Cea Serin
(Muad'Dib - Febbraio 2004)


J. Lamm dei progster americani Cea Serin si è tuffato in un'intervista dettagliata, articolata e introspettiva. A voi il piacere di scoprire tutto su questa notevole band, dalla passione per Leonardo Da Vinci a quella per Alice Cooper!



Ciao J. Lamm! Cosa ci puoi dire del passato dei Cea Serin? Sono curioso di conoscere le radici del gruppo.
Fra poco saranno dieci anni che io e Keith facciamo musica assieme. All'inizio ci siamo incontrati grazie ad un annuncio che avevo esposto in un negozio di musica locale. Avevo appena concluso il liceo ed il gruppo in cui suonavo all'epoca si era sciolto. Eravamo io ed un chitarrista di quel gruppo, e ci siamo incontrati con Keith ed un batterista suo amico. Questa è stata la prima incarnazione del gruppo col nome Ashen Dawn, una band di metal melodico che ha cercato il cantante adatto per anni. Io e Keith abbiamo suonato negli Ashen Dawn per molti anni, ed abbiamo provato e riprovato, ma senza fare nessun concerto, senza arrivare da nessuna parte. Avevamo fatto un demo che aveva delle buone idee al suo interno, ma era stato registrato così alla svelta che non ha tenuto al test del tempo.
Gli Ashen Dawn erano tuttavia un gruppo piuttosto impegnato. Ci eravamo costruiti il nostro studio / sala prove privato. Mio padre aveva costruito un'ampia "officina" dietro la nostra casa poiché ha l'hobby di costruire automobili e moto partendo dai componenti, così noi abbiamo aggiunto una sala per il nostro uso privato a questo stabile già grande di suo. Lo studio era piuttosto carino, visto che era isolato per bene ed era stato progettato specificamente per registrarci della musica e per fare le prove. Quindi, dopo che venne costruito lo studio, io e Keith abbiamo fatto a metà ed abbiamo comprato una tastiera/sequencer per tenerla fissa lì. E' stato con questo acquisto che sono state poste le basi dei Cea Serin.
Il batterista degli Ashen Dawn preferiva lasciare la sua batteria nello studio dopo le prove, perché ovviamente non voleva portarla avanti ed indietro ogni volta. Questo significava che avevo un drum-kit a mia disposizione, e ne ho tratto vantaggio. Ogni giorno andavo nello studio e mi esercitavo con la batteria. Facevo fare da metronomo al sequencer e ci lavoravo sopra suonando con la doppia cassa per tenere il tempo. Poi per esercitarmi ho cercato di capire come suonare delle canzoni contemporaneamente col CD. Infatti, la prima canzone che ho imparato a suonare in questa maniera è stata "Time Of No Sun" dei Tad Morose. Quindi l'aver imparato come suonare la batteria mi ha veramente aiutato per le composizioni di quelli che sarebbero diventati i Cea Serin.
Gli Ashen Dawn erano arrivati ad un punto fermo e c'erano delle cose del gruppo che cominciavano a non piacermi. Il cantante era diventato un cristiano bigotto o qualcosa del genere, il che mi va bene, ma lui cominciava ad avere delle riserve nel cantare alcuni dei miei testi. In vita mia non ho mai scritto nulla di blasfemo e mai lo farò, lui semplicemente interpretava alcune parole con altri significati. Per esempio, la parola "demon" in una canzone non andava intesa come "bestia cornuta dell'inferno", visto che stavo usando questo termine in una frase fatta piuttosto ovvia come "stare your demons down". I demoni andavano intesi come i vizi che si hanno. Oltre a quello ero l'unico del gruppo ad ascoltare death e black metal. Gli Ashen Dawn erano un gruppo di metal melodico sulla scia di Conception e Fates Warning. Io avevo un sacco di idee che non rientravano in questo stile, così ho cominciato ad usare il sequencer per aiutarmi a tirar fuori queste idee. Keith sentì queste idee ed era molto propenso all'idea di tirar su un piccolo progetto. E questo è stato ciò che sono diventati i Cea Serin: un piccolo progetto che ha sovrastato il suo predecessore.

