Affliction
(teonzo - Febbraio 2003)


Ecco l'intervista via mail con Mick, chitarrista e cantante dei perugini Affliction. Se vi piace il death metal suonato in maniera tecnica teneteli d'occhio, confermano ancora una volta la supremazia mondiale della scena italiana per quanto riguarda questo genere.



Per prima cosa puoi presentare gli Affliction ai lettori, raccontandoci la storia del gruppo e come è composta attualmente la line-up?
Dunque, il progetto Affliction nasce intorno al '95, dopo i due demo d'esordio che ci hanno regalato esperienze bellissime (dai live con i Sadist alle compilation e interviste e quant'altro) volevo suonare con musicisti 'veri', con più professionalità così ho studiato un po' di teoria musicale, fatto esperienza con l'insegnamento e sono arrivato a conoscere Carlos che è un vero professionista e siamo diventati subito amici (...quel che non fa la musica...); gli ho proposto i pezzi e appena ascoltati ha subito accettato di registrare. Abbiamo fatto 2 prove (...incredibile...) e registrato tutto 'umano' senza triggers e senza timizzare nulla. Ci tenevo ad uscire con un prodotto death-metal suonato bene, senza l'ausilio delle macchine e senza suoni prefabbricati; sono soddisfatto di questa scelta. Ora nella nuova line-up c'è Trt-z al basso fretless e Soulburn (drums).

Non ho mai avuto l'occasione di ascoltare i vostri lavori precedenti... ce ne puoi parlare?
Erano registrazioni sommarie suonate non benissimo (a quel tempo suonavo con degli amici del liceo) ma che hanno avuto il loro 'successo', ancora oggi trovo gente che ha i nostri primi due demo o qualche CD compilation e questo mi fa un immenso piacere. Pensa che mi ha scritto proprio due giorni fa dall'estero (non ricordo esattamente da dove) un tipo che voleva sapere come acquistare il promo-CD perché è un nostro fan... la gente è fuori! ah ah ah!

Poniamo il caso che un tizio per strada ti ferma e cominciate a parlare. Esce fuori che suoni in un gruppo, e ti chiede di dirgli cosa fate. Come descriveresti la vostra musica? E su quali fattori punteresti per invogliarlo ad ascoltare il vostro demo?
Facciamo death-metal nella sua forma più pura... tecnico, suonato discretamente, con buoni arraggiamenti dal punto di vista armonico e stilistico e dei bei soli... credo...

Nella rece del demo ho scritto (sbagliando, chiedo venia) che avete usato i trigger per la batteria. Comunque sia resto dell'idea che i suoni di batteria fossero un po' troppo "plasticosi". Come ti sembra la produzione del demo? Sei soddisfatto del risultato finale?
Chiaramente non mi soddisfa al 100%, io sono uno che vuol sempre far meglio e la batteria a parte le casse non era male ma condivido con te la 'plasticosità'; per il resto trovo ci sia molto peggio in giro... mi soddisfa abbastanza il suono delle due chitarre ritmiche che hanno compensato un basso inesistente per suono e qualità, anche le soliste erano sulla strada giusta ma dovevano uscire meglio secondo me... magari ancora più 'nasali'. Per il resto comunque il prodotto si presenta bene.

Vuoi spiegare ai lettori di cosa parlano i vostri testi?
"Self Reality" è una critica esplicita alla società occidentale basata sull'ipocrisia, e sull'ingiustizia; in "Unknown Beings" dico che invece di guardare al cielo sperando nell'arrivo degli alieni che ci porteranno il 'bene' e il 'giusto' dovremmo guardare dentro noi stessi senza abbandonarci a feticismi da fine/inizio millennio, tipici di un mondo decadente... anche se la vita nell'universo è più che probabile (della serie... ciao Rael!). "Birth Control" è una spietata critica al sistema occidentale che provoca la fame nel mondo... forse uso toni un po' crudi ma la realtà non è come nei cartoni animati... "True Intentions" è la descrizione di quelle persone che, non avendo idee e rispetto, non fanno altro che mettere il bastone fra le ruote solo per poter dire di saper far qualcosa... chi non ne ha incontrate...

Come mai la scelta di suonare questo genere? Anche a te è scoccata la scintilla ascoltando i DEATH? Quali sono (se ci sono) gli altri gruppi che ti hanno esaltato?
Non direi visto che sono 'vecchio' e ho cominciato alla fine degli '80 con l'heavy e il thrash (Forbidden, Dark Angel, Coroner la facevano da padroni nel genere). Ho iniziato a suonare intorno ai 17/18 anni quindi molto tardi; il death metal è il genere (oltre al jazz) che musicalmente mi dà di più e a cui do di più quando suono... ecco tutto.

