Arafel
(Randolph Carter - Febbraio 2004)


Gli Arafel sono dei ragazzi russi emigrati in Israele, e hanno pubblicato da poco un bell'album dal titolo "The Way Of Defender". Mi son preso la briga di romper loro le balle per una breve chiacchierata.



Hail from Italy! Vorreste introdurci agli atti e alla opere degli Arafel?
Gli Arafel furono creati nel 1997 a Tel Aviv, in Israele. La musica era in sostanza black metal fortemente influenzato dal folklore russo, principalmente perché i membri degli Arafel sono emigrati russi. Nel 1999 registrano il primo demo al Delphi Studio, a Tel Aviv, dal titolo "Skazki Starogo Lesa" ("Tales Of Ancient Forest"). Il demo fu prodotto sottoforma di musicassetta dall'etichetta lituana Beverina. Nel frattempo gli Arafel iniziano a suonare in giro e farsi un nome nella scena locale. Nel settembre 2002 entrano ai Selani Studios per registrare il primo album, per l'appunto "The Way Of Defender", distribuito in Russia dall'etichetta Sound Age.

Ora che ci penso, dai Selani Studios è uscito anche "My Guardian Anger" dei Lux Occulta, grande album. Voi siete soddisfatti del sound del vostro CD?
Mah, bisogna innanzitutto dire che era la prima volta che entravamo in uno studio professionale per registrare un album. Il nostro demo lo registrammo in uno studio molto più casereccio, e soprattutto dal vivo, senza sovraincisioni. Il periodo trascorso ai Selani Studios ci è servito senz'altro per acquisire quell'esperienza necessaria che ci tornerà utile quando registreremo il nostro secondo album. Per "The Way Of Defender" non siamo soddisfatti al 100%, perché a causa della nostra inesperienza non siamo riusciti ad ottenere un mix ottimale. Oltretutto non abbiamo avuto a disposizione molto tempo per le registrazioni, ma, come ho detto, abbiamo imparato molto dai nostri errori.

Vorreste parlarci del concept che lega i testi?
Le liriche del CD sono unite da un concept che racconta la storia di Alexander Nevsky, eroe russo del XII Secolo. Abbiamo cercato di rappresentare l'importante ruolo che ebbe nella storia russa del periodo.

E con la Sound Age come è il rapporto?
Ok. Per ora si occuperanno di distribuire il nostro album solo in Russia, mentre siamo ancora alla ricerca di distributori per l'Europa e l'America.

Quali sono le vostre principali influenze musicali?
Ognuno di noi ha i suoi gusti e porta all'interno del gruppo le sue personali influenze, dalla musica classica al metal old school, fino alla musica folk russa.

Come dovrebbe essere per voi il black metal?
Domanda difficile. Il black metal si è evoluto parecchio dai suoi albori, e penso che l'evoluzione sia ancora in corso. A me non piace prendere posizione, non voglio dire "deve essere come quello vecchio" oppure "deve essere come quello nuovo". Solo una cosa è importante, anzi basilare, nel black metal come in tutti gli altri generi: credere in ciò che si fa.

E voi, come vi evolverete?
Il nostro nuovo materiale è più tecnico, pesante e brutale, ma non manca la componente folk e melodica. Coloro a cui il primo album è piaciuto non saranno delusi dal nuovo!

Quando suonate dal vivo che genere di risposte avete dal pubblico?
Il nostro pubblico impazzisce quando suoniamo da qualche parte, perché non suoniamo poi così spesso. Sono letteralmente affamati per le nostre performance, e si divertono un sacco ai nostri concerti!

Vi ricordate qualche episodio particolarmente buffo accaduto ad un vostro concerto?
Sì! Era uno dei nostri primi show, e qualcuno tirò un mozzicone di sigaretta ancora acceso verso la testa del nostro bassista. I suoi capelli presero immediatamente fuoco! Abbiamo filmato quel concerto, così ogni volta che rivediamo la scena ridiamo come dei matti (forse un po' meno il vostro povero bassista! - nd Randolph Carter).

Che tipo di recensioni avete ottenuto per il vostro album?
Molte riviste, anche famose, hanno recensito il nostro primo disco. La maggioranza delle recensioni sono state positive.

Come è la scena underground in Israele?
La scena underground in Israele semplicemente non esiste. Ci sono molte band giovani, ma sinceramente non le conosco bene tutte (questa proprio non l'ho capita... - nd Randolph Carter).

Vi piacciono gli Orphaned Land e i Salem?
Rispettiamo gli Orphaned Land per la musica originale che riescono a creare, ma non possiamo dire lo stesso dei Salem. Tuttavia li rispettiamo perché ci sono da un sacco di tempo, penso che siano stati la prima band israeliana di metal.

Cosa c'è nel futuro degli Arafel?
C'è il secondo album, che vorremmo registrare quest'estate.

Bene, allora, e buona fortuna!
Grazie! Stay Metal!

Mail: leshii_666@hotmail.com
Sito internet: http://arafel.musica.mustdie.ru/