"Where Memories Combine" è il vostro CD di debutto. Ha un sacco di influenze ed è veramente difficile dire in che genere rientri. Cosa ci puoi dire del vostro primo lavoro autoprodotto "Chiaroscuro"? Come mai un titolo italiano per questo lavoro?
Credo che uno dei motivi per cui la nostra musica suoni in questa maniera sia perché ho un impulso irrefrenabile di comprare CD tutto il tempo. Compro costantemente CD di tutti i generi e questo sicuramente ha formato il mio modo di comporre. La gente guarda sempre la mia collezione di CD e si chiede perché ho certi CD là in mezzo. Perché ci sono i Dixie Chicks vicino ai Devil Doll, perché c'è Lord Of The Dance vicino ai Lord Bane, perché c'è Lauren Hill vicino agli Hollenthon? Il fatto è che la gente deve imparare ad ascoltare la musica per quello che è. Io ho comprato musica di praticamente tutti i generi e mi diverto ad ascoltarli perché riconosco che quello che Yanni fa rientra in una categoria diversa da quello che fa Dornenreich. Entrambi sono grandiosi ma entrambi sono molto diversi e fanno cose totalmente opposte. E' così limitante ascoltare solo death metal, o solo musica estrema o solo country. Ci sono così tante cose buone là fuori, che basta soltanto sbloccare quella porta nella propria mente che vuole bloccare le influenze esterne.
Quindi sì, i Cea Serin hanno una tonnellata di influenze e penso che le mostriamo in maniera nascosta. Non voglio passare da un riff puramente metal ad un ovvio passaggio mambo - deve tutto fluire con qualità. Cerco di fare in modo che tutti gli stili si uniscano assieme, in maniera che sia difficile dire cosa sta succedendo di volta in volta. Le mie influenze new age si ritrovano più nelle tastiere che nelle chitarre. Le mie influenze latine si ritrovano più nella batteria che le chitarre. Il mio approccio avant-garde sta più nella lunghezza delle canzoni e negli arrangiamenti, che nelle parti vocali o nella strumentazione. Quindi attingo da un sacco di influenze, ma le piazzo in posti strani. Per rispondere alla tua domanda su quale genere facciamo io credo che i Cea Serin facciano... beh, io l'ho sempre chiamanto "mercurial metal". Mercurial è una parola simpatica, poiché significa in costante cambiamento, non con una forma precisa. E questo è quello che penso che siamo: un minuto diventiamo death metal, quello dopo progressive metal, quello dopo ancora usiamo dei beat di salsa con delle chitarre flamenco o qualcos'altro.
Il primo lavoro nostro era intitolato "Chiaroscuro". Non si trattava esattamente di una uscita ufficiale, visto che era soltanto qualcosa messo assieme per il sito mp3.com. Mp3.com si trattava di una grande offerta per i musicisti che partecipavano al sito (essì, una vera miniera, peccato l'abbiano chiuso... - nd teonzo). Oltre al fatto di ospitare le canzoni in maniera gratuita, ti dava la possibilità di creare un CD qualunque volta che tu, o chiunque altro, lo comprava. In questa maniera non dovevi produrre migliaia di copie e sperare di venderle. Quando qualcuno comprava un CD allora la compagnia lo stampava e glielo spediva. Quel sito ci facevano avere una copertina, due pagine per i testi ed un retrocopertina... tutto gratuitamente. Quindi tutto quello che abbiamo fatto è stato fare l'upload delle canzoni sul sito, così tutti ce le avevano a disposizione. E' stato un ottimo modo per noi per farci conoscere e per dare alle persone qualcosa da ascoltare nelle loro auto mentre andavano a lavorare. C'erano delle ottime canzoni su quel lavoro. Canzoni che probabilmente non reincideremo in futuro. "Into The Vivid Cherishing" era una di queste, ma abbiamo ri-registrato la musica e tenuto le vecchie parti vocali per l'uscita di "Where Memories Combine". Anche "Sudden Faith pt 1 & 2" si trovavano su "Chiaroscuro" e sono state incluse sull'album di debutto come bonus track. Tuttavia, "Holy Mother" e "The Illumination Mask" potrebbero non vedere mai nuovamente la luce del giorno a meno che si sia in possesso di "Chiaroscuro". L'idea di reinciderle non rientra nello spirito iniziale. Quando registriamo le canzoni di solito Keith le suona per la prima volta, quindi per lui sono fresche. Lo stesso vale per me quando registro la voce. Quando abbiamo messo su i Cea Serin non avevamo mai fatto prove, era soltanto uno studio-project tra me e Keith, quindi l'unica volta che sentivamo queste canzoni nella forma completa era durante il processo di registrazione. Penso che questo abbia donato alle canzoni una essenza unica.
La ragione per cui ho usato il titolo "Chiaroscuro" è perché stavo leggendo un libro su Leonardo Da Vinci e diceva che lui usava una tecnica di pittura chiamata chiaroscuro. Diceva che gli piaceva questo stile poiché in teoria l'oscurità era più forte della luce. Se appoggi una matita su un pezzo di carta questa creerà un'ombra, e quest'ombra porterà l'oscurità e la luce non può farci nulla. La luce non può mai penetrare l'oscurità nella stessa maniera in cui un'ombra può tagliare la luce. Quando ho letto questo ho pensato che fosse perfetto per descrivere la musica, i testi, l'ideale e tutto quello che concerneva i Cea Serin.

