Borgogna
(Hellcat - Gennaio 2006)


Riecco i Borgogna su Shapeless, pronti a raccontarci sempre in modo scherzoso le loro nuove traversie musicali. Ovviamente la bio e le domande tecniche le troverete sulla prima intervista fatta dal sottoscritto, nel nostro archivio!!



Ciao ragazzi come va? Bentornati su Shapeless. Che avete fatto, musicalmente, quest'anno (oltre al CD nuovo!)?
Pier: Mi sono rimesso a studiare come un dannato la tecnica di plettrata alternata di Gilbert... Dopo tre mesi di duro sacrificio ho scoperto che la mia plettrata, se possibile, era addirittura peggiorata... Ora il prossimo obiettivo è il legato di Kotzen: una volta ultimato ciò avrò talmente disimparato a suonare che sarò ufficialmente pronto per entrare nei Foo Fighters. Scherzi a parte, ho davvero ricominciato a dedicarmi allo studio della tecnica e di recente sono entrato anche in una nuova band dal nome Homerun, che stilisticamente si avvicina molto ai Borgogna, per quanto forse più puramente hard rock.
Luca: Ho lavorato, ho cambiato casa e ho comprato un gatto!!!
Tomas: Niente, ma si spera di avere più tempo nel 2006!

Vedo che siete abbastanza prolifici, visto che in breve avete confezionato un nuovo demo, e devo dire molto valido. Quanto è durato il songwriting, questa volta?
Pier: Onestamente non credo che siamo particolarmente veloci nel comporre... anzi, io mi ritengo piuttosto lento compositivamente : funziono un po´ per lampi, se capisci cosa intendo. Comunque abbiamo già pronto anche nuovo materiale su cui cominceremo a lavorare da febbraio.
Tomas: In effetti alcuni brani erano già pronti da diversi anni ma non erano mai stati registrati. Comunque di idee ce ne sono molte... il problema è trovare il modo di lavorarci su in modo efficace...

Il lavoro è nato con il contributo di tutti o esiste un unico autore dei brani?
Pier: Per quel che riguarda "Outbound" il discorso è un po´ complicato : "Power" e "Two Times is Tough" sono nate in sala prove con il contributo di tutti, mentre Tomas si è occupato della stesura dei testi; per quanto, in realtà, piuttosto datata, "Leave Me Alone" sia anch´essa il risultato di un lavoro corale. "Too Much Love" è nata invece da un ritornello che io già avevo in giro e al quale io e Tomas abbiamo aggiunto strofa e bridge. "Angel" è un vecchio brano che Tomas aveva nel cassetto.

Quanto tempo dedicate alla band? Sembrate molto affiatati!
Pier: Purtroppo molto poco. Siamo tutti parecchio impegnati con il lavoro e con la vita in genere : sai, oggi anche con la prostituzione e lo spaccio non si riesce più ad alzar moneta come un tempo, quindi tocca sbattersi.... Ma un domani conto di poter gestire i miei affari direttamente dalla galera con il solo ausilio del cellulare. By the way, per quanto riguarda l´affiatamento. quando passi dei mesi nella stessa stanza di due metri per due con altre tre persone finisci per conoscerti "molto bene" e in modo così intimo che non avresti mai immaginato.Ti assicuro: è fantastico. So che capisci molto bene di cosa sto parlando, Hellcat...
Tomas: In effetti il tempo che dedichiamo al gruppo non è molto, per motivi di varia natura...

Nella recensione esprimo il mio dissenso vista la svolta più commerciale e meno hard rock oriented. Scelta unanime della band, imposizioni più ferree da qualcuno fuori dal gruppo o ci sono di mezzo le fikette che "citavo" nella mia recensione?
Luca: Sai che io non vedo tutte questa svolta commerciale? Voglio dire, a parte "Angel" che è un pezzo un po' inconsueto, direi che i brani del demo siano abbastanza aggressivi... anzi, "Leave Me Alone" è decisamente il pezzo più aggressivo che abbiamo scritto ed anche "Power" e "Too Much Love" mi sembrano belli convinti. "Two Times Is Tough"... beh, anche "Slave To The Grind" conteneva "In a Darkened Room"...
Pier: Beh definire "Outbound" commerciale è qualcosa che sfiora l´eresia... Cosa c***o c´ha di commerciale che è musica morta da vent´anni ? Capisco comunque cosa intendi e penso che in gran parte la responsabilità sia della produzione: il demo suona bene, intendiamoci, ma in realtà noi avevamo in mente un sound un po´ più aggressivo. Se ci vedessi dal vivo, capiresti come suonano davvero queste canzoni dei Borgogna.
Tomas: Nemmeno io penso che i pezzi siano più commerciali. Non credo che "Dirty Roses" o "All Your Love" fossero brani adatti ad un CD dei Sepultura... voglio dire, le band a cui ci ispiriamo non hanno mai fatto cose particolarmente "cattive". Credo che il demo resti perfettamente nel genere, ma questa è solo un opinione! Mi incuriosisce sapere se in genere appaia davvero più "commerciale". E comunque, anche se non interessa a nessuno, la mia preferita è "Power". Per finire la questione fikette non c´entra nel modo più assoluto, te lo posso garantire eh eh eh!

Credete che giocando la carta del "soft" vi si possano aprire più porte verso qualche realtà lontana dall´underground o siete diventati dei "teneroni"? Insomma perché vi siete ammorbiditi???
Pier: Credo di averti risposto già dettagliatamente prima.
Tomas: Nessuna aspirazione del genere, scriviamo solo canzoni che ci possano piacere e a me personalmente le "ballad" sono sempre piaciute molto: sono contento che "Angel" e "Two Times" siano presenti nel demo. Inoltre, ma questa è solo la mia posizione personale, non ci tengo affatto a recitare la parte del "duro e puro", tutto quello a cui penso è fare canzoni che mi piacciano (qualche volta ci riesco anche!) senza farmi vincolare troppo dal genere. Anche se vi assicuro che tutto quello che uscirà marchiato "Borgogna" avrà sempre ha che fare con l´hard rock o, al massimo, con l´AOR.

