7th Nemesis
(Randolph Carter - Settembre 2003)


I francesi 7th Nemesis, come gli americani Warface, hanno impiegato un intera esistenza per rispondere a quest'intervista! Ma meglio tardi che mai, perciò eccovi la chiacchierata con una delle migliori underground death metal band francesi.



Ciao ragazzi, per iniziare, la classica domanda sulla vostra biografia e i vari cambi di formazione.
Dunque, ci siamo formati nel dicembre del 2000, quando Mat (basso), Pascal (chitarra) e Sargon (voce) hanno unito le loro forze con Alex (chitarra) degli Inward Mind, e con Andrew (batteria), con l'intento di creare un progetto orientato sul Death Metal, ma con varie influenze anni '70. Come Pascal ha lasciato la band nell'estate del 2001 per cause personali, Xavier, anche lui proveniente dagli Inward Mind come Alex, lo ha sostituito, apportando maggiori influenze Techno-Death.
La line-up era completata, e la band fu battezzata 7th Nemesis. Nell'Aprile del 2002 abbiamo registrato un promo CD che è stato recensito in ben 40 paesi. Nel Febbraio 2003 abbiamo ottenuto un contratto con la Skull Fucked Productions per la realizzazione di uno split CD con gli austriaci Punishment, dal titolo "Chronicles Of A Sickness". E' ora disponibile e contiene 4 nuovi brani (a breve dovrebbe essere online la recensione qui su Shapeless - nd Randolph Carter). Nel Luglio di quest'anno Sargon, il nostro frontman, ci ha lasciati, e siamo ancora alla ricerca di un nuovo vocalist.

Mi pare che il vostro promo suoni in maniera eccellente. Voi siete altrettanto soddisfatti?
Abbiamo registrato il promo agli Hybreed Studios durante l'estate del 2002. Abbiamo avuto tutto il tempo che volevamo per le registrazioni, visto che gli studio sono di proprietà del nostro batterista Andrew. Perciò le condizioni di registrazione e di mixaggio sono state eccellenti. Venendo alla tua domanda, possiamo dire che per essere un promo CD siamo abbastanza contenti del risultato finale, ma da allora siamo migliorati molto e ci siamo evoluti sia in termini di composizione che di produzione, come puoi notare nel nostro recente split CD "Chronicles Of A Sickness" (dovrò chiedere a bist di farmene un copia, eh eh - nd Randolph Carter).

E riguardo al vostro full-length, "Violentia Imperatrix Mundi"? Quando uscirà?
Il nostro primo disco sarà fuori nel 2004. Potete aspettarvi un album veramente strano e contorto, perché abbiamo un casino di nuove idee che stanno vedendo la luce!

Leggendo la vostra bio, ho notato che i testi sembrano legati da un particolare concept, di natura filosofica. Ho visto giusto?
Sì, hai ragione, ogni testo è un tassello che inserisce in un tutto. La violenza è la linea ideale che sottende a tutte le song, ma vengono affrontati molti altri argomenti. Per esempio, "Omega Dei" parla della perdita di valori, una specie di crepuscolo degli dei, e della violenza che trapela attraverso il nichilismo dopo questa caduta. "Phoenix Resurrectio" riguarda i cicli della rinascita e la fondazione di un nuovo sistema di valori ispirato alla violenza. "7th Banner" tratta di un tipo di forza caratteristico di ogni tipo di rinnovamento.

Passando al lato musicale, devo dire che i 7th Nemesis hanno una loro forte e caratteristica personalità. Ma cos'è che vi ispira maggiormente?
Noi tutti siamo cresciuti col metal e con tante altre forme di musica, così puoi trovare diverse influenze nelle nostre song. Alla luce di ciò, non possiamo dire precisamente che band ci ispira. Traiamo molta ispirazione dalla volontà di creare un universo musicale completo, e questo progetto verrà portato a compimento con l'uscita del nostro primo disco. E stai sicuro che sarà fottutamente brutale, violento e malato!

Io son del parere che in un genere come il Brutal Death Metal bisogna avere dietro le pelli una macchina assassina, non un batterista normale. Voi ce l'avete, mi pare!
Grazie mille, Andrew è onorato dei tuoi complimenti! Noi tutti ci esercitiamo sempre perché questa è la migliore maniera di progredire tecnicamente. Andrew poi è un drummer molto potente e creativo.

Quanto è importante la tecnica nelle vostre canzoni?
Per noi è fondamentale, davvero. Ma nella nostra musica non trovi solo parti tecniche, ma anche momenti rilassanti, semplici e diretti. Questo perché a noi interessa toccare il maggior numero possibile di stati d'animo e di emozioni tramite la nostra musica.

Raccontateci delle vostre esibizioni live. Come risponde il pubblico, sottoposto ad un così brutale assalto frontale?
L'audience risponde davvero molto bene! Sembrano tutti molto ricettivi verso la nostra proposta, a causa probabilmente della grande varietà di intensità e di atmosfere.

Avete trovato un contratto serio?
Per ora, abbiamo il deal con la Skull Fucked Productions, che vale però solamente per lo split di cui abbiamo già parlato. Stiamo ancora cercando un'etichetta per il nostro primo album.

Sareste disposti a scendere a compromessi per ottenere maggior fama e contratti milionari?
Ti dico che noi vogliamo diffondere e promuovere la nostra musica al meglio che possiamo, sempre però cercando di preservare la nostra attitudine e il monopolio della dimensione artistica, sia compositiva che per quanto concerne le registrazioni. Perfino la scelta dell'artwork deve essere completamente libera da pressioni esterne.

Fateci dei nomi interessanti di band underground della vostra zona che promettono bene!
Abbiamo una buona scena death qui da noi, con molte giovani bands come Pitbulls In The Nursery (posso garantire che questi qui sono eccellenti, leggete le recensione qui su Shapeless! - nd Randolph Carter), Drowning, Scarve, Gojira e molti altri. Il pubblico aumenta di anno in anno, e la scena francese possiede una forte personalità. Mi sbilancio e ti dico che sentirete parlare della nostra zona fra un paio d'anni!

E della scena death mondiale, quali sono i nomi che più attirano la vostra attenzione?
Tra i gruppi vecchi direi: Dying Fetus, Nile, Morbid Angel, Immolation, Death e altri... Tra le nuove leve: Decapitated, Zyklon, Behemoth, Aborted... (i Behemoth non è che siano poi così nuovi... - nd Randolph Carter)

Ok ragazzi, un'ultima domandina e poi questa noiosissima intervista sarà finita: quali sono le vostre prossime mosse?
Le nostra prossime mosse sono senza dubbio la diffusione e la promozione dello split CD "Chronicles Of A Sickness", realizzato con gli austriaci Punishment. Poi un tour europeo nel 2003 e il nostro primo album nel 2004.

Benissimo! Grazie di tutto e ancora tanti complimenti da Shapeless per l'ottimo lavoro svolto! A presto!
Grazie a voi per l'intervista e per il supporto! Un grande "Hail!" a tutti metal maniacs italiani! Visitate il nostro sito e scaricate gratis gli mp3! Stay fuckin'brutal!!!

Mail: 7thnemesis@free.fr
Sito internet: http://www.7thnemesis.fr.st/