Da quanto tempo sei nel mondo della musica? Qual è il primo gruppo che hai ascoltato? Quali sono i tuoi gruppi preferiti del passato?
Io vado a periodi. Ci sono dei mesi in cui tutto quello che faccio è comporre e pensare ai testi ed alla musica, e ci sono delle settimane in cui non ci penso minimamente. Quando sono impegnato in altre attività di solito non penso minimamente alla musica poiché quando mi occupo di qualcosa tutta la mia attenzione è concentrata su quello che sto facendo. Ogni volta che sono a casa finisco col suonare la chitarra, il basso o qualcos'altro. Sto sempre pensando a qualcosa, ma per sedermi e dar vita alle mie idee con la tastiera, allora ho bisogno di un certo tipo di concentrazione. Non sono uno che torna a casa e dice "ok, oggi devo lavorare su questa canzone". Se non mi sento in grado di lavorare su una canzone allora non tocco minimamente la mia tastiera. Credo veramente che fare una cosa in quello stato mentale avrebbe un impatto negativo sulla canzone. Potrebbe diventare la differenza tra la miglior canzone che ho composto e la peggiore. Quindi posso giocare su una canzone con la mia chitarra acustica per mesi prima di arrivare a sedermi e finalizzarla completamente. Una volta che mi sento in quello stato mentale allora tutto diventa magico. Non c'è nulla di più appagante di trovarsi in una notte "attiva" dove tutto quello che esce è oro. A volte mi siedo a comporre ed odio tutte le idee che mi escono. Non fraintendetemi, a volte torno a casa dopo una giornataccia e so che voglio realmente lavorare su una canzone, quindi devo eliminare tutte le scorie della giornata. Per fare questo ho i miei metodi, magari ci scriverò un libro. Un manuale su come calmarsi dopo aver passato una lunga e faticosa giornata, in maniera da entrare nel giusto stato mentale, quello in cui vorresti essere.
Ricordo il primo gruppo che ho ascoltato perché è stato quando ero ammalato ed ero a casa da scuola da bambino, mi trovavo a casa di mia nonna. Ho girato su MTV ed ho visto gli Autograph, così ricordo. Il gruppo sembrava veramente figo visto come erano vestiti e tutto il video era pieno di azione e di fumo. Gli anni sono trascorsi e non ero mai attirato abbastanza dalla musica per spendere la mia paga per una cassetta o un disco... fino a quando ho visto un video di Alice Cooper. Ricordo che il video era quello di "Poison" e pensavo che fosse dannatamente figo. Sono andato al Wal Mart a comprarlo e ricordo che i miei genitori e mia sorella erano arrabbiati con me perché avevo comprato una cassetta di Alice Cooper. Loro ascoltavano country e pensavano che Alice Cooper fosse il diavolo o qualcosa del genere, quindi erano veramente delusi da me. Era successo nel periodo in cui era uscito RoboCop 2. Io adoravo RoboCop perché avevo sempre desiderato diventare un poliziotto o un detective e l'idea di un robot poliziotto violento mi attirava all'epoca. Beh, i Babylon A.D. avevano una canzone su quella colonna sonora, e quando stavo girando sui vari canali una volta sono incappato su Headbangers Ball ed ho visto il video di "The Kid Goes Wild", che aveva un sacco di scene del film RoboCop. Quello è stato il secondo album che ho comprato su cassetta, ed il motivo è stato questo.
In seguito ho preso un basso ed ho cominciato a prendere lezioni, che mi hanno portato a diventare un vero appassionato di Joe Satriani e Steve Vai. C'è stato un periodo in cui ascoltavo solo artisti strumentali come Stu Hamm, Randy Coven, Vinnie Moore, Yngwie Malmsteen, etc. etc.
Un sacco di persone ascoltano i Cea Serin e pensano che mi debbano piacere gli Iron Maiden ed i Queensrÿche. Non è mai stato il mio caso. Mi sono avvicinato ai Queensrÿche piuttosto tardi, e mai agli Iron Maiden. Ero più propenso allo stile dei Fates Warning ed i gruppi coi guitar hero. Non mi importava se il gruppo era glam o new wave o cos'altro, se avevano un chitarrista spaccaculo allora volevo quell'album. Così sono passato per Extreme, Cry Wolf, Heavy Bones e simili solo a causa degli assoli. Adoro ascoltare degli assoli di chitarra grandiosi. Questo è probabilmente il motivo per cui ho cominciato ad appassionarmi ai live di Yanni, per via degli incredibili assoli. I gruppi che ho menzionato tuttavia non erano i miei preferiti. All'epoca, il mio gruppo preferito erano i Megadeth. Quando uscì "Rust In Peace", quello cambiò la mia vita. C'era tutto quello che volevo da un gruppo: testi fighi, assoli di chitarra grandiosi, ottimo bassista, canzoni stupende, e sembravano dei ragazzi normali. Niente spandax e niente capelloni cotonati, solo ragazzi in jeans e t-shirt che facevano quello che volevano. Quindi i Megadeth sono stati sicuramente il mio gruppo preferito per un certo periodo, fino a quando ho ascoltato i Lord Bane ed i Dream Theater. All'epoca non avrei saputo dire chi preferivo. Dream Theater, Yanni, Lord Bane, Sarah McLachlan - questi artisti sono tra i miei preferiti da anni ormai. Ma ora sono in compagnia dei Devil Doll.