Scherzi a parte, ho apprezzato moltissimo le canzoni e soprattutto la ballad "Angel", scelta molto coraggiosa per un demo di una band agli esordi come voi. Come nasce il pezzo? C´è un motivo particolare perché la canzone sia rimasta "solo" acustica?
Tomas: In realtà "Angel" è una canzone che avevo scritto molti anni fa con Matteo Ghelma (chitarrista di Novara con cui suonavo all´ epoca e che ha collaborato anche con altri gruppi, come i Big Tokio ad esempio). La canzone era stata pensata come la "More Than Words" dei poveri e quindi, anche se la versione dei Borgogna è stata un po´modificata rispetto all´originale, abbiamo scelto di mantenere quel tipo di atmosfera... ma ho ancora dei dubbi sull´arrangiamento che abbiamo usato, penso si potesse fare di più. Sarà per la prossima volta!

Oltre a "criticarvi", per le scelte stilistiche, ho espresso lodi verso Tomas, che mi sembra molto più sicuro di sé. Ve ne siete accorti anche voi dall´interno? Il signor Borgogna mi sembra abbia trovato un timbro più personale o sbaglio?
Pier: Della registrazione delle voci di "Outbound" mi sono occupato io, insieme a Tomas, chiaramente. "Promo 2003" era stato registrato molto in fretta, mentre in questo nuovo lavoro abbiamo voluto trattare con molta attenzione e calma le voci. Tomas è davvero un ottimo cantante e non ti nascondo che è proprio la voce la cosa che più mi piace in questo promo.
Tomas: Devo confessare che ho fatto una certa fatica a registrare le mie parti (vero Pier?), anche perché durante le sessioni avevo un sacco di problemi col mio lavoro ed ero stanco e stressato. Non pensavo di ottenere questi risultati in mezzo a tutto quello che stavo facendo. Ma non mi considero "arrivato": penso-spero di poter migliorare sempre... vorrei fare ancora di più nel prossimo demo! Ma non ho tutto sto tempo da dedicare al canto...vedremo.

Ho notato che ci sono degli ospiti nei credits del CD. Come nascono queste collaborazioni, per caso o amicizia dei singoli componenti?!
Pier: Con Mr. Piggy dei Razzle Dazzle è in parte amicizia, in parte amore, in parte odio, in parte giuoco, in parte magia, in parte verve, in parte rispetto, in parte attrazione e, a volte, solo sesso, ma ci piace. Gli altri sono tutti amici di lunga data e ci è piaciuta l´idea di farli partecipare a questa grande kermesse che sono i Borgogna.

Nominavo anche delle "label" nella mia recensione, avete provato ad indirizzarvi verso qualche etichetta indipendente?
Pier: A breve ci occuperemo di spedire il materiale alle etichette.

Ho notato sul vostro sito che accanto ad "Outbound" nella sezione "Music" la tracklist è molto più lunga del CD in mio possesso. Volete spiegare il perché? È il CD completo pronto ad uscire comprendente anche i vecchi pezzi e altri inediti o....?
Luca: Ebbene si, i pezzi registrati per "Outbound" sono ben undici... Abbiamo risuonato i pezzi del primo demo e abbiamo aggiunto tutti i pezzi che "avevamo in giro". Ma un demo di undici pezzi ha senso? Su Internet poi ho messo un assaggio di tutto...o quasi...

Domanda sciocca. Nella precedente intervista vi chiedevo quanto l´artwork fosse importante. E´ una coincidenza o il CD è stato più curato anche dal punto di vista grafico, trovo molto bella l´immagine, volete spiegare il perché di questa scelta?
Luca: L´immagine conta sempre e molto! Soprattutto in un genere come l´hard-rock... Volevamo una copertina che fosse più "scenografica" e abbiamo scelto questa foto che ho scattato io stesso a Parigi.Ovviamente la citazione a "Lights Out On The Playground" dei Baton Rouge è evidente... o no?
Tomas: Visto che siamo mostruosi, abbiamo pensato che curare un poco di più l´artwork potrebbe farci comodo...

Ultima domanda. La produzione ancora una volta è impeccabile, è ancora solo merito vostro o vi siete affidati ad uno studio? Se sì, quale? E' anche una curiosità personale, visto l´ottimo lavoro, e soprattutto perché anch´io suono e quindi un domani potrebbe essermi utile!
Pier: Ti ringrazio per il complimento. Il lavoro per "Outbound" è stato piuttosto particolare : le parti ritmiche (batterie, basso e chitarre) sono state registrate ai Green Sound Studios di Castellanza (VA). Da lì, abbiamo trasferito tutto il materiale nel mio home-studio, dove abbiamo registrato voci, cori e soli di chitarra. Terminata, quindi, la fase di ripresa, siamo tornati ai Green Sound per il mixdown che è durato più di un mese. Il mastering è stato fatto agli Sterling Sound di New York da Ue Nastasi. Comunque, il prossimo lavoro sarà fatto nuovamente ed interamente nel mio home-studio, perché preferisco avere un controllo totale sulle varie fasi del lavoro.

Come al solito se volete aggiungere qualcosa è il momento di sfogarsi.......
Pier: Ascolta Hellcat, ho finalmente finito di copiarti quel porno hard-gay coi negri che ti interessava tanto... domani te lo porto al volo.
Tomas: Grazie a tutti del supporto! E a presto!


Sito internet: http://www.borgognamusic.com/