Borgo Pass
(Hellvis - Dicembre 2005)


Un vero amante dello sludge non può considerarsi tale se non ha mai ascoltato i Borgo Pass! Questo stupefacente gruppo americano, forte di un songwriting sanguigno e convincente, ha tutte le carte in regola per affermarsi quale una delle migliori realtà di questo genere! "Nervosa", la loro nuova fatica, è un lavoro che appassiona e coinvolge ascolto dopo ascolto! E' veramente delittuoso il fatto che un gruppo del genere sia ancora senza contratto! Cerchiamo di conoscerli meglio leggendo le risposte del cantante James Tamarazzo.



Ciao James! Come state? Penso che "Nervosa" sia il vostro miglior lavoro in assoluto! Il vostro stile, così come il sound, sono molto maturi e potenti! Siete ancora completamente soddisfatti del vostro ultimo album? Che reazioni ha suscitato tra la critica ed i fan?
Ciao Mauro, stiamo tutti molto bene, grazie! Andiamo fieri del nostro nuovo lavoro, "Nervosa". Pensiamo di aver tirato fuori veramente il coniglio dal cappello, con questo album! Le recensioni sono state tutte piacevoli, fino ad ora, ed i fan si sono dimostrati estremamente calorosi. Stiamo vendendo un sacco di copie online e siamo già alla terza stampa. Alla famiglia Borgo si stanno aggregando nuovi membri da tutto il mondo.

Quando ho ricevuto il MCD "Slightly Damaged", ero rimasto sorpreso dal fatto che l'aveste autoprodotto. Intendo, com'era possibile che una band così valida fosse senza contratto? Ho notato però che la vostra situazione, per "Nervosa", non è affatto cambiata. E' una scelta vostra, quella di autoprodurvi gli album? O le etichette non vi hanno ancora offerto dei contratti soddisfacenti?
Ci piacerebbe avere un contratto discografico ma, vai a capire perché, questa occasione non si è ancora presentata. Amiamo avere il controllo su tutto il processo di registrazione e lavorare con produttori selezionati, e tutto questo potrebbe essere raggiunto sicuramente con la collaborazione di un'etichetta. Abbiamo avuto poche piccole offerte, ma sui piatti che ci sono stati presentati non c'era nulla che già non potessimo fare da noi stessi. In fondo, non siamo altro che un gruppo di ragazzi in tuta da lavoro, pieni di bollette da pagare come chiunque altro, perciò dobbiamo sempre prendere le decisioni giuste, quando si tratta del nostro futuro. Se ci fosse qualche etichetta interessata in ascolto, siamo una macchina professionale ben oliata che è pronta a darsi da fare, pur di abbandonare il suo lavoro quotidiano.

Penso che voi siate una delle migliori band sludge americane. Il vostro modo di comporre è ricco di passione, sudore ed energia. Sta aumentando il numero di vostri fan negli Stati Uniti? E cosa ne pensate del pubblico europeo? Siete apprezzati anche in Europa?
Grazie. Grazie mille. Stiamo guadagnando fan sia negli Stati Uniti che in Europa. Abbiamo fatto due mini-tour autofinanziati negli Stati Uniti, ma non abbiamo mai suonato in Europa. Ci piacerebbe venire in Europa e suonare per tutti voi. Abbiamo distribuzione in Europa e vendiamo un buon ammontare di CD in quasi tutti i posti, ma come ti ho detto non ci abbiamo ancora suonato. Da cosa sento dire, la musica pesante è amata ovunque, là da voi, ed allora verremo presto a trovarvi, spero.