Con i Cea Serin componi un sacco di musica, e suoni un sacco di strumenti oltre a cantare. A volte si sente una specie di "urlato" non distante da quello di Chuck Schuldiner dei Death. Ti piacciono i Death?
Mi hanno paragonato ai Death varie volte, e sono sempre stupito di come venga paragonato a gruppi che non mi piacciono molto. Hanno fatto paragoni con Nine Inch Nails, Control Denied ed Iron Maiden. Non è che questi gruppi non mi piacciano, è che non ho mai posseduto nessun loro disco. Penso di avere due album dei Death che ho ascoltato solo una volta l'uno. Ho il CD dei Control Denied e l'ho ascoltato un paio di volte ma senza trovarci nulla di così importante da farmi venir voglia di riascoltarlo. Non ho nulla degli Iron Maiden o dei Nine Inch Nails e non li comprerò mai.
Non cerco di emulare la voce di nessuno. Se mi senti cantare e poi mi senti parlare allora noterai come non stia cercando di imitare nessuno. Ci sono talmente tante voci forzate nel rock oggigiorno... Se ascolti il cantante dei Creed quando parla e quindi quando canta, allora sono due cose completamente diverse, sta cercando di forzarsi ed imitare qualcuno, non usa la sua voce naturale. Il modo in cui faccio le mie parti vocali estreme è un po' diverso da quello che fanno gli altri cantanti death metal, poiché cerco di trattenermi un poco perché so che devo tenermi la voce buona per quando canto dal vivo. Puoi notare che i Cea Serin hanno delle parti vocali acute ed in stile prog metal mescolate assieme a delle parti più in stile estremo. Se devo cantare ogni sera per mesi di fila allora non c'è nessun modo di allontanarsi da questa scelta ed uscirne illeso. Voglio continuare a fare queste cose per molti anni, quindi ho creato un tipo di cantato death metal che può essere usato e situato a metà tra il growling ed il cantato normale. Cerco di fondere questi due stile in maniera decente. Ho letto alcune recensioni che dicono che ci sono due cantanti nei Cea Serin. Questo credo sia una specie di complimento. Ho cercato di fondere assieme vari stili di death e black metal assieme al mio cantato pulito.

