola.



Bene, Tomas, raccontaci la storia dei Dark Illusion.
La prima incarnazione dei Dark Illusion prese vita nei primi anni '80 ed eravamo appena teen-ager. La band comprendeva Peter Sjöstedt alla voce, me alla chitarra solista, Niklas Tengblad alla chitarra ritmica, Ola Jansson al basso e Björn Kihlblom alla batteria. Purtroppo, però, dopo un periodo in cui abbiamo fatto davvero tutto il possibile per emergere, abbiamo deciso di scioglierci e ciascuno ha preso la propria strada. Niklas e io, comunque, siamo rimasti in contatto e, nel 2003, abbiamo sentito che era giunto il momento di ritornare e di far ascoltare al pubblico tutte queste canzoni che avevamo composto negli anni e che erano rimaste nel cassetto. Così abbiamo deciso di registrare l'album per conto nostro con dei nuovi musicisti.

Tra questi, molti riconosceranno il nome di Thomas Vikstrom, che ha cantato con i Candlemass. Come vi siete messi in contatto?
È stato un nostro amico comune che ci ha messi in contatto. Gli abbiamo telefonato, ci siamo incontrati e gli abbiamo proposto il materiale. A lui è piaciuto e ha accettato di registrare le parti vocali con noi. Ci siamo trovati benissimo con lui, perché è entrato subito nel feeling giusto delle composizioni. Eravamo davvero impressionati dalla sua performance.

Come dicevamo, la band è attiva fin dagli anni '80. Cosa ricordi della scena metal svedese di quegli anni?
Ricordo che era quasi impossibile trovare un contratto, così come anche suonare dal vivo. È stata dura fin dal primo giorno, per noi, e non riuscivamo a gestire tutte queste pressioni. Era davvero difficile far parte di una band rock.

Cosa ha causato lo split?
Avevamo registrato i nostri primi due demo e li avevamo mandati a diverse etichette, ma nessuno sembrava interessato. Anche dal punto di vista dei concerti era lo stesso: eravamo riusciti a suonare qualche data, ma niente di più. Alcuni di noi iniziavano a perdere interesse nella cosa e così è successo. Io, però, ho sempre avuto come obiettivo quello di far rinascere la band, così, quando si è presentata l'occasione giusta, non abbiamo esitato un attimo.

Quali sono le vostre principali influenze?
Ognuno ha le sue influenze nella band. Personalmente amo il rock degli ultimi anni '70 e dei primi anni '80, come UFO, Scorpions, Judas Priest, Rush, Triumph, Van Halen, AC/DC, Ozzy Osbourne ecc...

Mi sembra di sentire una forte influenza anche dei Rainbow. Ti piace la loro musica
Mi piacciono molto di più adesso, rispetto al passato. Si può dire che li ho scoperti tardi. Naturalmente conoscevo il loro materiale ma non mi avevano mai preso più di tanto. Fin da allora, però, consideravo Ritchie Blackmore un grande musicista e compositore.

Puoi presentare "Beyond The Shadows" ai nostri lettori? Siete soddisfatti del risultato?
Sì, credo che sia la giusta rappresentazione dei Dark Illusion del 2005. È un misto tra il materiale degli anni '80 e quello degli anni '90: ci sono canzoni pesanti, pezzi veloci, un paio di ballad e qualche brano rock... Tutto sommato un bel miscuglio di stili che chiunque potrebbe apprezzare.

L'artwork del CD è davvero magnifico! Cosa puoi dirmi in proposito?
Anche a me è piaciuto tantissimo! Non ho avuto niente a che fare con la realizzazione: è stato Niklas che si è messo in contatto con C.A. Beckston, il ragazzo svedese che l'ha realizzata. È un giovane pittore che, però, si diverte anche a realizzare lavori al computer: ha cercato di rappresentare l'atmosfera di un brano come "Night Knight" e il risultato è stato davvero fantastico.

Avete già composto del materiale per il nuovo lavoro?
Abbiamo tonnellate di materiale già pronto! Riff, melodie, titoli di canzoni e anche qualche pezzo già completato. La maggior parte sono solo idee e bozze, però al più presto inizieremo a lavorarci sopra e a scrivere anche nuove cose.

Avremo il piacere di vedere i Dark Illusion in tour?
Al momento è piuttosto difficile, ma speriamo di suonare a qualche festival l'anno prossimo, se ne avremo l'opportunità.

La scena svedese è una delle più floride al mondo ma, molto spesso, mi sembra che le band pongano troppa attenzione alla melodia, dimenticando l'aggressività. Non è questo il vostro caso, dato che riuscite a bilanciare perfettamente i due aspetti. Sei d'accordo?
Sì, mi piace questa descrizione del nostro sound! La ragione potrebbe essere che il nostro background è un po' più classico rispetto a quello delle nuove band: parlo di Accept, Dio, Iron Maiden, Saxon ecc.

Ok, ti faccio una domanda sui tuoi gusti musicali. Se dovessi partire sulla classica isola deserta, portando con te un lettore CD portatile, batterie infinite e cinque album (solo cinque!), cosa porteresti?
Ahh, sarebbero tantissimi di più... Ma visto che devo scegliere, porterei: "Balance" dei Van Halen, "The Warning" dei Queensrÿche, "No Exit" dei Fates Warning, "Wicked Sensation" dei Lynch Mob e l'omonimo degli Zeno.

C'è un album che ti ha cambiato la vita?
Sì, "Phenomenon" degli UFO.

Ok, siamo alla fine. Lascio a te la conclusione.
Vorrei salutare tutti i fan del rock in Italia! Siamo eccitati all'idea di farci conoscere lì da voi! Spero che possiate apprezzare il nostro primo album "Beyond The Shadows": per noi è stata una svolta importantissima e ne siamo orgogliosi. Cercheremo di regalare al pubblico tanta altra musica di qualità anche in futuro. Infine, Danny, mi auguro di incontrarti di persona, magari a qualche festival vicino alla tua città! Grazie e ciao!


Mail: info@darkillusion.se
Sito Internet: http://www.darkillusion.se/