La vostra carriera è lunga ed avete molta esperienza. Avete suonato concerti un po' ovunque, assieme a grandi gruppi, e la vostra musica è apprezzata e ben recensita. Credo però che la vita non vi abbia riservato il successo che avreste meritato. Avete mai passato dei brutti momenti con i Borgo Pass? Avete mai pensato di sciogliervi? La vostra determinazione, unita al vostro amore per la musica, sono di grande esempio per i gruppi più giovani!
Apprezzo il complimento e, sì, avremmo bisogno di un contratto discografico! Come ogni essere umano, abbiamo attraversato dei momenti sui quali sarebbe stato meglio sorvolare, ma non abbiamo mai pensato di chiudere con la band. Come dire, OK, abbiamo fatto tutte queste cose fighe e ne abbiamo ancora tonnellate da concludere, allora torniamo indietro perché alla fin fine amiamo ciò che facciamo. Gran parte del fenomeno che sta alle spalle dei Borgo Pass è una specie di fratellanza, siamo tutti amici, fratelli, una famiglia musicale. Ci sono tante cose che potrebbero essere dette su una band che ha fatto ciò che abbiamo fatto, senza contratto per tutto questo tempo, e col solo cambio di un cantante. Ma devo dire onestamente che se avessimo fatto tutto solo per soldi e fama, beh, avremmo impacchettato le nostre valigie già tanto tempo fa. Non siamo altro che un gruppo di operaiacci che amano i Black Sabbath e vogliono creare della musica pesante che spacchi, per sé stessi. A tutte le giovani band o ai ragazzi: fatelo per la vostra anima e l'amore per la musica, e che il resto accada se deve accadere, ma la cosa più importante è che seguiate il vostro cuore. Ho iniziato a suonare dal vivo sin da quando avevo otto anni, e continuo a farlo tuttora. Quando ho incontrato Ozzy Osbourne, mi ha detto questa cosa che ero appena un bambino, e lo stesso ha fatto Zakk Wylde: sono sicuro che questo è ciò che è successo a loro, ed è ciò che mi ripropongo ogni giorno, sia che stia scrivendo, o esibendomi, o respirando. E' un lavoro molto impegnativo che però si rivela divertente e gravido di soddisfazioni, alla fine. La musica è senza tempo e questa è la sua reale bellezza, vogliamo perciò che la nostra musica raggiunga un ampio spettro di ascoltatori. Voglio dire che ai nostri spettacoli più recenti, abbiamo visto il pubblico composto da gente di tutte le età, gente che ama la musica pensante: una cosa veramente figa a vedersi. Ci sono giovani ragazzi che ascoltano le band adorate dai loro padri come i Sabbath, Zeppelin, ZZ Top, la musica buona insomma: è una cosa bella.

Ora, due curiosità. In primis, perchè avete deciso di chiamare il gruppo Borgo Pass?! Questo monicker, che mi riporta in mente Dracula, non è che calzi a pennello ad una band sludge, eheh! E, seconda domanda: perché avete intitolato l'album "Nervosa"? E, domanda bonus, qual è il significato dell'artwork?
Prima che entrassi nel gruppo, anni fa, Joe Wood (batteria) se n'è uscito con questo nome, dopo aver letto un libro su Dracula: dato che stavano suonando un po' di Black Sabbath nei vari club e la musica presentava già i riffoni pesanti, il nome calzava a pennello. Originariamente erano chiamati Slow Painful Death. Il Borgo Pass è in realtà il passaggio per il castello di Dracula, ciò che io chiamo affezionatamente la superstrada per Dracula. Il titolo dell'album "Nervosa" mi è venuto in mente leggendo di individui sofferenti di paranoia multipla, e di tutte quelle specie di malattie mentali contorte che possono nascondersi in individui che dialogano normalmente e mantengono il loro lavoro quotidiano, ma che dentro di loro sono indubbiamente folli. L'immagine è stata tratta da un CD di modelli artistici che ho comprato mentre stavo curando il layout dell'album, di cui ho curato l'intero aspetto grafico. Questo modello è stato creato da un talentuoso artista dell'Inghilterra, chiamato A. Wallis. Ho aggiunto un qualcosa di più inquietante di mio pugno, e devo dire che ci sta benissimo. E' la fotografia bizzarra di un uomo intabarrato che tieni tra le braccia una donna in trance, di fronte a Borgo Pass. Il primo demo dei Borgo Pass ricordava parecchio la foto, così il richiamo mi è sembrato perfetto. Era soltanto una foto inquietante con un castello alle spalle, la qual cosa dice tutto. Il retro dell'album richiama alcuni dei contenuti lirici delle canzoni.