E cosa ci puoi dire della scena underground del tuo stato? Ci sono gruppi giovani che meritano?
Posso dirti che nello stato da cui provengo non sta succedendo praticamente nulla. Non mi viene in mente nessun gruppo progressive metal, o perlomeno io non ne ho mai visto nessuno dal vivo, o ne ho mai sentito parlare. Magari là fuori ci possono essere dei buoni gruppi che devono ancora suonare un concerto, come è per gli Ashen Dawn. Comunque sia, dove viviamo non c'è nessuna promozione di concerti dal vivo. Ci sono solo due riviste che accettano gli annunci per la ricerca di musicisti, e di solito ci si trova solo roba di gruppi country. Se vuoi trovare dei musicisti allora devi usare il passaparola oppure mettere un annuncio nei negozi di dischi. Sempre che ci siano gruppi underground da queste parti.
I Cea Serin hanno suonato dal vivo, ma mai nel nostro stato. Abbiamo suonato in altri posti che hanno una scena maggiore, ma nonostante questo devo ancora vedere un gruppo underground dal vivo che sia anche in grado di tenere il confronto con i gruppi che fanno tour nazionali. Non sto dicendo questo per far sembrare più grosso il mio gruppo, ma lo sto dicendo per far notare come non ci siano posti dove possano suonare i gruppi bravi. Tutti i club che fanno suonare dal vivo si interessano solo della musica che va di moda. Se metti un gruppo come i Cea Serin su un palco di fronte a dei ragazzi che vogliono ascoltare i Linkin Park allora rischiamo di finire nei casini. Ho sentito dei demo di vari gruppi, ovviamente, e seguono quello che ho appena detto. Devo ancora sentire una proposta veramente originale o delle idee buone. Ho sentito una canzone di un gruppo chiamato Lilitu proveniente da Atlanta (in Georgia), che suonava veramente figa, ma ho sentito solo quella canzone. Sembra che negli Stati Uniti si stia cercando di creare questa nuova scena di metalcore o simili. Il metalcore va bene, ma a me sembra solo una scopiazzatura della scena di Gothenburg e della scena hardcore di New York. Non sono molto eccitato dalla attuale scena metal americana per questo motivo.