Com'è stato accolto finora il demo? Ogni tanto leggo altre webzine o fanzine, e finora ho visto solo voti buoni, complimenti! C'è qualcuno che invece non ha apprezzato il vostro lavoro?
Credo di no, per il momento la rece più blanda ci critica per la non originalità (giustamente!) ma ci esalta per come suoniamo e per la 'grinta'... è vero che la maggior parte è entusiastica e siamo quasi commossi, non pensavamo una risposta così.

Hai spedito il demo anche all'estero? Spesso all'estero stroncano i gruppi italiani per puro preconcetto... tu che esperienze hai avuto finora coi contatti con l'estero?
Stiamo aspettando le recensioni e comunque quel che dici è abbastanza fedele alla realtà (...con diplomazia.. ti do ragione!). Mi è capitato di essere trattato bene e male ma credo che nell'underground ancora l'onestà ci sia... più in alto vai più le vendite e la pubblicità conta quindi le etichette e i mags tendono ad accreditare maggiormnte certe scene che producono e investono molto... anche se non sempre la qualità...

Assieme al CD mi avevi mandato un flyers in cui pubblicizzi le tue lezioni di chitarra? Ce ne parli più dettagliatamente? Che studi musicali hai fatto?
Sono stato autodidatta, studiando armonia e teoria dal rock al jazz; ora frequento da qualche tempo un corso avanzato di armonia Jazz; poi ho suonato in una band dove facevo cover di Satriani e Scott Henderson ed ora ho un progetto collaterale con del materiale fusion, qualcosa di E. Deodato e Al DiMeola... inoltre insegno (metal, blues, rock...) e mi piace fare delle registrazioni come session man fuori sede sia in studio che dal vivo... mi do da fare... mi piace confrontarmi con musicisti diversi.

Com'è la scena metal a Perugia?
Quale scena? A parte noi e i nostri amici Maledicta non c'è nulla.

Che ne pensi della scena techno-death italiana? Sei in contatto con gli altri gruppi che suonano questo genere? E che ne pensi dei loro lavori?
Non seguo molto la scena ma ho sentito parlare molto bene di molti gruppi e per quel che ho ascoltato gente brava ce n'è molta. Il problema è che siamo infognati in una staticità che a volte rasenta l'assurdo, ti tocca vedere sul mercato roba sopratutto estera che al confronto delle nostre bands è scarsa... non sono certo un nazionalista della musica ma da un bel po' di tempo la qualità non è più sinonimo di musica metal...

Ormai internet è diventato un mezzo usatissimo dai metallari, sia nei contatti con altre persone che per mille altre cose. Come giudichi il fenomeno internet in relazione alla musica metal? E' una cosa positiva? E ti incazzeresti se un tizio americano si stesse scaricando gli mp3 del tuo gruppo da un tizio di Singapore?
Onestamente se uno si scarica i miei pezzi mi fa piacere, la mia musica gira e io arrivo a destinazione! Internet però è uno strumento, a mio avviso, spersonalizzante che non dà l'idea della realtà. C'è una frenesia di socialità repressa che viene sfogata con il 'surrogato della vita reale'. Inoltre anche un cazzone può far credere d'essere qualcuno o sentirsi meno solo, è un mondo sintetico e a me non piace. E' certo che dà dei vantaggi illimitati ma non mi convince la filosofia di fondo per cui poi ognuno rischia di essere solo davanti al monitor, in maniera acritica...

Mettiamo il caso che la tipografia che vi ha stampato il demo avesse fatto un errore, e sulla copertina avesse messo l'immagine di una tettona sotto al logo del gruppo. Che avreste fatto? Vi sareste tenuti i libretti così?
No!! Abbiamo scelto il nuovo booklet con l'immagine di un prestampato analogico e le basi del DNA perché c'è una sottile contrapposizione tra la macchina analogica e la sequenza delle basi azotate... ho una teoria (sono biologo molecolare) per cui il DNA si comporta in modo digitale... quindi l'idiosincrasia uomo-macchina o se vuoi uomo-schema... eh???

Ok, siamo alla fine, a te la conclusione!
Supportate la musica in ogni sua forma!! Esprimete voi stessi vivendo realmente e non passivamente di fronte ad un PC o alla TV... supportate Shapeless... siete grandi!!!!

Mail: mick@affliction.info
Sito internet: http://www.affliction.info/