Il vostro songwriting è molto omogeneo: è facile notare il marchio di fabbrica dei Borgo Pass. Per questa ragione, una canzone come "America Horror Story" suona veramente differente dal resto delle tracce. Cosa ci puoi dire di questa canzone? Vedi un parallelo tra la guerra del Vietnam e la nuova guerra che gli Stati Uniti stanno combattendo con l'Iraq?
Quella traccia è stata creata alle tre di mattina circa, mentre eravamo in studio preparandoci alla fine del processo di registrazione. Joe (batteria) ha suonato qualche accompagnamento interessante per la traccia, con Paul e Tommy. Io ho aggiunto gli elicotteri con la tastiera ed il nostro produttore, Crispy, ha suonato un assolo selvaggio di sassofono baritono verso la conclusione, una cosa veramente spettrale. Non sapevamo nè pensavamo veramente a cosa sarebbe saltato fuori, durante la registrazione.
Ho un sacco di testi che avevo scritto ricordando le esperienze di mio padre in Vietnam. E' stato un berretto verde decorato che ora sta soffrendo di sindrome traumatica post-bellica ed avvelenamento da Agent Orange, dato dall'esposizione ai materiali chimici. Ho un buon numero di giornali, foto e filmati 8mm che ha portato a casa con lui, dettagliando la sua esperienza... e la cosa mi ha veramente folgorato quando li ho trovati, ed ho dovuto scrivere qualcosa su ciò che stavo provando. Quella guerra ha lasciato mio padre mezzo morto ed ha distrutto la mia famiglia dall'inizio, per quello che ne ho scritto in tante canzoni... è una specie di terapia perchè quella guerra sta scorrendo nelle mie vene sin dal giorno in cui sono nato. Non vedo nessun parallelo tra le varie guerre storiche, ma dopo ciò che è accaduto l'11 novembre, il mondo è cambiato per sempre. L'ho visto di persona in città. Il mondo di oggi si limita ad essere felice per la giornata, e basta. Non leggo neanche più i giornali. Il mio punto di vista su tutto questo è che dobbiamo sostenere i nostri fratelli e le nostre sorelle che stanno combattendo per la libertà dall'altra parte dell'oceano. Le truppe meritano un sostegno al 100% fino a quando ritorneranno a casa sane e salve. Indipendentemente dal tuo punto di vista, devi mostrare alle truppe che le sostieni. Persone come mio padre sono tornate a casa diverse da prima, per aver esposto le proprie vite al fronte. Questo non deve accadere di nuovo. Abbiamo tanti amici laggiù, ora come ora, e ci teniamo a loro in maniera speciale.

"Nervosa" è dedicato, tra gli altri, anche a Dimebag Darrel. Che ricordo hai di questo uomo ed artista?
Siamo stati abbastanza fortunati da incontrare Vinnie Paul mentre eravamo in tour in Texas, quando ci siamo fermati al Clubhouse, uno strip club di proprietà di Vinnie Paul e Darrel. Vinnie ci ha trattato con tutti i riguardi, mentre eravamo in Texas. Paul (chitarra) ed io abbiamo incontrato Darrel un po' di volte mentre stava gironzolando dopo gli spettacoli di Pantera e Damageplan a New York. E' stata una delle persone più piacevoli che abbia mai incontrato, che mi ha trattato come se mi avesse conosciuto da anni. Il mio ricordo più caro di Dimebag è quello di lui e me che cantiamo a squarciagola l'intero album di Van Halen "Fair Warning" in un bar di New York, in qualche ora folle del mattino. E' stato un Dio della chitarra e l'uomo che mi ha ispirato a suonare musica pesante sin dalla più tenera età. Sono veramente contento di averlo incontrato brevemente prima che ci lasciasse così tragicamente, la cosa è solo tanto triste ed orribile. Ha fatto tantissimo per la musica pesante ed ha lasciato in noi un vuoto, che abbiamo pensato di colmare dedicandogli quest'album.

Quali sono i vostri piani per il futuro? State preparando un nuovo album? Quando avremo la possibilità di vedervi in Italia?
Vogliamo che la nostra musica si diffonda il più possible e suonare qualche show più grande. Un contratto discografico sarebbe bello ma non ho intenzione di trattenere il respiro o di lasciare immediatamente il mio lavoro. Stiamo sempre preparando nuovo materiale così tutto è possible, ma "Nervosa" è appena uscito: vogliamo perciò pomparlo ancora per un po'. Cazzo sì, ci piacerebbe venire in Italia e suonare un po' di canzoni per voi. Metà della mia famiglia proviene dall'Italia, perciò mi piacerebbe ricercare le origini della mia famiglia, vedere il paese e mangiare un po' di buon cibo.

Quali sono le migliori band sludge dell'underground degli Stati Uniti?
Una domanda veramente buona, quella sul fronte dello sludge: mi piacciono i Suplecs ed i Sasquatch, così come gli Eyehategod e gli High On Fire. Mi piacciono i Crowbar ed i Type O Negative, hanno un modo di progredire veramente bellissimo, totalmente unico, potrei andare avanti all'infinito. Ascolto molta musica ma la cosa triste è che la maggior parte di questa è stata pubblicata molto tempo fa.

I membri dei Borgo Pass suonano in qualche side-project?
No, solo Borgo Pass.

Parole finali?
Grazie per aver aperto le vostre menti, orecchie ed anime alla band più pericolosa del pianeta. Se ancora non sapete nulla di noi, date un occhiata a questi link: http://www.borgopass.com/ e http://www.myspace.com/borgopass.


Sito internet: http://www.borgopass.com/