Cosa ne pensi della scena metal e progressive nel resto del mondo ed in Italia?
Beh, devo dirti che l'Italia è il paese del mio gruppo preferito di adesso: i Devil Doll. Da quello che so sono un gruppo sloveno/italiano, ma per me sono abbastanza vicini per essere considerati italiani in relazione alla tua domanda. Sto ascoltando i Devil Doll costantemente, adoro assolutamente tutto quello che concerne questo gruppo. In Italia ci sono anche i Labÿrinth che mi piacciono ancora un sacco. Il loro nuovo album è molto buono secondo me. Inoltre, in Italia ci sono anche i Rhapsody, credo. I Rhapsody contengono tutte le caratteristiche del metal che odio ora come ora: testi fantasy, composizione scarse senza nessuna considerazione per la fluidità, la simmetria e la struttura delle canzoni, l'uso della tecnica per nascondere i veri difetti delle canzoni, i costumi, i draghi, ugh. Portano avanti quello stereotipo del metal diventando ridicoli ed infantili. La maggior parte degli "adulti" pensa che il metal sia qualcosa da cui ci si distacca quando si cresce, ed i Rhapsody rinforzano l'idea che il metal sia solo un fenomeno relativo ai teenager.
La Francia ha gli Adagio, che sono uno dei rari gruppi power/prog che mi piacciono attualmente... anche se non mi piace molto il loro nuovo album. La Norvegia ha Roy Khan, che è uno dei miei cantanti preferiti, ed i Dimmu Borgir, che mi piacciono un sacco. La Gran Bretagna ha i Cradle Of Filth che continuano a piacermi, in passato erano uno dei miei gruppi preferiti. Vediamo che altro c'è là fuori... L'Olanda ha i The Gathering, mi piace molto il loro materiale anche se è un po' inorganico per i miei gusti, ma resta sempre molto buono. Uno di questi giorni andrò a rapire la cantante dei The Gathering... non c'è niente che dichiari l'amore come l'adorazione cieca e gli impulsi irrealistici. La Svezia ovviamente ha tutti quei gruppi che conosciamo tutti, ma a dirti la verità tutta quella roba mi sta stancando. Mi piacevano molto gli Evergrey fino a quando li ho visti un anno al Prog Power. La maggior parte di loro erano sempre ubriachi, sempre impegnati a farsi cacciare dai locali di spogliarello, così alla fine hanno fatto un concerto schifoso. Questo ha veramente distorto l'immagine che mi ero fatto di loro come musicisti seri e non come un ammasso di tizi a cui interessano solo le feste. Questa cosa mi ha fatto veramente incazzare. Ero andato al Prog Power appositamente per vedere gli Evergrey ed è stato veramente sconcertante, non riesco più ad ascoltarli. Prog Power, anche quello è stato un altro scherzo. Si supponeva che fosse un festival di gruppi metal progressive e power, ma non c'era nulla di progressivo e potente nei gruppi che ho visto. Credo che ormai essere progressive significhi suonare in tempi dispari... diavolo, non è solo quello, non basta suonare qualcosa di sincopato. E credo che per essere power metal adesso bisogni avere quella doppia cassa fissa in ogni canzone. Oggi mi ha trovato in una giornata veramente negativa su questo argomento. Non c'è più nessun gruppo che voglio tenere d'occhio nel metal. Ti garantisco che se ci vedi dal vivo non rovineremo lo spettacolo presentandoci ubriachi sul palco. Possiamo rovinarlo perché non siamo preparati ma non per essere devastati. Inoltre non ci vedrai fare i galletti con qualche ragazza stupida... beh, forse puoi vedere Keith far questo, ma non il resto di noi. Odio queste cose. Suoni dal vivo e poi qualche ragazza arriva nel backstage a fare qualche commento del cazzo solo per leccarti il culo, ma fottiti, non sai nulla su di me. Scusa, ma non sono minimamente coinvolto dalla musica di oggigiorno.

Come mai la strana idea di inserire la parte di tip-tap su "The End Of Silence"?
Vedi, a me non sembra un'idea così strana. C'è stato un periodo in cui mi ero appassionato alle produzioni di Lord Of The Dance e Riverdance. Adoravo quella musica e come i ballerini riuscissero ad aggiungere altro ritmo. C'era tutta quella musica celtica che era stata rivista coi suoni odierni e poi avevi questo palco pieno di "batteristi". Il tip-tap funziona come le parti di batteria, ed una volta che lo togli allora perdi una parte integrale dello spettacolo e del coinvolgimento. Ho comprato le colonne sonore di tutti questi spettacoli, e tutte erano senza le parti di tip-tap, c'era solo la musica e nient'altro. Sarebbe come comprare un CD dei Dream Theater senza trovarci le parti di batteria di Mike Portnoy. Questo mi ha fatto capire quanto importanti fossero la coreografia ed il ritmo della danza per quel particolare stile musicale. Non si trattava solo della danza in se stessa, ma della cultura.
Quindi è uscito un punto su "The End Of Silence" in cui volevo rappresentare la morte di tutti i media, i linguaggi, la storia scritta, la cultura, l'arte. E' questo che mi ha spinto ad usare le parti di tip-tap. Senti questa danza e poi senti l'esplosione di un tubo catodico di una TV. C'è anche un registratore che salta ed io che sto stropicciando dei pezzi di carta in sottofondo. Tutto questo rappresenta la morte del linguaggio, dell'arte, della storia, dei media, della cultura. La parte di tip-tap serve anche ad aggiungere un'influenza celtica che volevo iniettare in quella canzone particolare. Non c'è niente senza scopo e senza motivo nei Cea Serin.

Avete in programma di fare un tour o qualche concerto? Avete trovato un batterista e un bassista?
Sì, stiamo lavorando per preparare un nuovo concerto proprio adesso. Ci siamo separati dal batterista e dal bassista ad un certo punto perché venivano da un altro stato e non andavano molto d'accordo con me. C'erano un sacco di fattori coinvolti, ma per farla breve ho bisogno di essere io quello che suona il basso e canta, senza relegare queste cose a nessun altro.

La musica dei Cea Serin non è semplice da ascoltare ed ha bisogno di molto tempo per essere capita. Anche i prossimi lavori saranno così articolati?
Sì. I Cea Serin non si basano sulla gratificazione istantanea. Siamo più che altro un gruppo che dà una gratificazione posticipata, visto che ci sono un sacco di cose da ascoltare ed ancora di più che vengono portate avanti a livelli differenti. Ci sono un sacco di persone che non lo apprezzeranno e questo mi va bene. Io lavoro un sacco di tempo sui testi e sulla musica, e Keith lavora un sacco di tempo sulla produzione e sul mixaggio. Penso che ci siano quelle persone che possono ascoltare le parti pesanti della musica e le melodie ruffiane ed essere soddisfatte da questi aspetti, ma per quelli che vogliono scavare a fondo ed ottenere qualcosa di più dalla loro musica, allora ci sono i Cea Serin. Le nostre canzoni non parlano di ragazze, di divertimento, droghe, le nostre canzoni non sono nemmeno ambigue da interpretare. Io ho un soggetto specifico in mente ed uno scopo specifico per la musica. Tutto viene suonato con un motivo preciso, ogni parola è calcolata. Qualcuno potrebbe dire che così prendiamo le cose troppo seriamente, beh, invece secondo me sono gli altri gruppi a non prendere abbastanza seriamente quello che fanno. Se vuoi ascoltare qualche gruppo "spaccaculo" allora è pieno di roba da cui scegliere. Se invece volete ascoltare un gruppo metal rischioso allora provate i Cea Serin.

Quali sono i vostri progetti futuri? Siete soddisfatti dei risultati ottenuti finora coi Cea Serin?
L'unico risultato che voglio raggiungere è che qualcuno trovi qualcosa di speciale nella nostra musica e che possa ascoltare per il resto della sua vita. Quando ricevo una telefonata oppure una e-mail che mi ringraziano perché gli ho donato qualcosa che ameranno per sempre, allora questo è il miglior complimento che possa venirmi fatto. So che posso anche smettere di suonare musica dopo di questo, perché so che questo è il più grande risultato che si possa ottenere.
I miei progetti attuali per il futuro sono semplici. Il CD non è ancora uscito ufficialmente e stiamo già lavorando sulle registrazioni del prossimo album. Sarà un po' diverso, ma indubbiamente Cea Serin. Alcune persone si preoccupano quando sentono la parola "diverso" per descrivere un album nuovo. E' diverso nel senso che sto utilizzando maggiormente le mie possibilità. L'influenza di Yanni sarà più pronunciata, il termine "progressive" verrà usato nel suo vero significato, sarà più avantgarde e più sperimentale ma senza perdere ciò che piace dei Cea Serin. Di sicuro non pubblicheremo due album uguali. Se sentirò la necessità di pubblicare un CD di solo pianoforte a nome Cea Serin, allora lo farò. Aspettatevi l'inaspettabile senza nessun cliché.
Poiché l'album non è ancora uscito ufficialmente non sono ancora sicuro di quale sarà la reazione del pubblico in giro per il mondo. Non so se riusciremo ad andare in tour in altri paesi, se verremo mai in Europa, o se tutti ci odieranno. Adesso è tutto in mano ai consumatori. Se non compreranno il nostro album allora continuerò a suonare per me stesso a casa mia.

Ok, è tutto! Grazie mille per la vostra musica e per l'interesse nella nostra webzine. A voi le ultime parole!
Grazie per l'opportunità di parlare con voi e di raggiungere delle persone che potrebbero essere veramente interessate al nostro tipo di musica. Suonare coi Cea Serin è qualcosa che amiamo fare ed è grandioso poter raggiungere un sacco di persone in diverse parti del mondo. Credo che se le persone non si preoccupano del posto da cui veniamo, se non si preoccupano del nostro aspetto, se si dimenticano il modo in cui veniamo etichettati ed i paragoni che vengono fatti, se dimenticano le recensioni che leggono e provano semplicemente ad ascoltare qualche nostro brano allora tutti potrebbero trovare qualcosa che gli possa piacere. Inoltre, grazie per non aver chiesto cosa significa il nome.

Mail: ceaserin@aol.com
Sito internet: http://www.angelfire.com/me/ceaserin/